283 Shares 7938 views

Stoicismo – che è per la direzione in filosofia? L'essenza e stoicismo caratteristica

Durante antica stoicismo filosofico – una sorta di omaggio alla virtù che insegna a tutti la morale, l'ordine e la responsabilità. Questi dogmi sono stabilite durante il periodo tardo ellenistico, e esistevano in società antica per secoli. Il suo nome, fondazioni ed essenza di questo movimento ha ricevuto in Grecia, ma ben presto divenne popolare durante l'Impero Romano. E 'impossibile dire che questo stoicismo, brevemente. Perché facciamo affidamento sugli scritti degli antichi saggi, più in generale, in considerazione questo concetto.


Origine e Descrizione

Data approssimativa della fondazione della scuola dello stoicismo nel mondo antico considerato IV secolo aC. Fu allora sotto il portico di Stoà Pecile tenuto la prima apparizione pubblica di Zenone di Kition. Ha svolto il ruolo del docente e ha detto a tutti di loro scoperte e riflessioni nel campo della filosofia. Così è diventato il fondatore di una nuova scuola, che è stato poi letteralmente ricoperto di altri dogmi e stereotipi. In generale, la filosofia stoica – è il coraggio, la fermezza, durezza e resistenza a tutte le sfide della vita. E 'giusto dire che l'immagine del tipico stoico come è stato raffigurato nella rappresentazione degli antichi saggi, saldamente radicata nella mente della società europea. Questo termine ha sempre caratterizzato resistenza umana, non sentimentale, uno che si sente un senso di dovere verso se stessi e gli altri. Anche la pena notare è che lo stoicismo – un rifiuto di ogni emozione, perché interferiscono con una persona di pensare razionalmente e prendere decisioni razionali.

periodizzazione

In questa materia, le opinioni degli studiosi sono diverse. Alcuni ricercatori distinguono nella storia di questa scuola del cosiddetto periodo di zero. Si ritiene che nei saggi Stoà Pecile che avevano appena prospettive stoica della vita, andando a altri 300 anni prima della nascita del fondatore di questo movimento. Purtroppo, i loro nomi persi.

Primo Periodo – Antica in piedi. E 'durato dal IV al II secolo aC. Il suo protagonista era, naturalmente, il fondatore – Zenon Kitiysky. Insieme a lui c'erano Cleante e Crisippo di Soli. La prima fase di stoicismo è considerato esclusivamente greca, come al di fuori dell'insegnamento paese non è ancora venuto fuori. Dopo la morte del suo mentore loro studenti impegnati nel mondo degli affari. Tra loro ci sono il Diogene di Babilonia, Casse di Mallus, Antipatro, e così via.

In piedi media, stoico o platonismo. Ci II al I secolo aC. I protagonisti dell'epoca – Posidonio e Panezio. Sono questi i rappresentanti di stoicismo ha cominciato a portare le loro conoscenze a Roma, dove in seguito sono diventati molto popolari. Scuola ha continuato a sviluppare i loro allievi – Dardan, Diodoto, Atenodoro e altri.

Tardo in piedi – I al II secolo dC. Questo periodo è conosciuto anche come romano stoicismo, in quanto è in questo stato ha continuato lo sviluppo della dottrina. I principali rappresentanti della terza età sono Mark Avrely, Seneca e Epitteto.

A volte gli scienziati hanno isolato e il quarto periodo di esistenza di questa scuola, che coinciderà con la terza. In quest'ultimo caso è rappresentato Piatonici stoici e pitagorici. L'attore principale è Filon Aleksandriysky.

Su quali basi è questa filosofia?

Al fine di comprendere, come stabilito al momento i saggi pensarono che hanno messo nella testa degli altri, abbiamo bisogno di capire che cosa è una dottrina di stoicismo. La teoria di questa scuola, che è "brevettato" Zenon, è stato diviso in tre parti. Questa era la logica, fisica ed etica (che è una sequenza). Spesso, è stato confrontato con un giardino fiorito, dove è la logica – recinzione di protezione, fisica – albero cresce, e l'etica – i suoi frutti. Analogamente a queste tre parti divise, e l'uovo – shell, tuorlo e bianco (in una sequenza nota). Collega Zenone, Cleante, credeva che stoicismo – che l'insegnamento è molto più diffusa, perché dovrebbe includere più componenti. Ha introdotto temi come la dialettica, la retorica, la politica, l'etica, la teologia e la fisica. Quegli uomini saggi che hanno continuato a sviluppare la dottrina dopo la morte del fondatore, restituiti alla teoria originale che include tre elementi.

logica

logica stoica consiste di conclusioni puramente teoriche, ciascuno dei quali deve essere corretta. Questa nota immediatamente che essi non possono essere confrontati, dal momento che la teoria di ogni successivo nega la correttezza di quello precedente. Passare questa fase dello studio è necessario perché, come sostenuto da Crisippo, cambia lo stato dell'anima materiale. Così, noi consideriamo brevemente alcune conclusioni logiche stoicismo:

