374 Shares 8949 views

Otaku – chi sono

Il termine "otaku" ha diversi significati, a seconda di chi e dove usarlo. In Giappone, vuol dire una cosa, in America o in Russia – un po 'di più. Inoltre, con il passare del tempo, il concetto è cambiato – e continuerà a cambiare.


Storia e origini

Fino al 1980, otaku era una forma di trattamento rispettoso in lingua giapponese, come ad esempio -sama, -kun o -senpai. Questa parola è spesso usata come un pronome seconda persona, in questo modo, per esempio, ha usato l'eroina del anime "Macro", che per primo è uscito nelle sale nel 1982.

Nel mondo di oggi, tuttavia, la parola "otaku" – un'espressione gergale in giapponese, a significare diversi concetti differenti:

  • l'uomo, una forte passione per qualcosa – un hobby può essere qualsiasi cosa, da manga e anime di gioco e da collezione;
  • persona, anime entusiasta o manga;
  • C'è anche un terzo caso – che è apparso come un risultato di confusione tra i concetti di otaku e hikikomori.

Così otaku – chi è? Nel senso moderno del termine è stato utilizzato la prima volta nel 1980, nel lavoro di umorista e scrittore Akio Nakamori. Nel 1983, ha pubblicato in "studio" otaku "" la rivista Manga ciclo Burikko in cui il termine è usato in relazione ai tifosi.

Allo stesso tempo, animatore Haruhiko Mikimoto e Shoudzhi Kawamori usato la parola per comunicare tra di loro come una forma gentile di indirizzo (tutti gli stessi pronome personale 2 persone), in quanto alla fine del 1970.

Presumibilmente, così ha fatto alcuni membri di sottoculture (mentre il resto è andato al dialogo meno formale), e che è per questo che ha scelto Nakamori (questa causa hanno Morikawa Kaichiro, spiegando l'origine del termine).

La seconda versione del origine del concetto – fantascienza Motoko Arai, che ha usato -otaku come una valida forma di trattamento, ma nei lettori finali hanno adottato l'abitudine.

Giappone moderno

Negli anni '90 del secolo scorso il quadro negativo del termine spianato, e non vi era diversa da usare la parola otaku. Chi è adesso? Sicuramente fatto del tutto evidente – "un fan di qualsiasi cosa" appassionato appassionato di qualsiasi questione particolare. Ora, questo concetto si riferisce ai fan di qualsiasi cosa, ma è anche spesso legata ad Akihabara e la moda per "nyashnost".

Dizionario giapponese offre un'altra interpretazione del termine: secondo lui, "otaku" è stato originariamente utilizzato negli anni 80a nella cerchia di amici, che denota una molto informato in ogni soggetto umano.

In Giappone, la parola può essere paragonato a concetti come "fan", "specialista", "ricercatore" o anche "posseduta". Tutti questi termini esprimono un diverso livello di conoscenza e di interesse.

Qual è la differenza? Qual è la parola adatta meglio dipende da ciò che è considerato normale nella società, e che – non molto.

Archeologo, una ricerca acuto per antiche città, o il dottor Alan Grant nel film "Jurassic Park" sono considerati, in modo che i ricercatori. Si guardano positivamente alla società. E qualcuno come Professor Brown dal "Ritorno al futuro" avrebbe chiamato otaku – tenendo presente che i suoi hobby, la macchina del tempo, non si adatta la "norma".

Stati Uniti

Tutte queste difficoltà la società giapponese in modo molto diverso percepito in Occidente. La gente negli Stati Uniti mettono un significato diverso al termine otaku. Chi è qui – possiamo dire chiaramente e definitivamente che l'uomo anime affascinato e manga. Sami appassionati di animazione giapponese non hanno nulla contro – è la parola giapponese non porta un significato negativo.

Qual è l'otaku moderno

Gli occidentali non considerano che per essere un fan della anime – è male. Al contrario. Qui otaku – è spesso una persona che è "visto tutto". "Walking enciclopedia" di anime o manga (e non importa, l'uomo vede qualsiasi genere, o tutti in fila) che può consigliare su cosa vedere, in base ai gusti del questionario.

Come risultato della sua passione, volente o nolente, è diventato uno specialista nel genere anime, ma sa anche a guardare o leggere le opere più popolari – l'ultima caratteristica tipica otaku. Chi è da un punto di vista sociale – assolutamente tutti uguali con lo stesso successo può essere lo studente, impiegato o un atleta.

Inoltre, otaku, nemmeno imparare niente di speciale, ha un'idea sulla cultura giapponese e della moda, epoche sia moderni che precedenti, e sa anche qualche parola nella lingua del Giappone.

