180 Shares 6121 views

Chi paga il prestito in caso di morte del mutuatario: la legge, le regole di rimborso e le raccomandazioni

La morte di una persona vicina – è sempre una tragedia. Ma a volte provoca problemi più sgradevoli che si riferiscono ai finanziamenti. E no, non stiamo parlando l'eredità, ma i crediti. Al giorno d'oggi, molti utilizzano i servizi delle banche – fanno i prestiti ipotecari. Ma chi paga il prestito in caso di morte del mutuatario? Beh, questa domanda ha una risposta.


Chi è responsabile?

Il tema è davvero complicato. La risposta alla domanda di chi paga il prestito in caso di morte del mutuatario dipende dalla massa delle sfumature. E hanno bisogno di essere elencati.

Così, il caso più comune – il debito ereditato. Diciamo che è morto un uomo anziano, che aveva un figlio, e lasciò in eredità a lui i loro risparmi e proprietà. Ma insieme a questo uomo va al debito dei suoi genitori. Cosa fare?

In primo luogo – di aspettare fino a quando l'eredità entrerà in vigore. Questo di solito si verifica entro 6 mesi dopo la morte. Durante questo periodo, gli eredi dividono la proprietà e debiti del defunto. Se sono d'accordo a pagare il prestito in buona fede, poi c'è il rinnovo del contratto di credito. Sebbene la maggior parte della banca non ha intenzione di aspettare la scadenza di 6 mesi e comincia a esigere immediatamente il pagamento. Ma! In ogni caso, l'erede paga i relativi debiti in base alla quantità di beni che ha ricevuto. Se, per esempio, ha ottenuto 300.000 rubli, e il defunto deve alla banca un milione, non è tenuto a dare il proprio denaro per pagare.

Con un impegno

Ma non è tutto quello che c'è da sapere su chi paga il prestito in caso di morte del mutuatario. Cosa fare se il prestito è stato emesso proprietà cauzione acquisito defunto? Appartamenti, per esempio, o la macchina? In questo caso, l'erede ottiene la garanzia e il diritto di disporne a piacimento. Una variante dei due. E questo è quello che sono:

  • Per ripagare il debito residuo. Utilizzare l'auto acquistata o vivono in appartamento ereditato relativa al mutuo registrati.
  • Per vendere la garanzia. Così sarà in grado di prendere due piccioni con una fava – vicino dovere e prendere un "profitto".

A proposito, ci sono situazioni, quando si scopre che la proprietà del defunto, e il risparmio sono decorate in uno che non è ancora un adulto. Chi paga il prestito in caso di morte del mutuatario, in questo caso? I genitori o tutori di un minore. Ma mentre la banca prende in considerazione ogni azione legale. Poiché è importante che nulla era in contrasto con i diritti dei minori.

Nel caso dei prestiti assicurati

Questo – una situazione particolare. Se un prestito, progettato la luce ha lasciato la persona è stata assicurata, per pagare sarà più facile che in altri casi. Perché? E perché sarà trattare con l'azienda, di prestito assicurato. Tuttavia, anche qui ci sono insidie.

Nessuno vuole a parte con i loro fondi, in particolare le compagnie di assicurazione, e non v'è una grande probabilità di fallimento. La morte della società debitrice semplicemente non può accettare la situazione di assicurazione! Questo avviene nei casi in cui la persona è morta:

  • In guerra o in prigione / colonia penale.
  • Durante lo sport estremo di classe (immersioni o di paracadutismo).
  • A causa di infezione da radiazioni o veneree la natura della malattia.

Se il caso non corrisponde a nulla di quanto sopra, l'assicurazione non vuole pagare il debito, si può fare riferimento al fatto che una persona ha lasciato questo mondo a causa di malattie croniche. Se, per esempio, è morto a causa di avvelenamento da alcol, gli agenti sono perfettamente in grado di dire che questo è dovuto al suo fegato non sano. Ho fumato un sacco? Poi tutto sarà cancellato nella malattia cardiaca congenita. Ma così fanno le aziende di solito senza scrupoli. Quelle aziende che occupano le prime righe i feedback di affidabilità, sono in buona fede.

garanzia

E per quanto riguarda il modo di rimborsare il prestito in caso di morte, se non è stato assicurato? Questo – la stessa situazione, che è stato descritto all'inizio. Debito ereditato. Ma un'occasione speciale – quello in cui quando si effettua un popolo di prestito si rivolse per aiuto al garante. Questo è – un volontario, di solito incluso in una cerchia di amici stretti, garantendo la solvibilità accreditato. Non tutti sono d'accordo ad agire nel suo ruolo, come se ad una persona succede qualcosa, il debito cadrà sulle spalle del garante. Avrà bisogno non solo per dare i debiti bancari, ma anche tutto l'interesse ed i costi spesi dal creditore necessario per attrarre responsabilità del garante.

Compensazione per il garante

E poi ci sono sfumature. Ad esempio, un prestito di fare una persona che ha abbastanza adulto bambini lavoratori – eredi. Ma era un amico intimo del garante. Che cosa allora? In questo caso, il debito deve pagare gli eredi. Ma se sono senza scrupoli, possono semplicemente l'ignorano. E poi "pagare le bollette" hanno bisogno di un garante. Ma! Ha tutto il diritto di esigere eredi che senza scrupoli danni in pieno, rivolgendosi ai tribunali. Tuttavia, è solo dopo il pagamento del prestito.

