424 Shares 6974 views

Economia politica. Il neoliberismo – è … (definizione) neoliberismo: la scuola del neoliberismo, i rappresentanti

La scienza economica per molto tempo è passato un lungo cammino fino ad oggi. Molte teorie e leggi sono stati aperti esso, studiato e sviluppato sulla loro base degli approcci più appropriati per la gestione delle attività umane. Economia politica esamina molti aspetti della teoria, di sua competenza. insegnamenti nuovi, gli atteggiamenti, le leggi e le ipotesi meritano l'attenzione degli scienziati, perché riguarda il benessere di tutta la società. Il neoliberismo – una nuova teoria economica, le cui caratteristiche e le tendenze nel campo della ricerca principale davvero meritano un'attenta considerazione.


emersione

Il neoliberismo è chiamata la nuova tendenza per l'economia, che privilegia l'organizzazione comune di gestione dello stato non interferenza nel processo di regolamentazione dei rapporti tra soggetti di relazioni industriali, commerciali. Questa tendenza è emersa nel 19 ° secolo.

L'origine di questa teoria è dal sistema liberale di scienziati britannici Adam Smith e David Ricardo. A loro parere, lo Stato dovrebbe intervenire nell'attività economica dei soggetti è minima.

Il neoliberismo – è anche il risultato della scuola di pensiero in Germania, i rappresentanti dei quali sono stati tra i primi a prendere in considerazione l'economia politica come scienza del comportamento della gestione economica nazionale.

Lo sviluppo e il miglioramento, il neoliberismo nella politica e l'economia ha generato un sacco di direzioni e insegnamenti divenne la base per ulteriori ricerche di scienziati di tutto il mondo.

I più famosi rappresentanti

Il neoliberismo, i cui membri appartengono alle tendenze moderne della scienza economica, caratterizzano in modo critico il keynesismo. A loro avviso, il ruolo dello Stato è solo quello di fornire le condizioni necessarie per creare concorrenza e di monitoraggio nelle zone in cui queste condizioni sono assenti.

Per neoliberisti sono tali scuole come neoavstriyskaya (V. Hayek), Chicago (Milton Friedman), Friburgo (Erhard L. e W. Eucken).

Grande variabilità di opinioni determinato lo sviluppo di molte scuole e si avvicina allo studio delle leggi della realtà economica.

principi di base

Ci sono alcuni principi di base del neoliberismo. Essi determinano lo status di insegnamento in questo settore. neoliberismo economico si basa su principi quali i diritti e le libertà della persona, konstitutsializm, l'uguaglianza di tutti i membri della società. I fattori determinanti per lo sviluppo delle relazioni economiche sono di proprietà privata e l'imprenditorialità.

L'autoregolamentazione dell'economia di mercato dovrebbe anche contribuire alle azioni di gestione centralizzata in ambito sociale. Ridistribuzione del reddito dovrebbe tener conto degli interessi dei poveri, in primo luogo. Si rafforza la giustizia sociale.

Sulla base dei principi fondamentali del liberalismo, il neoliberismo è stato in grado di adattarsi e di adottare una serie di nuove teorie e le tendenze insite in altri sistemi economici (compresi i socialisti).

Tedesco Scuola Storica

Nel 19 ° secolo in Germania un classico diffondere la scuola non ha ricevuto. Pertanto, apparve tendenza storica, che si basava su una serie di concetti. I suoi rappresentanti hanno sostenuto che le leggi economiche generali di produzione e distribuzione – narrativa, e spiega lo sviluppo corretto è il neoliberismo. Scuola del neoliberismo in questa direzione sono stati del parere che l'organizzazione economica di ogni paese deve operare secondo le proprie leggi. Essi definiscono la geografia e la storia, la cultura e le tradizioni nazionali del paese.

Individua tre fasi di sviluppo di questa direzione. Il primo datato 40-60 anni mi del 19 ° secolo. Questo cosiddetto vecchia scuola storica. La seconda fase è durata dagli anni '70 agli anni '90 del 19 ° secolo. Durante questo tempo si è formata una nuova scuola storica. Poi c'è stato creato l'ultima tendenza. Nel primo terzo del 20 ° secolo origine più recente scuola storica.

La vecchia scuola storica

Ha fondato la scuola storica di Liszt, che si sono opposti i classici inglesi. Ha definito i concetti di base che caratterizzano il neoliberismo. Scuola del neoliberismo, sulla base di questo periodo, ha mantenuto i principi fondamentali del suo punto di vista.

ricchezza sociale, secondo i sostenitori di questa direzione si ottiene con l'attività coordinata di persone. La politica in questo caso dovrebbe unire le masse ed educare la nazione con i valori dello sviluppo industriale. Per ogni fase della produzione ha dovrebbe essere implementato un proprio programma, che permette di raggiungere tutte le classi della società di alto livello.