In questo aspetto, le abitudini, il grado di immersione in un hobby può variare notevolmente. Alcuni otaku raccogliere una collezione di dischi con periodici, immagini di personaggi preferiti, partecipano regolarmente incontri con persone che la pensano e agiscono fuori il cosplay conoscono i nomi di famosi seiyuu e-manga autori.

Altri sono in grado di visualizzare, senza fermarsi, seriale a 25 anime (circa 6 ore). Altri vanno a corsi di lingua giapponese in modo da essere in grado di leggere il manga originale.

Tra gli appassionati di anime ci sono scrittori di talento che crea storie interessanti – tra i quali Sergei Kim, Konstantin Coraggioso, Coviello, Ander Tal Sash, otaku Felix. Samizdat coinvolgendo questi e altri autori non hanno attirato meno lettori di te stesso anime.

Classificazione degli otaku giapponese

Nomura Research Institute (NRI) ha trascorso due profonde studio, il primo nel 2004 e il secondo – nel 2005. Di conseguenza, gli scienziati sono stati in grado di identificare 12 grandi aree di interesse:

  • per il gruppo più numeroso, 350 mila otaku – manga .;
  • . 280.000 è un fan di idoli pop e celebrità;
  • . 250 mila credevano il suo hobby di viaggio;
  • . 190 mila – gli appassionati di computer;
  • . 160 mila appassionati di videogiochi;
  • . 140.000 – automobili;
  • 110 mila -. Anime.

I restanti cinque categorie comprendono mobili, apparecchiature audio e video, macchine fotografiche, ventilatori, moda e treni.

Se si guarda direttamente presso gli appassionati di anime, è possibile selezionare un altro gruppo interessante – hentayschika.

Tra i generi di animazione giapponese è ciò che il resto della nazione avrebbe chiamato la pornografia – ma il sole che sorge per la questione è un po 'diverso. A causa di questo c'è anche un gruppo abbastanza specifico di otaku. Hentai – questo è ciò che è di interesse e un hobby per queste persone.

celebrità otaku

Anime dipendenti non solo la gente comune – tra le celebrità anche incontrare i fan di questo genere. Tra di loro – un popolare cantante giapponese Shoko Nakagawa (chiamando direttamente sé l'otaku manga e anime), cantante e attrice Mari Yaguchi, l'attrice Kasia Toshiki, Natsuki Kato e attrice e modella Tiyaki Kuriyama.

Fanfiction e samizdat

Dove c'è lavoro, non c'è una fanfiction – funziona allo stesso modo in relazione ai romanzi occidentali o soap opera, e in relazione alle anime e manga. E in alcuni casi si traduce in self-publishing. Otaku stanno creando le proprie opere in forma di disegni, racconti o romanzi, e spesso li pubblicano su internet o pubblicazioni specializzate a proprie spese.

A volte, tuttavia, a seguito di questa iniziativa c'è una nuova "stella" – e il cerchio inizia presso il nuovo: fanfiction è stato creato sulla base dei lavori della nuova popolare autore.

Samizdat otaku è popolare, soprattutto tra i fan delle opere originali. storie trovato – il personaggio principale – il mondo popadanets anime o manga-source o l'autore introduce un nuovo SG dello stesso mondo, o l'autore prende i personaggi principali dall'opera originale, la trama è completamente cambiando il gusto.

In russo fikrayterov "comunità" (il maggior numero di cui si possono trovare sul lib.ru) anime più fanfikshena. Secondo il "fumetto giapponese" non scrivere molti – tra i quali, ad esempio, noto in questi circoli otaku Felix, in un bene che funziona in tutto il mondo, "Bleach" e "Sekirei".

Sulla questione di adattamento sociale

Il più famoso anime, ha provocato la nascita di centinaia di fan fiction – "Naruto", "Bleach", "Evangelion", "Codice giass", "Shaman King», «un pezzo». Nella stessa lista, è possibile aggiungere e "maggiordomo Dark", "Death Note", "Fullmetal Alchemist", "Cavaliere del vampiro." Quanto sopra otaku Felix, per esempio, ha scritto diversi popolare tra gli appassionati fanfikshena opere del mondo "Bleach" – "Capitano" e il ciclo "Blank".

In Giappone per sé essere un mangaka (creatore di manga) – di avere una professione di tutto rispetto e, a seconda l'editore o la fama per ottenere paga decente.

Tuttavia, non appena l'autore comincia a ricevere il pagamento per il loro lavoro, egli cessa di essere un dilettante. Tuttavia, non cessa di essere un otaku. Felix, che è rappresentato nel self-publishing di rete è abbastanza buone opere fino superato questo tratto. E qui, per esempio, Nadezhda Kuzmina (autore di un ciclo di imperatrice e il Drago "Timiredis") pubblica già i loro libri come uno scrittore professionista.