819 Shares 5766 views

Che cosa è l'eroismo (definizione)? L'eroismo vero e falso

Nell'arsenale dell'industria cinematografica moderna, purtroppo o per fortuna, c'è semplicemente un numero impressionante di esempi più diversi di vero eroismo, a cui la generazione più giovane è uguale e ammirata da rappresentanti più o meno impressionabili della razza umana. Sandra Bullock, per esempio, da solo sopravvive nello spazio aperto, Hugh Laurie, all'immagine della dottoressa, salva un numero infinito di vite da lupus e il potente Terminator ritorna sulla Terra ancora una volta per risolvere tutti i suoi problemi urgenti.


Circa lo stesso accade con la letteratura moderna. Prendi ad esempio uno dei più recenti bestseller – il libro di Andy Weyer "The Martian", che è un adattamento della popolazione mondiale di lettura di Robinsonade. O il famoso "Canto di Ghiaccio e Fiamma" crudele e spietato ai suoi eroi George Martin – tutto questo è scritto sugli eroi.

Salvezza del mondo

La domanda "che cosa è l'eroismo?" A prima vista sembra piuttosto stupido e inutile. La maggior parte delle persone sarà in grado di rispondere senza un solo secondo di pensiero e ragionamento. Infatti – perché filosofare eccessivo, se l'idea degli eroi innanzitutto per ognuno di loro, e in secondo luogo, è investita ciascuno con i primi anni di racconti, canzoni, cartoni animati e capolavori del cinema?

Allora, qual è l'eroismo per l'uomo moderno? In generale, questa è la totalità delle qualità necessarie per compiere una buona causa come salvare il mondo, curare un terribile virus che trasforma tutti in un zombie o risolvendo il problema della disuguaglianza razziale. In una parola, per la maggior parte delle persone, esempi di eroismo sono inestricabilmente legati a una missione così globale.

Sessione spirituale per la comunicazione con gli antichi Greci

Come sapete, in Hellas si trova la culla della cultura mondiale moderna, e quindi chi altro sa esattamente quale eroismo, come non agli antichi Greci? Il fatto è che se si guarda in dettaglio all'antica mitologia, si può vedere il fatto che si tratta di dèi, persone, e come si potrebbe immaginare, gli eroi. Chi erano per i legislatori della filosofia e le tendenze dell'arte e dell'architettura?

La risposta è molto semplice: nella mente del greco antico, l'eroe è un essere nato da Dio e dall'uomo. Secondo un mito ben noto, questo era Ercole o Ercole, come gli antichi Romani lo chiamarono successivamente. È nato una donna terrena chiamata Alkmena dal supremo dio Olimpo chiamato Zeus, noto anche come il Thunderer.

Un'altra forma di eroismo per gli antichi Helleni era il famoso Achille, nato dalla dea del mare Thetis dal re Peleo. Odisseo, anche se non nato da Dio, era ancora il suo discendente – l'albero genealogico di questo personaggio mitologico risale a Hermes, la guida delle anime all'aldilà e il patrono dei viaggiatori.

Qual è l'eroismo degli antichi Greci? Oltre alla partecipazione incondizionata alle azioni, è anche un'origine speciale, una certa vicinanza all'inizio divino, con la possibile eccezione dell'immortalità che né Ercole, né Odisseo, né, come sapete, Achille non possedevano.

Comics-cultura

Per qualsiasi americano autosufficiente c'è anche un'idea leggermente diversa di eroi e eroismo. In questo caso, parliamo di rappresentanti della razza umana, dotati di super-abilità per un motivo o per un altro. Numerosi studi di fantasy MARVEL e DC fumetti oggi letteralmente non scendono dagli schermi di tutto il mondo.

Per la maggior parte dei bambini moderni, esempi reali di eroismo sono le realizzazioni di Iron Man, Batman, Captain America, Wolverine e un'intera legione di altri possessori di qualità soprannaturali.

Gli eroi degli slavi

Tuttavia, l'ipotesi che le azioni eccezionali siano caratteristiche solo per i rappresentanti della cultura occidentale non saranno corretti. Nonostante siano stati i vendicatori stranieri, i Gladiatori ei Terminatori che hanno inondato la coscienza di tutto il mondo, nella cultura slava esistono anche molti esempi di ragazzi così belli.

