888 Shares 9141 views

stabilizzatore di corrente: denominazione, regime descrizione

L'uomo moderno è costantemente circondato da un gran numero di apparecchi elettrici, sia domestico che industriale. E 'difficile immaginare la nostra vita senza dispositivi elettrici, hanno tranquillamente entrati in casa. Anche nelle nostre tasche ci sarà sempre un paio di tali dispositivi. Tutto di questa tecnologia per il suo funzionamento stabile richiede un approvvigionamento continuo di energia elettrica. Dopo corsa della tensione di rete e la corrente sono più spesso la causa del guasto del dispositivo.


Per garantire la fornitura qualità delle attrezzature tecniche è meglio usare uno stabilizzatore di corrente. Egli sarà in grado di compensare le fluttuazioni di rete e di prolungare la vita di servizio.

stabilizzatore di corrente – un dispositivo che mantiene automaticamente la corrente consumatore con una precisione predeterminata. Compensa la frequenza dei picchi di corrente nella rete, la variazione di potenza di carico e della temperatura ambiente. Ad esempio, aumentando la potenza consumata dal dispositivo, cambierà la corrente di ingresso, causando la caduta di tensione sulla resistenza sorgente e resistenza del cablaggio. Maggiore è il valore della resistenza interna, più tensione cambia con l'aumentare della corrente di carico.

Compensazione stabilizzatore di corrente è un dispositivo a controllo automatico, il quale comprende una catena di feedback negativo. Stabilizzazione è ottenuta modificando i parametri del elemento di regolazione, nel caso di esposizione al polso feedback. Questo parametro è detta funzione della corrente di uscita. Regolamentazione stabilizzatori di corrente compensativi medi sono: continuo, pulsato e misti.

I parametri principali:

1. valore del fattore stabilizzata della tensione di ingresso:

St.t K = (ΔU Rin / ΔI H) * (I H / U Bx), dove

I n, ΔI n – valore corrente e il valore di incremento della corrente nel carico.

St.t coefficiente K calcolato resistenza di carico costante.

2. Il coefficiente di stabilizzazione in caso di variazione di resistenza:

K R = H (ΔR n / R n) * (I H / ΔI H ) = R i / R H, in cui

R H , ΔR n – e l'incremento della resistenza della resistenza di carico;

r i – il valore di resistenza interna stabilizzatore.

Il coefficiente K R H è calcolata con una tensione di ingresso costante.

3. Il valore dello stabilizzatore coefficiente di temperatura: γ = ΔI n / At env.

Per parametri energetici stabilizzanti riferisce efficienza: η = P O / P Rin.

Consideriamo alcuni schemi stabilizzatori.

Un molto diffuso stabilizzatore di corrente FET, quando un gate e di source cortocircuitati, rispettivamente, u = 0 legami. Il transistor in un circuito collegato in serie con la resistenza di carico. I punti di intersezione con la caratteristica di uscita di carico diritta del transistore determinano il valore corrente il più piccolo e il più grande valore della tensione di ingresso. Con un tale carico circuito di corrente varia leggermente con una significativa variazione della tensione di ingresso.

Impulso stabilizzatore sua caratteristica transistor corrente è lavoro – in stato di commutazione del regolatore. Ciò permette di aumentare l'efficienza del dispositivo. stabilizzatore di corrente pulsata è una sorta di unico convertitore ended coperto dal ciclo di feedback negativo. Tali dispositivi a seconda dell'implementazione della centralina possono essere divisi in due tipi: un collegamento in serie di una valvola a farfalla ed un transistore; con una connessione seriale e una connessione transistore di regolatore induttore parallelo.