868 Shares 7522 views

Facciamo un'analisi indipendente della poesia di Blok "The Stranger"

Aleksandr Aleksandrovich Blok era una persona speciale con un sottile organizzazione mentale e un debole per la riflessione solitaria, forse che questa è stata la ragione principale per la sua scelta di vita come un "maestro della rima." In letteratura russa, ha preso il suo posto legittimo poeta simbolista crea le sue opere meravigliose di penetrare nel periodo culturale della Silver Age.


"Stranger" è diventato Blok Una delle lettura pubblica più memorabile. il suo tempo di scrivere (1906) cade su uno dei periodi più difficili della vita del poeta. Poi il 26-year-old Alexander Blok era molto turbato dalla rottura temporanea dei rapporti con la sua amata moglie – Lyubov Dmitrievna Mendeleev (vale a dire le aveva dedicato i suoi precedenti "Versi per la Bella Signora"), la cui causa servirà come il suo rapporto con un altro poeta – Andrey Bely.

L'analisi della poesia "The Stranger" Bloc mostra chiaramente tutta la gamma di sentimenti e le esperienze del giovane poeta in un periodo drammatico di conflitti familiari. A questo punto il vero ciclo di poesie che sono inclusi più avanti nel libro "The Last World". Attraverso la rinuncia della realtà terrena e ruvida, il dolore della solitudine e sogna la sublime bellezza di un altro, mondo irreale, Block cerca di comprendere la realtà circostante e di trovare in esso una chiave segreta che apre le porte a un intero mondo di bellezza e di armonia.

Effettuare l'analisi della poesia di Blok "The Stranger", possiamo vedere chiaramente le contraddizioni tra il grossolano e volgare mondo della realtà e la rappresentazione ideale del mondo, che vivono in l'anima del poeta. Blok stesso chiari su questo nei versi finali della poesia: "Nel mio cuore si trova un tesoro, e solo mi hanno fatto pagare la chiave."

Mondi contraddizioni esposte utilizzando luminosi e contrastanti le immagini che si oppongono l'uno all'altro. Qui vediamo tale opposizione come la "primavera e lo spirito nocivi", ripetizioni lessicali "bambino che piange" e "strillo femminile," La noia "case estivo" e "disco krivyaschegosya inutile" della luna, e la volgarità di camminare tra i fossati con le signore "ingegno" .

Analisi Blocco versetto del "Stranger" ci mostra come l'anima di un poeta vuole ribellarsi contro la banale quotidianità, ma dal momento che tutti gli eventi la realtà circostanti sono prevedibili e invincibile nella sua costanza, è chiaramente indicato nel poema tre volte la ripetizione della frase "ogni notte", il giovane sognatore preferisce soggiorno giornaliero "umiliato e storditi vino" come "torta di umidità e misterioso." Sembra che questo è il "umidità crostata" gli permette di sciogliere la realtà circostante, avvolgendo il suo "profumo e nebbia" (leggi – coppie di vino), che consente di vedere tutto sotto una luce diversa.

unità di analisi poesia "Stranger" mostra che i riferimenti a "nebbia" compare due volte nel testo del prodotto, vale a dire, quando lo straniero "nella nebbiosa finestra mobile" e quando è sola, "profumo e la nebbia", si trova vicino alla finestra. Questi sono i "nebbia" creato nell'immaginario delle poesie liriche tutta l'immagine romantica di un estraneo ( "il è solo un sogno per me?" – mentalmente chiede), che, di fatto, nelle parole del poeta, nella vita reale, ma solo un "mostro ubriaco" .

L'analisi della poesia di Blok "The Stranger" dà la risposta ad un'uscita query di ricerca in una diversa realtà del mondo ideale. Nelle ultime righe del poeta esclama: "Io conosco la verità nel vino", il che significa che ha già trovato la sua "chiave" per il "tesoro" del mondo ideale della propria anima.