777 Shares 3836 views

Le attività correnti, la loro essenza e l'analisi

Ciò include anche la nozione di "attività correnti"? Si riferisce a tutta la massa di anticipi nella creazione di circolazione di fondi e produzione di fondi di rotazione che forniscono loro circuito continuo. Per comprendere la natura di queste attività dovrebbe essere capire a fondo il loro scopo e il movimento in azienda. In un circuito in serie attività correnti sono 3 fasi: contanti, inventario, delle materie prime.


Il primo passo è la circolazione monetaria, alla quale la transizione nelle riserve di liquidità sono destinate a produrre. In parole povere, l'entità acquista oggetti del lavoro (e di materie prime) e mezzi di lavoro (durata di vita fino a 1 anno).

fase produttiva coinvolge avanzare il valore creato dalla produzione, ma non in pieno, e nella quantità di scorte consumato. A questo punto, si è formata un work in progress e non v'è un anticipo del costo del lavoro (salari) e la parte di immobilizzazioni.

Nel passo merce continua ad avanzare lavoro prodotto finale (prodotto finito). In precedenza, che lavorano progressi capitale sono rimborsati con i proventi solo nel momento in cui la forma di merce del valore creato viene convertito in denaro, ma in poche parole, al momento della vendita. L'importo minimo stimato necessario per il buon funzionamento delle imprese, istituito norma di beni circolanti.

Dal momento che ogni attività produttiva dipende dall'uso efficiente del capitale e le dimensioni di lavoro, l'analisi dettagliata delle attività correnti della società svolge un ruolo primario nel controllo amministrativo di efficienza aziendale.

Tutte le correnti (mobili e correnti) beni della società sono riportati in bilancio, vale a dire, nella sua seconda parte. Analisi di solito inizia con il raggruppamento dei beni in base al grado di liquidità. Nel processo di raggruppamento circolante sono distribuiti secondo parametri:

– più facile applicazione, che hanno il più basso grado di rischio in termini di liquidità. Tali attività comprendono la cassa, titoli, cambiali;

– le attività negoziabili, che hanno un basso grado di rischio. Questi includono: conti controparti crediti, con situazione finanziaria stabile, tutte le scorte di magazzino (ad eccezione di stantio), prodotti finiti di forte domanda,

– le attività che hanno un elevato grado di liquidità. Questi includono semilavorati e prodotti finiti aventi fini industriali;

– un po 'di liquido (non liquidi) circolante con un alto grado di realizzazione rischio. Questi includono: risorse materiali stantio, conti controparti crediti che hanno una condizione finanziaria negativa, prodotti finiti a basso fabbisogno.

Durante l'analisi valuta le dinamiche delle relazioni attività illiquide e tutte le attività correnti. Aumentando il rapporto mostra un calo della liquidità. Per l'analisi approfondita della composizione di un work in progress, inventario, prodotti finiti di tipi e gradi.

Analisi del fatturato dei beni circolanti deve essere effettuata regolarmente. indicatori generali di fatturato sono:

– turnover ratio, calcolato come rapporto tra il gettito per il patrimonio totale medio per un determinato periodo;

– la durata del fatturato è calcolato come rapporto tra la somma del saldo medio dei beni ad una giornata di entrate per il periodo.

Un buon indicatore è l'aumento di velocità rispetto ai periodi precedenti, come evidenziato dalla crescita di una razionale utilizzazione di tali attività.