278 Shares 2813 views

Dopo la morte, che cosa accadrà al "altro mondo" dove l'anima vola via

Dopo la morte che ci attende? Questa domanda viene posta, probabilmente ognuno di noi. La morte spaventa molte persone. Di solito, è la paura che ci fa guardare per una risposta alla domanda: "Dopo la morte che ci attende" Tuttavia, non solo lui. Le persone spesso non possono sopportare la perdita dei propri cari, e questo è costringendoli a cercare le prove che c'è vita dopo la morte. A volte semplice curiosità ci spinge in questa materia. In ogni caso, la vita dopo la morte, molte persone sono interessate.


Afterlife greci

Forse la non esistenza – il più terribile nella morte. La gente ha paura dell'ignoto, il vuoto. A questo proposito, gli antichi abitanti della Terra sono stati ridotti ci attaccano. Ellen, per esempio, sapeva che la sua anima dopo la morte apparirà davanti al giudice, e poi passare attraverso un corridoio di Erebus (inferi). Se si dimostra indegno, poi vai a Tartaro. Se zarekomenduet è ben educati, riceveranno l'immortalità, e sarà situato sugli Champs Elysees nella beatitudine e gioia. Pertanto Ellen ha vissuto, non conoscendo la paura dell'incertezza. Tuttavia, ai nostri contemporanei non è così semplice. Molti che ora vive in dubbio ciò che ci attende dopo la morte.

Afterlife – questo è ciò che tutte le religioni convergono

La religione e gli scritti sacri di tutti i tempi e popoli del mondo, in una varietà di posizioni e le domande dimostrano consenso sul fatto che l'esistenza umana continua dopo la morte. Nell'antico Egitto, Grecia, India, Babilonia crede nell'immortalità dell'anima. Pertanto, possiamo dire che è l'esperienza collettiva dell'umanità. Tuttavia, se poteva venire per caso? Ha a un altro fondamento che il desiderio della vita eterna e la paura della morte? Da quello respinto da padri moderni che non dubito che l'anima è immortale?

Si può dire che, naturalmente, tutto è chiaro a loro. La storia di cielo e l'inferno noto a tutti. Padri della Chiesa in questa materia come i greci, che è stato messo nella corazza della fede e non hanno paura di nulla. Infatti, la Scrittura (Antico e Nuovo Testamento) per i cristiani sono la fonte principale della loro fede nella vita dopo la morte. Rafforzare la sua rivelazione, Epistole, e altri. I credenti non temono la morte fisica, perché sembra loro solo entrare nella altre forme di vita, in essere con Cristo.

La vita dopo la morte dal punto di vista cristiano,

Secondo la Bibbia, la vita terrena è una preparazione per la vita futura. Dopo la morte dell'anima è tutto ciò che ha fatto del bene e del male. Pertanto, dopo la morte del corpo fisico (davanti al Tribunale) iniziare la gioia o la sofferenza per esso. Si è determinato da quanto vivente sulla terra o di quell'anima. Giorni dopo la morte dei funerali – 3, 9 e 40 giorni. Perché sono esattamente? Ammettiamolo.

Subito dopo la morte l'anima lascia il corpo. I primi 2 giorni di esso, liberati dalle sue catene, godendo della libertà. In questo momento, l'anima può visitare quei luoghi sulla terra che erano particolarmente cari a lei in vita. Tuttavia, il giorno 3 dopo la morte di esso è già nelle altre aree. Nel cristianesimo noto rivelazione che data la comunicazione. Macario di Alessandria (morto nel 395) angelo. Ha detto che quando la chiesa nella tre giorni fa un'offerta, alla fine degli anni anima riceve dagli angeli guardia, sollievo nel dolore a causa della separazione dal corpo. Si alza perché ha fatto un'offerta e di ringraziamento nella chiesa, perché c'è una buona speranza nel mio cuore. Angelo ha anche detto che entro 2 giorni dei defunti sono autorizzati a camminare sulla terra con gli angeli situati a esso. Se l'anima ama il corpo, a volte si aggira intorno alla casa, che ha rotto con lui, o circa la bara, dove dovrebbe essere. Un'anima virtuosa va in un posto dove la giustizia. Il terzo giorno si sale al cielo per adorare Dio. Poi, dopo aver adorato lui, lui le mostra la bellezza del paradiso e dimora dei santi. L'anima vede tutto questo per 6 giorni, lodando il Creatore. Ammirando tutta questa bellezza, cambia e diventa dolorosa. Tuttavia, se l'anima è colpevole di alcun peccato, poi comincia a rimproverarsi, visto il santo piacere. Si rende conto che la vita sulla terra impegnati nella soddisfazione delle loro passioni e servire non a Dio, quindi non ha diritto di essere degno della sua bontà.

