676 Shares 7387 views

Chi è un anarchico e che cosa vuole?

Il XX secolo è stata l'epoca dello sviluppo delle varie teorie sociali, esprimendo il desiderio di pensare i membri della società per migliorare le relazioni sociali. Secondo la maggior parte dei filosofi, artisti, e talvolta townsfolk ordinaria, l'umanità è giunta ad un punto morto della civiltà, l'uscita dei quali rappresenta una persona semplice, e qualcuno – quasi impossibile.


La maggior parte dei pensatori sono stati unanimi che le relazioni tra i membri della società, basati principalmente sulla costrizione e materiali interessi, che porta alla degenerazione della razza umana. L'inibizione di alcuni altri segmenti della popolazione avrà luogo finché esiste lo stato, e l'operazione è inevitabile nelle condizioni delle relazioni merce-denaro, – che erano in solidarietà socialdemocratici e marxisti.

Alla fine del secolo sono diventati idee più paradossali e radicali popolari, in particolare quelli che hanno chiamato per l'eliminazione della radice di tutti i mali – la potenza in sé, espressa nell'ordine sociale pubblico.

La parola "anarchia" dà un'idea generale di chi è un anarchico. Il prefisso "en" nella lingua greca corrisponde al russo "no" o "no" e "arhie" significa potere. Così è l'uomo che nega l'formata per secoli la struttura gerarchica della gestione della società, che rappresentano non importa quanto totalitaria piramide in cima alla quale è il monarca, autocrate, usurpatore tiranno o un presidente democraticamente eletto.

Sulla questione di chi è un anarchico, la maggior parte delle persone che sono cresciuti in epoca sovietica, risposta sicura a: "Allora è Papandopulo!" Qualcuno ricordato a circa Nestor Makhno, la cui immagine è formata da l'arte del realismo socialista, non era meno una caricatura. La spiegazione di questo pregiudizio alla teoria di anarchia e il libero sviluppo della personalità semplice.

Una scena comune del film storica sovietica, una storia sugli eventi della guerra civile: Anarchist bandiera nera con lo slogan "Anarchy – la madre di ordine!", Sventolare la mano sopra la folla emarginati. C'è un forte commissario bolscevica che, ignorando la minaccia, dopo un breve discorso vince la vittoria ideologica. Chi è un anarchico, un comunista che ascolta e prende la sua parte? Di solito è intasato, non sanno nulla di politica contadina, confuso e lusingato le belle promesse. Dopo la bolscevica ha aperto gli occhi, si passa immediatamente l'Armata Rossa.

Per tutta la somiglianza dell'obiettivo indicato nel "Manifesto" ed espressa nella distruzione finale dello stato, i marxisti sostenuto che si verifica come risultato della rivoluzione socialista e successiva costruzione. In altre parole, apparecchi soppressione moriranno più presto rafforzata. Questa è la differenza principale tra i marxisti russi in nome di Trotsky e Ulyanov (Lenin) da bakunintsev, kropotkintsev o tolstojani.

Come molti fenomeni sociali, l'anarchismo è stato diviso in diverse tendenze. La maggior parte di loro hanno un atteggiamento negativo verso l' economia di mercato, ma alcuni è su questo tema un parere diverso. La questione di chi l'anarchico individualista e come si differenzia da anarchico-sindacalista o comunista anarchica, il criterio principale è l'atteggiamento verso la proprietà privata.

Allo stato attuale, in molti paesi post-sovietici il ruolo dello Stato è spesso limitato a raccogliere le tasse e proteggere gli interessi delle cosiddette élites dominanti. L'assenza o estrema scarsità di garanzie sociali, un misero sicurezza sociale, l'incapacità e mancanza di volontà delle autorità per affrontare questi problemi causano parti della popolazione sono seri dubbi la loro utilità. In tali circostanze, poi uno, poi un altro paese indipendente formata la loro alleanza di anarchici. I suoi fondatori sono consapevoli delle basse prospettive politiche guidati dal loro movimento, ma un certo numero di sostenitori di anarchia sempre. Di regola, sono legate all'anarchia come irrealistica, ma bel sogno.