380 Shares 4052 views

Rivoluzionario Grigory Petrovsky: biografia, successi, premi e curiosità

Grigory Petrovsky era un manager di talento, un sostenitore delle idee socialiste. La sua personalità difficilmente può essere definito di successo, avrebbe preferito tragico. Era in grado di passare il link, le carceri, la repressione, ma non ha potuto resistere controllo regime totalitario.


Alla fine della sua vita egli è stato in grado di sentire il rapporto Nikity Hruscheva, per vedere i cambiamenti nella politica del governo.

Esattamente novanta anni il suo nome faceva parte di un "nome complessa" della città, che è stato a lungo un simbolo dell'era sovietica.

primi anni

Nato Grigory Petrovsky apparso 1878/01/23 anno. E 'successo nel villaggio provincia di Pechenegi Kharkov nella famiglia di una lavandaia e un sarto. Tutto in famiglia è cresciuta con tre figli. Suo padre è morto presto, lasciando Gregorio al all'età di tre anni. Quando il ragazzo aveva quattordici anni, la famiglia si trasferì alla speranza di una vita migliore in Ekaterinoslav (ora Dnepr).

La scuola al ragazzo in seminario ha studiato un po 'più di due anni. E 'stato espulso a causa della impossibilità di pagare le tasse scolastiche. La famiglia non ha avuto cinque rubli a pagamento. Così tanto in quel momento valeva la pena una mucca. A undici anni, ha iniziato a lavorare nel laboratorio presso la stazione. Per quindici anni ha preso un Bryansk Steel Works.

attività rivoluzionarie fino al 1917

Lavorare in Ekaterinoslav, Peter aderito al "Unione di lotta." Dal 1898 è diventato un membro del POSDR. Sette anni più tardi, è stato nominato Segretario del Consiglio lavora in città sul fiume Dnepr.

Durante le sue attività rivoluzionarie Grigory Petrovsky stint triple in conclusione:

  • nel 1900;
  • nel 1903;
  • nel 1914 fu arrestato e condannato, privati di tutti i diritti e l'invio di insediamento di vita.

Per un po 'ha dovuto trascorrere in esilio.

Dal 1912 al 1914, Peter era alla Duma. Durante questo tempo, se ne uscì con le parole trentadue. Tra le sue performance ha sollevato il tema della creazione della scuola ucraino, lingua ucraina nell'assunzione delle istituzioni amministrative, la possibilità di svolgere le proprie attività ucraini istituzioni culturali ed educative.

Collegamento leader rivoluzionario ha preso il primo nella regione di Turukhansk, e dal 1916 – in Yakutia. Dopo la rivoluzione del 1917, è stato liberato.

Attività dopo la rivoluzione di febbraio

Liberato, Grigory Petrovsky divenne Commissario di Yakutia, e pochi mesi dopo è stata inviata alla festa sulla Donbass.

Carriera:

  • un membro del POSDR (b) in Ekaterinoslav;
  • un membro del Pre-Parlamento;
  • Commissario del Popolo degli Affari Interni della RSFSR;
  • Uno dei fondatori Vchk;
  • membro dei negoziati di pace di Brest;
  • indicazione del terrore rosso firmato;
  • CEC ha presieduto in Ucraino;
  • per conto dell'Unione Sovietica firmato il trattato che istituisce in tutta l'Unione;
  • Ha ricoperto altre posizioni importanti nel Comintern.

Peter era uno di quei rappresentanti dell'apparato del partito, che si è concentrata intorno a Mosca. Egli ha respinto la possibilità di creare un unico stato sovietico ucraino. Nel 1922, ha sostenuto il progetto di Stalin per la costituzione della RSFSR incorporando della Repubblica per l'autonomia. Egli non ha sostenuto la posizione del Skrypnyk, Rakovsky, Shumsky, che ha cercato di creare uno Stato federale con una polarizzazione confederazione.

Nel 1932, Petrovsky è stato inviato alla regione di Donetsk di essere responsabile per l'attuazione del procurement grano. È per questo che il suo nome compare sulla questione del coinvolgimento nel genocidio del popolo ucraino. Considerare se si tratta di uno dei colpevoli della morte di milioni di ucraini?

Petrovsky Grigory Ivanovich e Carestia

Essere responsabili per la raccolta del grano nel 1932, Peter ha visto la reale situazione nei villaggi dell'Ucraina. Ha scritto una lettera a Molotov e Stalin, in cui ha detto di fame e ha chiesto aiuto al villaggio ucraino. Non voleva la morte di persone, ma niente di più che scrivere una lettera non godute.

Gli storici moderni tendono a credere che Grigory Petrovsky (Holodomor 1932-1933) è stato coinvolto nel genocidio degli ucraini. Lui, al contrario, ha richiesto di emettere un ordine che chiude l'approvvigionamento di grano in Ucraina.

Nonostante questo comportamento, è stato rimosso dal suo incarico. Grigory Petrovsky (Holodomor è stato il momento peggiore per lui, come per tutti il popolo ucraino) sfuggiti alla repressione degli anni Trenta del Novecento. Al contrario, è stato nominato per diversi messaggi nella Consiglio Supremo dell'URSS. Questo è durato fino al 1938.