Una volta che entro 6 giorni di anima indirizzate tutta la gioia dei giusti, cioè il 9 giorno dopo la sua morte, sale di nuovo al culto degli angeli. È per questo che la chiesa nel 9 ° giorno fa del servizio e le offerte per i defunti. Dio dopo il secondo comando di culto ora inviare un anima all'inferno e mostrare il luogo di tormento, ci sono. Entro 30 giorni l'anima viene indossato in questi luoghi, tremando. Lei non vuole essere condannato all'inferno. Cosa succede nei 40 giorni dopo la sua morte? L'anima ascende di nuovo per adorare Dio. Dopo che determina il posto che merita, secondo la sua attività. Così, 40 giorni – all'estero, infine, che separa la vita terrena della vita eterna. Dal punto di vista religioso, è ancora più tragica data, oltre al fatto della morte fisica. 3, 9 e 40 giorni dopo la sua morte – questa volta dovrebbe essere particolarmente attiva a pregare per i defunti. Le preghiere possono aiutare la sua anima nell'aldilà.

Ciò solleva la questione su ciò che accade a una persona dopo l'anno della morte. Perché ogni anno sono impegnati scia? Devo dire che non hanno più bisogno per i defunti, ma per noi, che dovremmo ricordare la persona deceduta. L'anniversario non ha nulla a che fare con le prove che terminano in 40 giorni. Tra l'altro, se l'anima viene mandato all'inferno, non significa che sia definitivamente persi. Al momento del Giudizio Universale è il destino di tutti gli esseri umani, tra cui il defunto.

Il parere di musulmani, ebrei e buddisti

Un musulmano ritiene inoltre che la sua anima dopo la morte fisica si trasferisce in un altro mondo. Qui si è in attesa del giorno del giudizio. I buddisti credono che è costantemente rinasce, cambiando il corpo. Dopo la morte, è ancora una volta incarna in una veste diversa – si verifica la reincarnazione. Ebraismo, forse, parla della vita dopo la morte almeno. esistenza Extraterrestre nei libri di Mosè è citato molto raramente. La maggioranza degli ebrei crede che inferno e il paradiso esiste sulla terra. Tuttavia, sono convinto che la vita è eterna. Si continua dopo la morte di figli e nipoti.

Come trovare Hare Krishna

E solo il Krishna, che credono anche nella immortalità dell'anima, girando per gli argomenti empirici e logici. Per aiutarli a venire numerose segnalazioni di morte clinica, sperimentati da persone diverse. Molti di loro descrivono ciò che si arrampicavano sui corpi e collocati su un mondo sconosciuto al tunnel. La filosofia vedica viene anche in aiuto della Hare Krishna. Un ben noto argomento vedica, che l'anima è immortale, è che stiamo vivendo nel corpo, vedendo i suoi cambiamenti. Diventiamo attraverso gli anni del bambino al vecchio. Ma il fatto che siamo in grado di contemplare questi cambiamenti suggerisce che esistiamo al di fuori del corpo cambia l'osservatore è sempre al lato.