Lo Stato, secondo Liszt, dovrebbe coprire l'intera nazione, i cui componenti classi hanno autonomia. Dirige lo sforzo principale dei singoli collegamenti nella giusta direzione per raggiungere gli interessi a lungo termine della società.

Nuova scuola storica

È venuto poi a sviluppare la teoria neoliberista nel nuovo ambiente. La Germania a quel tempo già esisteva come nazione unita, ma il culto dello stato e uno stato d'animo politica estera aggressiva segnato questo periodo.

Uno dei più brillanti rappresentanti del neoliberismo del tempo è diventato G. Schmoller. Ha parlato della necessità di una comunicazione di questa tendenza con l'etica, sociologia, storia e scienze politiche.

In pratica economica Schmoller identificato tre aree di attività: l'interesse personale, principi sociali, di beneficenza. Le funzioni dei rappresentanti dello stato visto questi punti di vista preoccupazione per l'educazione, la salute, lo sviluppo delle pubbliche relazioni interne, gli anziani, i bambini e le persone con disabilità. L. Brentano ha avanzato l'idea di eliminazione della disuguaglianza tra lavoratori.

L'ultima scuola storica

Il neoliberismo politico raggiunto i più grandi estremi in epoca pre-guerra. Werner Sombart nelle sue opere contrappone la "nazione di mercanti" (inglese) "una nazione di eroi" (tedesco). Egli credeva che questi ultimi hanno il diritto all'uso della forza militare per togliere i primi che hanno acquisito nel corso degli anni di sviluppo del commercio e dell'industria.

Questa direzione è attribuibile alla funzione di stato iniziatore pianificazione dello sviluppo economico nazionale. Ci sono state sollevate l'idea di rigida centralizzazione del potere e la classe divisione della società in classi. Questi punti di vista sono stati utilizzati dai nazisti tedeschi e divenne parte integrante delle loro politiche.

Allo stesso tempo, Weber ha esortato a considerare la realtà economica rispetto al suo modello ideale. Determinando deviazioni da questo, è stato indagato il grado di incoerenza. L'ideologia di base del neoliberismo, che è stato sviluppato al momento della scuola storica tedesca, ha continuato in altre aree del pensiero economico, ad esempio, nel istituzionalismo e ordoliberalizme americano.

scuola di Friburgo

Sulla base dei punti di vista della nuova scuola storica sviluppato Friburgo School. E 'chiamata anche ordoliberalnoy. Tuttavia, da questo punto di vista, il neoliberismo – questo insegnamento si concentra sui processi macroeconomici della società che supporta l'affermazione che la proprietà privata individuale dovrebbe essere rafforzato in tutti i mezzi di produzione. Ma lo Stato in termini di neo-liberali del periodo dovrebbe intervenire nell'economia, i suoi meccanismi del profitto e della concorrenza.

Uno dei rappresentanti di spicco di questa direzione è stato W. Eucken. Egli ha individuato due tipi di sistema economico. In una gestione centralizzata predominante, e negli altri – pubblico. Queste caratteristiche, a suo parere, si trovano in ogni sistema. Solo uno dei segni è dominato di più.

Chicago e la scuola neoavstriyskaya

Con la scuola neoavstriyskoy sono spettacolari viste panoramiche sul economista Friedrich Hayek. Ha sviluppato le opinioni di Adam Smith e ha parlato della forza guida della concorrenza. Gli scienziati dicono che l'emergere di ordine spontaneo nell'economia. Secondo lui, la concorrenza con l'aiuto delle variazioni dei prezzi rende chiaro ai partecipanti al mercato circa le opportunità che si aprono davanti a loro.

Egli credeva che i meccanismi di mercato sono implementati organizzazione inconscia. Pertanto, le informazioni dovrebbero essere diffuse liberamente. Ciò consentirà tutte le entità di mercato per organizzare nel migliore dei modi.

Il rappresentante più brillante della scuola di Chicago è Milton Friedman. Ha aderito all'idea che lo Stato non dovrebbe essere consentito di controllare il volume della produzione, i prezzi, l'occupazione e la creazione di ricchezza. Esso dovrebbe regolare solo il livello di moneta in circolazione. Secondo questo studioso, variazioni dell'offerta di denaro influisce in modo significativo le condizioni di mercato.

Milton Friedman ha sostenuto che il mercato può sia contribuire allo sviluppo sociale, e per impedirlo. Il neoliberismo in economia, a suo avviso, consente di evitare gli interventi negativi da parte di gruppi interessati di persone. Dopo tutto, il mercato goduto ogni sistema. L'unica differenza è nella quantità di potere che hanno i partecipanti diversi.

Dopo aver familiarizzato con i concetti di base e le direzioni delle idee economiche di questa zona, possiamo concludere che il neoliberismo – un sistema di credenze che afferma la forza motrice dominante nel autoregolamentazione del mercato. Lo stato allocato solo una certa funzione deterrente.