Anni di esilio onorario

Grigory Petrovsky, la cui biografia è associato con la creazione dell'Unione Sovietica, è stato respinto da tutti i messaggi a causa della connivenza rispetto ai "nemici del popolo". Per lungo tempo è rimasto senza lavoro. Stalin aveva a lungo voluto spostare il Petrovsky, che era anche per lui senza spina dorsale, ma non ha il coraggio a causa della grande autorità del leader SSR ucraino orientale. E 'stato rimosso da posizioni di leadership solo nel 1938 con il pretesto di migliorare a Mosca. Ma nella capitale, non era in grado di ottenere nel giro di due anni a causa degli ordini segreti di Stalin. La sua famiglia è stata costretta a difendersi da "pane e acqua".

Lo aiutò il compagno vice lavoro Fyodor Samoilov. Nel 1940 ha organizzato il Petrovsky nel Museo della Rivoluzione. Un ex collaboratore di Stalin ha iniziato a lavorare come assistente manager. Egli è riuscito a ottenere la posizione, perché non è necessario al fine di armonizzarlo al Comitato Centrale.

Gli ultimi anni della sua vita

Dopo la morte di Stalin Grigory Petrovsky biografia è collegato con il terrore rosso, è tornato alla vita pubblica. Si è esibito con i suoi ricordi al pubblico, fare giornalismo. E 'diventato l'ospite d'onore al famoso XX congresso del partito, in cui il sfatato "culto della personalità di Stalin".

Allo stesso tempo, ha continuato a lavorare nel Museo della Rivoluzione fino alla sua morte, avvenuta 09.01.1958 anni. E 'successo a Mosca, dove i suoi resti sono stati sepolti nel muro del Cremlino. Che cosa è successo ai figli del politico, che nel 1938 era l'esilio ad honorem?

Famiglia, la distruzione del partito

La sua prima moglie, Dominikoy Fedorovnoy Petrovskiy Grigoriy Ivanovich incontrato, mentre ancora lavorando presso lo stabilimento di Ekaterinoslav. Lo aiutò stampando volantini per il Primo Maggio. Significano che le persone devono lavorare otto ore e dormire otto ore a riposo per otto ore. Hanno vissuto fino alla morte della moglie, scomparso all'inizio della Seconda Guerra Mondiale.

Bambini Petrovsky:

  • Leonid – era un comandante militare sovietico fino a quando fu espulso dal partito alla vigilia della Grande Guerra Patriottica. E 'morto in battaglia nel 1941.
  • Peter – è stato uno statista, uno di quelli che hanno preso d'assalto il Palazzo d'Inverno nel 1938, è stato arrestato e fucilato nel 1941 dai rappresentanti del NKVD.
  • Antonina – era sposata con il figlio del famoso scrittore ucraino Yuri Kotsyubinskoe, poi per gli operai del partito Solomonom Zagerom. Entrambi gli uomini sono stati repressi nel 1937, lo stesso anno suo figlio Kotsyubyns'kogo sparato.

Peter ripetutamente scrisse lettere ai vertici aziendali, al fine di salvare i loro figli e le loro famiglie. Ma le sue suppliche caddero nel vuoto. Sons riabilitato solo dopo la morte di Stalin. A questo punto si erano riposati a lungo nel terreno e non aveva bisogno di riabilitazione.

La città Dnepropetrovsk

Nel corso degli anni, Grigoriy Ivanovich Petrovsky, la cui biografia è collegato con l'URSS, ha ricevuto sei ordini:

  • Lenin (due volte);
  • Bandiera Rossa ;
  • Red Banner del Lavoro (tre volte).

La sua vita è strettamente legata con la città di Ekaterinoslav, dove viveva con un giovane età. La sua carriera politica è iniziata qui. Fin dal suo arrivo al potere, Peter venne a lui ogni anno. Mentre a Mosca nel 1938, fu in grado di visitare la città sul Dnepr solo nel 1957.

E 'stato invitato al settantesimo anniversario della pianta, che portava il nome di Petrovsky. A quel tempo, "All-ucraina capo" era settantanove anni. Ha pronunciato un discorso al Palazzo di Ilyich, ha visitato l'impianto e ha parlato con i lavoratori.

Dal 1926, la città della sua giovinezza è stato chiamato Dnipropetrovsk. Egli stesso un uomo di Stato non era contento di questo onore. Un fatto interessante è che la maggior parte dei moderni abitanti delle città hanno creduto che il nome è associato non con la Pietro e con Pietro il Grande.

Oltre alla città in onore della politica sono stati chiamati, e altre città, così come le strade, le fabbriche, stazioni ferroviarie, parchi.

l'atteggiamento dei contemporanei

Grigory Petrovsky (rivoluzionario) è stata l'ultima discutibile rappresentante. Il suo monumento a Dnipropetrovsk (Dnipro) è stato quello di lanciare un gruppo di attivisti 2016/01/29 anno. La città stessa è stata rinominata 2016/05/19 a Dnipro. Dominio stesso rinomina non può ancora, perché il suo nome è sancito dalla Costituzione dell'Ucraina.

Questa è la biografia di una persona che non è pienamente in grado di adattarsi al regime, nella costruzione del quale è stato coinvolto direttamente. Politica sopravvissuto alla "purga" degli anni trenta, ma per questo ha dovuto pagare un prezzo pesante – sopravvivere alla morte della moglie e dei figli, a cadere dall'Olimpo politica, da molti anni vivono nella semi-oblio.