718 Shares 4261 views

"Merkava 4" – deserto Battleship

carro armato israeliano "Merkava 4", ideale per combattere nel deserto, è forse la macchina più originale e insolito combattimenti nella globale storia dello sviluppo del serbatoio. Se stessi come gli israeliani lo considerano il loro orgoglio nazionale, la più alta realizzazione di ingegneria militare e una chiara dimostrazione del potere e di invincibilità delle armi israeliane. Molti analisti occidentali e gli esperti ritengono che le sue caratteristiche tecniche macchine della serie "Merkava" sono superiori anche ai tedeschi "Leopardi" e russo T-90.


Oggi, "Merkava 4", le caratteristiche e le funzionalità di progettazione che hanno molte caratteristiche in comune con la precedente serie di macchine è il serbatoio più avanzato in questa famiglia. Ciò è confermato da esperti. Si potrebbe anche dire che lui – la corona e il culmine di un edificio carro armato israeliano. Da loro predecessori "Merkava 4" differisce notevolmente migliorata armatura modulare, che è pienamente coerente sia con la dottrina corazzata israeliana e l'intera strategia militare dello stato, che esiste in un ambiente arabo inizialmente ostile e condizioni molto limitate risorse umane. A questo proposito, la protezione dell'equipaggio è diventato il compito principale dei progettisti della corazzata "carro da guerra."

Il principale somiglianza con i precedenti modelli della serie è rimasto un layout molto particolare del serbatoio "Merkava 4". Una caratteristica di tutte le macchine di questa serie si sposta più vicino alla poppa della torre e la posizione del motore al (prua) parti anteriori. Questi sono gli attributi che sono diventati il segno distintivo delle corazzate del deserto e si può immediatamente identificare visivamente.

Come accennato in precedenza, l'ottimizzazione delle perdite in combattimento per la piccola, ma molto militante Israele sarà sempre al primo posto. Pertanto, quando si crea il serbatoio "Merkava 4" potenza di fuoco e prestazioni di guida spostata sullo sfondo, e l'attenzione era esclusivamente la sicurezza dell'equipaggio. E questo ha causato tali soluzioni di design insoliti in termini di layout della macchina e la sua protezione.

Rispetto ai precedenti modelli della famiglia nobile del serbatoio, tutti i componenti e assiemi "Merkava 4" sono stati migliorati e aggiornati in linea con lo spirito del tempo, la tecnologia e le tendenze moderne nelle strategie di sviluppo del serbatoio.

Eppure, a dispetto della sottolineatura e toccante riguardano progettisti carro armato israeliano circa la sicurezza e la vita dei loro soldati, che non ha dimenticato che il "Merkava 4" è soprattutto un carro armato. Pertanto, è rafforzata dalle installazione 120mm potere combattere fucili a canna liscia,. Una pistola simile è stato dotato anche al modello precedente – "Merkava 3". Ma ora la velocità del proiettile e la precisione del fuoco sono cresciute notevolmente. Ma questo aumento potenza di fuoco non era l'unica nuova funzione – su questa macchina installare un moderno sistema missilistico lahat. Secondo i funzionari militari israeliani, questi missili possono impegnarsi in modo efficace bersagli a terra, non solo, ma anche l'aria.

Nel suo terreno e le qualità di velocità "Merkava 4" può ben competere con la turbina a gas statunitense "Abrams". Questo è tutto, ovviamente, vantaggi molto importante, ma la cosa più importante è nascosto da occhi indiscreti all'interno della macchina. Luoghi di tutti i membri dell'equipaggio sono dotate di monitor a colori a schermo piatto da incasso, che è il terminale della nuova coordinamento e gestione combattimento. Questo sistema elettronico rende tutto l'esercito in un unico organismo, legando il comandante dell'equipaggio con la rete di informazione globale delle forze armate di Israele. Il monitor riceve continuamente informazioni sul nemico e circa il dispiegamento dell'esercito israeliano. Meccanico con l'aiuto di sofisticati video può vedere il vostro carro armato da qualsiasi angolazione. Inoltre, gli ultra-moderni "carri" è equipaggiato con il più recente sistema di sorveglianza a raggi infrarossi, che, combinato con il computer balistico permette di controllare la situazione, anche in condizioni di visibilità zero.