  • E se c'è, poi c'è un VA è, quindi, ci sono VA
  • A e B, allo stesso tempo non esistono. E noi, quindi, non può esistere in.
  • V'è A o B. In questo caso, B è assente. Di conseguenza, esiste una.

fisica

Per capire questa sezione, è importante ricordare che lo stoicismo in filosofia – è qualcosa di puramente materiale. E 'sulla questione si basano tutti i suoi insegnamenti che rifiutano i sentimenti e le emozioni, e altre manifestazioni di qualcosa di impalpabile e inspiegabile. Così, gli stoici il mondo sembra come un organismo vivente, che è una parte del materiale del materiale Dio, che ha creato tutto questo. Esso ha pertanto l'uomo stesso, il destino dei quali è predeterminato dal Creatore – è in questo contesto indicato come roccia. A causa alcuna obiezione al progetto dell'Altissimo è inutile e anche punibile. Gli stoici credevano che, verso l'attuazione del suo uomo di debito soddisfa una passione che diventa il più importante della sua spina. Sbarazzarsi delle emozioni di una persona diventa un forte e pronto a combattere. La forza a sua volta – una questione delicata, che viene inviato dal Signore.

etica della stoicismo

L'aspetto etico degli stoici rispetto cosmopolitans. Essi sostengono che ogni persona è un cittadino dell'universo, e tutti sono uguali davanti il loro Creatore. Su una striscia sono padroni e schiavi, barbari e greci, uomini e donne. Antica stoicismo insegna a tutti di essere gentile, guide per la strada giusta, che rende l'auto-sviluppo e migliorare. In questo caso, ogni deviazione dal dogma, passioni tradizione o peccati ha commesso un atto considerato inferiore. Se più brevemente espresso, sono etica stoicismo è che ogni parte del mosaico è uno di una pluralità di elementi di disegno complessivo. E chi è d'accordo con questo destino è dietro di lui, e colui che nega il suo destino, si trascina.

Raccolga i dati,

Dopo abbiamo esaminato tutti gli elementi che compongono lo stoicismo, brevemente descrivere esso. È necessario vivere in armonia con la natura, senza danneggiare gli altri e se stessi. Si dovrebbe presentare al loro destino, andare con il flusso, perché tutto ha una ragione. Dovrebbe rimanere imparziali, forte e coraggiosa. Una persona deve essere sempre pronto a superare ogni ostacolo per diventare un migliore e più utile al mondo ea Dio. Stoicism anche peculiarità risiede nei suoi affetti. Di cui ci sono quattro: disgusto, piacere, paura e desiderio. Evitare di tale aiuto "O logos" – un giudizio corretto.

Antica in piedi e il suo sviluppo

In quei secoli, quando stoicismo nato solo in Grecia, ha indossato più teorica che pratica. Tutti i filosofi che erano i suoi sostenitori, tra cui il fondatore stesso, studiavano con attenzione la creazione della teoria, scrivendo fondamenta della nuova scuola. Sono riusciti, come possiamo osservare oggi. C'erano inferenze specifiche certa base materiale nella sezione "fisica", come pure i risultati che titolava la parola "etica". Secondo antichi saggi greci, l'essenza dello stoicismo consiste nella disputa. Ciò dimostra chiaramente i risultati che sono considerati essere logico. Forse è gli stoici sono della famosa frase gli autori "in una disputa realtà nata."

fase centrale dello sviluppo

A cavallo del cambio di epoche, quando la Grecia divenne una colonia del possente e potente di Roma, la conoscenza greci divenne proprietà del dell'Impero. I Romani, a sua volta, ha scelto di affrontare la strada, perché questa scuola di pensiero ha cessato di essere puramente teorica. A poco a poco, tutte le conoscenze acquisite dai Greci, ha cominciato ad essere applicate nella pratica. E cita i saggi greci hanno motivato molti dei soldati dell'esercito romano. Le loro parole servono come supporto e di sostegno per le persone che si perdono nella vita. Inoltre, nel corso degli anni stoici così abituati alla società, che poco a poco svanire facce (ma non completamente) tra padroni e schiavi, così come tra i sessi. In breve, la società romana diventare più umana, ragionevole e istruiti.

filosofia romana. Stoicismo nei suoi ultimi anni di esistenza

All'alba di una nuova era per questo che è già diventato una sorta di religione e carta non scritta di vita per ogni romano. L'intera logica di stoicismo, le sue conclusioni, le leggi e le metafore in passato. Nella vita incarnata le idee principali dei saggi greci – la materialità di tutto e di tutti, l'imparzialità e la sottomissione di roccia. Ma qui è necessario sottolineare che è nel mondo in questo momento inizia a diffondere il cristianesimo, che conquista a poco a poco tutti i paesi dell'Europa e dell'Asia. E qual è stato il caso durante l'Impero Romano? Per i romani, stoicismo – questo è tutto. Questo insegnamento è la loro vita, la loro fede. Essi credevano che la gente dovrebbe essere il più vicino alla natura. Egli è tenuto a rimanere fresco, molto calmo e riservato. Ma l'idea principale, che ha portato i romani stessi, sulla base della conoscenza dei Greci – è una lotta con la paura della morte. Secondo loro, la persona che si occupava di questa lacuna, è una delle parti più importanti dell'universo.