Cosa dicono i medici

Secondo il buon senso, non possiamo sapere cosa succede a una persona dopo la morte. Tanto più sorprendente che un certo numero di scienziati un altro parere. Questo è in primo luogo i medici. Pratica molti di loro confuta l'assioma che nessuno è tornato dai morti. I medici hanno familiarità prima persona con centinaia di "rimpatriati". E molti di voi hanno probabilmente almeno sentito parlare della morte clinica.

uscita scenario dell'anima dal corpo dopo la morte clinica

Tutto avviene di solito in uno scenario. Durante l'operazione, il cuore del paziente si ferma. Dopo di che, i medici accertare l'insorgenza di morte clinica. Cominciano rianimazione, cercando in ogni modo di avviare il cuore. i secondi contano, come il cervello e altri organi vitali nel giro di 5-6 minuti iniziano a soffrire di una mancanza di ossigeno (ipossia), che è pieno di tristi conseguenze.

Nel frattempo, il paziente è "fuori" del corpo, a guardare per un po 'di tempo per se stessi e le azioni mediche dall'alto, e poi nuotare verso la luce di un lungo corridoio. E poi, se si crede alle statistiche che gli scienziati britannici hanno raccolto nel corso degli ultimi 20 anni, circa il 72% delle "morti" sono in paradiso. Grazia scende su di loro, vedono angeli o amici e parenti defunti. Ognuno è ridere e gioire. Tuttavia, l'altro 28% descrivere non è una gioiosa immagine. Si tratta di coloro che, dopo la "morte" sono all'inferno. Pertanto, quando una qualche entità divina, che appare più spesso come un fascio di luce, dice loro che il loro tempo non è ancora arrivato, sono molto felice, e poi tornò al corpo. I medici pompati paziente il cui cuore inizia a battere di nuovo. Coloro che sono riusciti a guardare oltre la soglia della morte, ricordate questo per tutta la vita. E molti di loro condivise con parenti stretti e medici curanti hanno ricevuto una rivelazione.

Gli argomenti degli scettici

Abbiamo iniziato lo studio dei cosiddetti esperienze di pre-morte nel 1970. Continuano a questo giorno, anche se a questo proposito è stato rotto un sacco di copie. Qualcuno ha visto il fenomeno di queste esperienze la prova della vita eterna, mentre altri, al contrario, nei nostri giorni si sforzano di convincere tutti che il cielo e l'inferno, e tutto il "altro mondo" sono da qualche parte dentro di noi. Questo non è presumibilmente un luogo reale, e le allucinazioni derivante dalla perdita dei sensi. Si può essere d'accordo con questo suggerimento, ma perché poi queste allucinazioni a tutti così simili? E gli scettici domanda dare la vostra risposta. Si dice che il cervello viene privato di sangue ossigenato. Molto rapidamente, mentre fuori della corteccia visiva condivisione, ma i poli dei lobi occipitali, che hanno un doppio sistema di approvvigionamento di sangue è ancora funzionante. A causa di questo si restringe notevolmente il campo visivo. Resta solo una striscia stretta, che fornisce un "tubo", visione centrale. Questo è il tunnel desiderato. Così, almeno, dice Sergey Levitsky, membro del RAMS corrispondente.

Il caso della protesi

Tuttavia, coloro che sono riusciti a tornare dalla morte, la sua mente. Essi descrivono in dettaglio le azioni del team medico, che al momento dell'arresto cardiaco "evocato" su tutto il corpo. I pazienti parlano dei loro parenti che piangevano nei corridoi. Ad esempio, un paziente ha ripreso conoscenza dopo 7 giorni dopo la morte clinica, ha chiesto ai medici così gli hanno dato una protesi, che è stato rimosso durante l'intervento chirurgico. I medici non riuscivano a ricordare dove ha messo in subbuglio. E poi sfuggire l'onere che il paziente viene accuratamente chiamato il luogo in cui la protesi, dicendo allo stesso tempo, che durante il "viaggio" per ricordarlo. Si scopre che la medicina oggi non ha alcuna prova conclusiva che non c'è vita dopo la morte.