Che cosa dovrebbe essere ricordato?

Ci sono un sacco di sfumature relative alla questione di chi pagherà il prestito in caso di morte del mutuatario. Ecco uno: la banca, nonostante la morte del suo cliente continua a maturare interessi. Per fare questo, v'è motivo di. Erede, secondo le regole comincia a rispondere dei debiti del defunto dal giorno in cui ha lasciato questo mondo. Ancora, alcuni oneri, sanzioni e multe possono essere contestate e vuoto. Tuttavia, è necessario andare in tribunale per questo. Ma di solito, se il mutuatario sta pagando i debiti regolarmente e ha dimostrato di essere in buona fede, la banca considera come un motivo valido per i pagamenti in ritardo e per la causa della morte è annullata.

azioni

Tuttavia, la stretta non è ancora la pena. Chi pagherà il prestito in caso di morte del mutuatario, come erede? No, perché è necessario raccogliere le idee e seguire queste istruzioni:

  • In primo luogo ottenere un certificato di morte.
  • Poi – contattare la banca per segnalare l'incidente. E 'meglio per venire in ufficio, e subito il certificato di morte.
  • Poi si va al notaio. V'è redatto e certificato da una dichiarazione di accettazione di eredità.
  • La fase successiva – un bambino di sei mesi di attesa. Come già accennato, dopo 6 mesi, la persona entra in diritti del erede.
  • Allora avete bisogno di fare una dichiarazione dei redditi al fine di pagare una certa percentuale del patrimonio.
  • Dopo di che, la gente deve andare alla banca per il rinnovo del contratto di finanziamento e procedere con il pagamento dei debiti.

Come si può vedere, niente di complicato, in modo da prendere una risoluzione di questi problemi è auspicabile il più presto possibile. Il prestito e la morte del mutuatario – è enorme difficoltà in grossi guai, ma la gente Sooner iniziano alle azioni di cui sopra, meglio è.

Come evitare la responsabilità?

Le raccomandazioni di cui sopra possono aiutare le persone colpite dalle questioni discusse. Ma se si vuole rimborsare il prestito in caso di morte del mutuatario? "Probabilmente perché si può in qualche modo evitare questo?" – così tante persone stanno chiedendo. Beh, in realtà è possibile. A tal fine, l'erede deve rinunciare a tutti i beni che aveva lasciato in eredità. Durante i sei mesi.

Prima di decidere di fare questo passo, è necessario riflettere su tutti, perché il rifiuto di lasciti o cambiamento non sarà rimborsato. La minore, tra l'altro, può rifiutare l'eredità solo se riceve un permesso formale autorità di tutela.

E se è morto e ha lasciato del mutuatario garante questa luce? Questo è, tuttavia, molto raro. In tali situazioni, il debito non viene trasferito ad altri eredi e persone care. Cosa succede al mutuo in caso di decesso del mutuatario e co-firmatario? Questa è la gestione della banca deve preoccuparsi – molto probabilmente, cercheranno successori.

sozaomschikov Informazioni

Ora i prestiti possono essere emessi insieme a qualcuno. Con un parente, naturalmente, o con un "secondo tempo" ufficiale. Poi i due uomini hanno deciso di andare in banca per un prestito, diventando sozaomschikami. Ma se si dà il caso che uno di loro è morto, chi pagherà?

Per rimborsare il prestito in caso di morte del mutuatario dovrà ancora. Ci sono tre opzioni. E questo è quello che sono:

  • Sozaomschik inviato alla banca con un certificato di morte e rinnovare il contratto di prestito. Di conseguenza, tutti i debiti cadono sulle spalle.
  • L'uomo è qualcuno che lo può aiutare in pagamenti. Cioè, per diventare il suo nuovo sozaomschikom. Tuttavia, lui e il suo reddito deve soddisfare i requisiti della banca.
  • Sozaomschik decide di rinunciare a metà del debito di proprietà del defunto, e continua a pagare solo "loro" parte.

Quest'ultimo caso è speciale. Ad esempio, se l'obiettivo sozaomschiki ha emesso un prestito per comprare un appartamento, la banca venderà la proprietà. Egli procede a rimborsare il loro debito residuo totale. Ma la parte che in precedenza pagato sozaomschik, che è vivo, lui sarà dato.

violazioni

Alcune persone che ha ottenuto non solo un patrimonio, ma anche un debito sul prestito, decidono di "astuzia" la banca. Essi non abbandonano la loro proprietà ereditata, ma non fanno nulla di quanto sopra, per il rinnovo del contratto di prestito. In questo caso, la banca diventa servizio esecutivo. E poi l'erede, speso i loro soldi sui pagamenti del debito, è necessario rispondere davanti a un tribunale e rovinato non solo a rimborsare il prestito e gli interessi, ma anche al risarcimento dei costi finanziari della banca. In caso contrario, c'è il rischio di perdere la proprietà. La banca semplicemente può vendere per recuperare le loro perdite.

Tuttavia, se il creditore non si è affermata entro sei mesi dopo la morte del cliente, il prestito viene annullata. Ciò è necessario anche ricordare.