886 Shares 1597 views

I conflitti nell'organizzazione. Come risolverli?

Dato che non ci piacerebbe tornare, ma i conflitti nell'organizzazione, ahimè, non è raro. Piuttosto, è già "la prosa della vita", piuttosto che l'eccezione. In questa situazione esacerbare tutti i tipi di crisi, fare e dirigenti e dipendenti ordinari di cui preoccuparsi e di calcolare tutte le opzioni. In queste difficili condizioni dei moderni conflitti vita nell'organizzazione accadere più spesso, perché l'ambiente stesso è tesa al limite.


Ma in realtà ora senza via d'uscita, e non resta che mettere in su? E forse ci sono opzioni possibili per proteggersi da annosi conflitti e risolvere tutto pacificamente?

Torniamo ai consigli di professionisti psicologi in situazioni di conflitto. Quindi, se stagionato o conflitti si verificano periodicamente nella organizzazione, ricordare alcune regole.

In primo luogo, mettiti, per esempio, il posto del capo (ad esempio, la prendiamo in conflitto con la testa e non con i vostri colleghi o sottoposti per l'approccio in ogni caso dovrebbe essere completamente diverso). Pensate che, forse, il capo e non un tiranno, come si pensa. Sapete come la sua giornata? E non è meno carico di responsabilità di te. E molto probabilmente ancora più alto. Sopra la testa del avere anche loro capi e chiedere a lui, molto probabilmente più di quello che ti chiede. Mettiti al suo posto, credo, di questo molto più chiara.

In secondo luogo. Pensate a questo che anche lavorando a questo lavoro? Ci sono aspetti positivi che fanno si tiene a questo posto? Forse lo stipendio non è che le piccole, o semplicemente non hanno il tempo che altre proposte con uno stipendio più alto. Forse un posto di lavoro si trova accanto alla casa o dazi non sono così complicate e si esegue. Se ti concentri sulle cose positive, i conflitti professionali non sembreranno così inevitabile il male. Ovunque alla ricerca di aspetti positivi.

Inoltre, se i conflitti nell'organizzazione state rimosse dallo stato, e non si può fare nulla al riguardo, datevi un voto. Ad esempio, dovrei (dovrebbe) per finalizzare entro la fine di quest'anno. Poi mi prendo un congedo per vacanze / malattia e inizio difficile trovare un nuovo posto di lavoro. Non sedersi e pensare che ci si trova in un giogo che lega ora lavora qui tutta la mia vita adulta. Niente affatto. Non dovete niente a nessuno, come te nessuno dovrebbe. Un'altra cosa è che lasciare così dal conflitto, non si ottiene la garanzia che il vostro nuovo lavoro e la testa sarà "morbida e soffice", e la squadra ben coordinata. Come non vorrei deluderti, ma, ahimè, può accadere che nuovo lavoro ci si aspetta gli stessi problemi. Pertanto, dai conflitti è meglio non correre via. Dobbiamo lavorare su se stessi, per essere in grado di dire di no e per conoscere le tattiche di comportamento in situazioni di conflitto.

Il punto successivo, che è importante da ricordare, che porta il "combattimento" – guardare fuori per il fatto che si parla. Se si soccombere alle emozioni, piangere che non vogliono più lavorare in un ambiente del genere, considerare che cosa succede quando si terrà il conflitto? E sarà necessario. Vi sia necessario mantenere la mia promessa, o … ammettere che si sbagliavano.

E, ultimo ma non meno importante. Pensate se siete in grado di fare una buona impressione? Sei gradevole? Una persona che ha il suo sapore, piacevole nel dialogo, ben vestiti, fragranti sapori freschi, sa cosa le buone maniere, la parola corretta è, possono vantare una mancanza di cattive abitudini, arriva puntuale, contiene l'area di lavoro pulita, ecc – non può produrre una grande impressione sugli altri, compresi i loro superiori. Naturalmente, ciò non garantisce che il conflitto non sarà, ma la probabilità di "attacco ingiustificato" dagli altri è drasticamente ridotto. Tali persone sono rispettati.

I conflitti sul lavoro – non è un motivo per deprimersi.