Certificato Natalia Bechtereva

Su questo tema si possono vedere dall'altra parte. In primo luogo, possiamo ricordare la legge di conservazione dell'energia. Inoltre, è possibile fare riferimento al fatto che l'inizio del l'energia è alla base di qualsiasi tipo di sostanza. E 'disponibile in uomo. Naturalmente, non scompare dopo il corpo muore. Questo è l'inizio rimane nel campo energetico del nostro pianeta. Tuttavia, ci sono delle eccezioni.

In particolare, Natalia Bekhterev testimoniato il fatto che dopo la morte del marito, il cervello umano è diventato un mistero per lei. Il fatto che il fantasma di suo marito ha cominciato ad essere una donna anche di giorno. Ha dato il suo consiglio, ha condiviso i suoi pensieri, dico dove si può trovare qualcosa. Si noti che anchilosante è uno scienziato di fama mondiale. Ma in realtà, ciò che sta accadendo non è in discussione. Natalya dice che non sa se si trattava di una visione di un prodotto della sua mente, che ha dimostrato di essere sotto stress, o qualcos'altro. Ma la donna afferma di sapere per certo – il marito non è immaginato lo vide in realtà.

"L'effetto di Solaris"

Gli scienziati si riferiscono alla comparsa di "fantasmi" o parenti stretti che sono morti, "l'effetto di Solaris". Un altro nome – la materializzazione del metodo è completa. Tuttavia, questo accade molto raramente. Molto probabilmente, l ' "effetto di Solaris" è stata osservata solo nei casi in cui v'è una abbastanza grande forza dolenti energia al campo del nostro pianeta "pull" fantasma cara persona.

L'esperienza Vsevoloda Zaporozhtsa

Se l'alimentazione non è sufficiente, venire in aiuto dei medium. Questo è quello che è successo con Vsevolod Zaporozhets, scienziato-geofisico. Era un sostenitore del materialismo scientifico per molti anni. Tuttavia, 70 anni dopo la morte della moglie, ha cambiato idea. Lo scienziato non poteva accettare la perdita, e cominciò a studiare la letteratura sulla vita dopo la morte, spiriti e spiritismo. In totale, ha svolto circa 460 sessioni, così come ha creato il libro "Lineamenti dell'universo", in cui ha descritto una tecnica che può essere usata per dimostrare la realtà della vita dopo la morte. Ancora più importante, è stato in grado di contattare la moglie. Nell'aldilà, lei è giovane e bella, come tutti gli altri che vi abitano. Secondo aratri, la spiegazione è semplice: il mondo dei morti è la realizzazione di prodotti dei loro desideri. In questo è simile al mondo terreno, e anche meglio di lui. In genere, le anime in esso, presentate in una bella forma, e in giovane età. Si sentono reale, come gli abitanti della terra. Abitare il mondo sotterraneo sono consapevoli della loro fisicità e può godersi la vita. I desideri e pensieri defunti crea abiti. L'amore in questo mondo viene salvato o appena acquisito. Tuttavia, i rapporti tra i sessi non hanno la sessualità, ma ancora si differenziano dai soliti sentimenti di amicizia. In questo mondo non c'è procreazione. Non c'è bisogno di mangiare al fine di mantenere la vita, ma alcuni mangiare per piacere o per abitudini della Terra. Mangiano principalmente di frutta, che crescono in abbondanza e molto bella. Tale è una storia interessante. Dopo la sua morte, forse questo è ciò che ci attende. Se è così, allora, oltre ai loro propri desideri, nulla da temere.

Abbiamo esaminato le risposte più popolari per la domanda: "Dopo la morte che ci attende?". Naturalmente, è in qualche misura solo immaginare che può essere dato per scontato. Dopo tutto, la scienza in questo campo sono ancora senza potere. I metodi che usa oggi è improbabile per aiutare a scoprire ciò che ci attende dopo la morte. Probabilmente, questo puzzle sarà lunga tormentare gli scienziati e molti di noi. Tuttavia, possiamo affermare: l'evidenza che la vita dopo la morte è reale, c'è molto di più che scettici argomenti.