Il discorso in questo caso riguarda gli eroi gloriosi come Dobryni Nikitich, Alyosha Popovich e Svyatogor, che per qualche motivo tutti hanno cominciato a dimenticare. Tuttavia, anche se ignorate il tradizionale folklore slavo, resta sempre il celebre cane Mukhtar e lo zio Stepa.

Serio

L'eroismo vero e falso si trova nel mondo moderno praticamente ad ogni passo. Ottimi risultati talvolta si svolgono dietro l'angolo, e un piccolo gocciolamento gonfia su una scala globale.

Ciò che distingue tra il vero e il falso eroismo tra di loro, la questione è piuttosto filosofica, poiché ognuno ha la propria idea su questo punto. Per alcuni, la verità è nell'associazione di uno o altro atto, mentre altri differiscono questi concetti per se stessi misurando la scala.

In ogni caso, contrariamente alla credenza popolare, esiste l'eroismo nel nostro tempo e non è affatto a causa di abilità soprannaturali o di origine speciale.

Vivere e morire in nome dei bambini

Potresti iniziare la galleria di atti eccezionali con chiunque, ma alcune azioni sono particolarmente degne per non essere dimenticate. Insegnante eccezionale e l'uomo con una lettera maiuscola Janusz Korczak letteralmente ha dato la sua vita ai suoi allievi. Una volta nel ghetto di Varsavia, ha organizzato un orfanotrofio in cui sono stati rifugiati 192 bambini di età diversa.

In condizioni disumane, Korczak continuava a trattare, educare e insegnare i bambini, indipendentemente da ciò, cercando di trovare la possibilità di salvare i loro reparti. Poiché in quel momento tutti gli "elementi improduttivi" sono stati eliminati dagli Hitleriti, l'orfanotrofio è stato inviato al "campo di morte" di Treblinka. L'abilità pedagogica di Korczak era così grande che gli aveva portato perdono, ma l'insegnante ha rifiutato il biglietto per la libertà e ha trascorso le ultime ore più terribili con i bambini. Insieme all'assistente Stefania Vilchinskaya e allievi, Janusz Korczak ha assunto la morte di un martire in una camera a gas.

Una voce per mille voci

Qual è la democrazia americana adesso, se il grande Martin Luther King non ha detto il famoso discorso "Ho un sogno"?

Migliaia di persone hanno seguito il loro leader per proteggere i loro diritti civili e la loro dignità.

Tra la lotta e il sangue

L'eroismo in guerra è una cosa che sembra normale, ma non quando sei sei. Fu in questa epoca che Sergei Aleshkov, che ha partecipato alla difesa di Stalingrado, che ha raggiunto la Polonia, che ha salvato il suo comandante, è caduto nelle file dei combattenti sovietici durante la Grande Guerra Patriottica. Un ragazzo che prima di diventare un adulto è sopravvissuto in uno dei momenti più terribili della storia dell'umanità.

Tuttavia, l'eroismo nella guerra non è affatto sempre una volontà di sparare al nemico per sconfiggere o correre sotto i carri armati per salvare un partner. A volte è solo la capacità di rimanere umano nelle condizioni più disumane, quando le facce del bene e del male divengono particolarmente sottili.

Profondità di valore

Che cosa è l'eroismo? La definizione di questo termine, anche se sembra semplice, consente un numero enorme di interpretazioni. Questo è il primo volo di Yuri Gagarin nello spazio e l'educazione del proprio figlio durante la guerra, questa è una donazione di tutto il capitale per migliorare la qualità della vita nei paesi del terzo mondo e la volontà di aiutare un amico in una situazione critica.

Per qualcuno, un vero esempio di eroismo è l'abilità di Ramazi Datiashvili, un giovane microchirurgo che ha restituito la sua razza trentennale, tagliata da un raccoglitore.

Immortalizzato nei libri

L'eroismo nella letteratura ha trovato semplicemente un gran numero di riflessioni, a cominciare dai classici e finendo con la prosa moderna. Ad esempio, Markus Zuzak nel suo best seller Book Knight ha descritto la vera impresa di una famiglia tedesca che ha ospitato un ebreo nel suo basamento in mezzo alla Germania fascista.

L'eroismo perpetuato nella letteratura e Boris Pasternak, che ha scritto un lavoro immortale, un vero capolavoro dei classici mondiali, il romanzo Dottor Zhivago. Per fare buone azioni, non c'è bisogno di avere superpotenze affatto – basta solo essere una persona che crede al meglio e sia pronta per le disgrazie e le difficoltà mondane.