556 Shares 5045 views

Moschea Blu – Storia e fatti interessanti

E 'facile chiamare l'architettura dei monumenti che tutto il mondo lodato Istanbul: la Moschea Blu, Hagia Sophia, il palazzo del sultano Top Kapi. Ma alla moschea – una storia particolare, e tra l'altro, un altro nome ufficiale: Ahmediya. E 'stato costruito per ragioni politiche giovane righello, Ahmed I, ed è stato chiamato in suo onore. All'inizio del XVII secolo la situazione in Turchia è abbastanza scosso l'arena politica. Per sottolineare la portata imperiale, il sovrano di grandi porti ha deciso di avviare la costruzione di un grande tempio.


Moschea Blu – dove un tempo sorgeva il palazzo degli imperatori bizantini, il nuovo santuario metropolitano doveva apparire. Istanbul a quel tempo già aveva uno il più grande tempio – Aya Sophia, convertito in modi islamici Christian Hagia Sophia di Costantinopoli. Tuttavia, il giovane sultano ambizioso ha deciso di costruire un tempio di Dio, inizialmente da tutti i canoni dell'Islam. Sovrintendere alla costruzione di un architetto esperto è stato nominato Sedefkar Mehmed Agha.

Prima che l'architetto è stato un compito difficile perché la Moschea Blu avrebbe dovuto salire proprio di fronte a Santa Sofia, non competere con essa, ma non aggiungere ad essa. Maestro è venuto fuori dalla situazione in modo adeguato. Due tempio sottilmente creare un unico orizzonte perché cupole Ahmediya formano una cascata, come in Santa Sofia. Basta sottilmente e discretamente architetto eredita lo stile bizantino, sapientemente diluendo con gli ottomani, solo leggermente deviare dai canoni islamici classici. Per l'interno di un enorme edificio non ha un aspetto scuro e cupo, l'architetto ha deciso di illuminare il problema programmando 260 finestre, finestre che sono stati ordinati a Venezia.

Dal momento che Sultan Ahmed di glorificare Allah ha ordinato qualcosa di speciale, la Moschea Blu è stato decorato con quattro minareti non è – negli angoli del recinto quadrato e un sei. Ciò ha portato ad un lieve imbarazzo nel mondo musulmano: prima un solo tempio aveva cinque minareti – la moschea di La Mecca. Pertanto, i mullah hanno visto in sei allegati al tempio della manifestazione sultano di orgoglio e persino il tentativo di sminuire il valore della santa Mecca per tutti i musulmani. Ahmed I mettere a tacere lo scandalo, la costruzione di ulteriori prosponsorirovav minareti del santuario della Mecca. Così, sono diventati sette, e la subordinazione non era rotto.

La Moschea Blu è un'altra caratteristica insolita: una nicchia per la preghiera, ricavata da un unico pezzo di marmo. Dal momento che il tempio costruito da Sultan, è stato fornito ingresso separato per il righello. È arrivato qui a cavallo, ma la catena è stata allungata prima di entrare i cancelli, e di viaggiare, Sultan necessariamente ha dovuto appoggiarsi. Così è stato dimostrato l'insignificanza d'uomo, vestito con suprema autorità anche a fronte di Allah. Il tempio era circondato da numerose estensioni: madrasse (scuole superiori e seminario), un caravanserraglio, un ospedale per i poveri, la cucina. Nel bel mezzo della fontana di acqua cortile per le abluzioni rituali.

La Moschea Blu è così chiamato a causa del grande numero di piastrelle blu, che decorano l'interno del tempio. Il giovane sultano, che ha iniziato la costruzione nel 1609, quando aveva solo 18 anni, solo un anno sarebbe felice di completare l'opera delle sue mani: la costruzione è stata completata nel 1616, e nel 1617 un Ahmed di 26 anni è morto di tifo. Il suo mausoleo si trova sotto le mura "Ahmediya" che la gente si riferisce con insistenza alla Moschea Blu.