Caratteristiche dello sviluppo dello stoicismo a Roma

Chiaramente, se stiamo parlando di morte, su timori, allora è un chiaro segno che la filosofia si trasforma in teologia. In secondo luogo, come sapete, la gente ha paura, e quindi seguire tutti i dogmi, seguendo ogni regola incondizionatamente. Negli ultimi anni, lo stoicismo romano ha acquisito non solo una scala enorme, ma anche motivi pessimistiche. Per i suoi rappresentanti (ed era la stragrande maggioranza della società d'elite) la materia non era più auto-sviluppo e di unità con la natura, e la subordinazione completa della roccia, fino alla perdita del proprio "io". In questo caso, l'obiettivo principale è stato quello di affrontare la paura della morte. Voglio dire, tutti è stato fissato a che in qualsiasi momento non può essere e non c'è nulla di cui preoccuparsi. Soprattutto chiaramente tali motivi si vedono nelle opere di Epitteto. Essi trincerati dopo lo stoicismo si prese Mark Avrely – Imperatore delle grandi potenze.

Il contatto con il cristianesimo

Nei primi anni della sua esistenza, la religione cristiana non è in ogni angolo del globo ha trovato seguaci. Per molto tempo i popoli non possono rifiutarsi di credenze antiche, le tradizioni dei loro antenati. In alcuni casi, sono stati collegati con il cristianesimo (il dualismo), la stessa tendenza si osserva durante l'Impero Romano. Dal primo secolo dopo Cristo, nello stato su larga scala ha cominciato a diffondersi stoicismo. Questo può essere confrontato con le nuove leggi, che è diventato obbligatorio per tutti. Sul apatia e l'unità con la natura, i romani letteralmente pazza, ma ben presto i loro occhi cominciano a cambiare sotto l'influenza della nuova fede. Per un lungo tempo la gente, tra cui la dinastia regnante, non ha accettato il cristianesimo. Anni passati, e le fondamenta delle dottrine teologiche sono diventati complementari. Va tenuto presente che il cristianesimo in quel momento era la religione più giovane, ha bisogno di una certa base, che è stato in grado di fornire stoicismo. Ora si può chiaramente rintracciare questo rapporto. Dopo tutto, in entrambe le teorie, ci viene detto che non possiamo essere di parte, non si può indulgere in vizi, il male, la paura. Sia il cristianesimo e lo stoicismo – una dottrina di bontà, di conoscenza, di forza, e che il Signore opera in modi misteriosi, e ognuno di noi deve essere oggetto del piano di governo.

Paradossi e incidenti

Accade spesso che una certa dottrina, che si estende per diversi secoli, quindi, è fatta da persone diverse, il risultato è costituito da alcune incongruenze e assurdità. E 'stata una filosofia stoica tale. Questa dottrina nacque nel IV secolo aC e poi esisteva 600 anni. Durante lo sviluppo, non c'era solo una transizione da appatizma al pessimismo. Al cuore del problema è stato il fatto che le persone allo stesso tempo subordinato a Dio e al suo piano, ma allo stesso tempo rimane internamente libero. Che irrequietezza mentale predicato molti stoici in Grecia ea Roma. Gli studiosi moderni ritengono che questa è una delle parti alla dottrina logica. La prima conclusione è esclude corrette secondo e viceversa.

stoicismo oggi

Incontra nel 21 ° secolo la tipica stoico quasi impossibile. Il dogma degli antichi insegnamenti comprendere o ricercatori che sono impegnati in questo stretto, o teologi, i seguaci delle religioni prevalentemente orientali (ci sono più somiglianze con la filosofia dello stoicismo). Ognuno di noi in meno può ottenere la conoscenza degli antichi autori della Bibbia. In tutta onestà va ricordato che anche i precetti più sacri fondata sull'antica teologia romana. Ma a volte gli uomini del nostro tempo ancora chiamati Stoici. Questo accade quando una persona dà completamente up, diventa fatalista perde ogni fiducia in voi stessi e le vostre capacità. Queste persone – il tipico apatia, che prendono per scontato qualsiasi scherzo del destino, qualsiasi perdita o scoperta. Non hanno veramente godere la vita e non preoccupatevi se c'è qualcosa di terribile.

postfazione

Stoicismo filosofia – è una scienza, che esiste da secoli e ha dato luogo a un sacco di conoscenze e di dottrine che è emerso nel Medioevo. Gli stoici credevano che l'universo è materiale, e ciascuno della sua cellula, ogni elemento ha il suo proprio destino e lo scopo. Perché in ogni caso è impossibile resistere eventi che si verificano. Tutto ciò che accade ha la sua causa, e le persone che vivono in armonia con la natura, con il progresso della situazioni di vita, sarà una parte degna dell'universo. La stessa che si oppone tutto questo sarà infelice. Per il suo destino, in ogni caso destinato a, e non lontano da esso. Perché ognuno di noi ha una scelta. Una persona può venire a patti con il destino e vivere nella felicità e l'estasi fino alla sua morte. Od opporsi tutto, rendendo stessi e gli altri infelici.