224 Shares 8485 views

Libro della Sapienza: chi è il vero autore

"La sapienza" in greco della Bibbia – il libro, il contenuto principale dei quali è la dottrina di inizio, le proprietà e le azioni della Sapienza di Dio nel mondo. Nome di re Salomone a indica che l'autore è il suo racconto a volte in nome di un antico sovrano. Dopo tutto, è stato il primo maestro di saggezza biblica e la sua principale rappresentante. "Il libro della Sapienza" sul tema della sua molto simile alle "Proverbi di Salomone." Ma proveremo a che fare con coloro che sono anche il suo autore principale.


"La saggezza di Salomone" – il libro e il cibo per la mente

Dai tempi più antichi si credeva che questo lavoro sono state scritte da re Salomone. Questo parere, in particolare, hanno espresso tali padri e dottori della Chiesa, come Kliment Aleksandriysky, Tertulliano, san Cipriano, e in fondo si è basata sul fatto che il suo nome è apparso nell'iscrizione. Successivamente, questa affermazione è rafforzata difeso la Chiesa cattolica, secondo le sue dichiarazioni, il libro corrisponde ai canoni della chiesa.

Errore di giudizio consiste nel fatto che, in primo luogo, il "Libro della Sapienza" in originale è stato scritto in greco e non in ebraico; in secondo luogo, l'autore è familiarità con la filosofia greca – Platone, stoici ed epicurei; In terzo luogo, l'autore non è un residente della Palestina, e si riferisce ai costumi greci e costumi; e, in quarto luogo, il libro è considerato canonica e non può essere scritto da Solomon, se si parte da regolamento di Santi Apostoli e le Epistole di Afanasiya Velikogo.

Opinioni su l'autore

Nei giorni di Girolamo aveva un altro parere: che il "Libro della Sapienza" è stato scritto da Filon Aleksandriysky – il rappresentante del ebraica dogma vincolante ellenistica della religione ebraica con la filosofia greca. Questo parere è stato basato sul fatto che il prodotto era molto simile alla dottrina del Logos di Filone. Ma queste somiglianze erano esterno. Non si ritiene che l'autore di "Sapienza", che significava sotto Filone il Logos. E tra loro c'è una vista molto chiaro contrasto. Nel libro della Sapienza l'origine del peccato e della morte è spiegato come "invidia del diavolo", ma Philo ha sostenuto che non poteva, perché non credono nell'esistenza del male nel principio del mondo, e la caduta dei progenitori della Bibbia, che conosceva puramente allegorico. Anche la teoria della preesistenza sono percepiti in modo diverso – autore del libro e Filone. Secondo gli insegnamenti del libro buone anime vengono a pulire il corpo, secondo Philo – al contrario, le anime cadute e peccaminose mandato sulla terra nel corpo. Le loro opinioni differiscono anche dalle viste sull'origine di idolatria. Pertanto, Filone non avrebbe potuto scrivere questo libro.

I tentativi di trovare l'autore ha fallito, in modo da poter specificare solo il fatto che l'autore era un Ebreo, l'altra ellenistica, abbastanza educato, alessandrina ben versati nella filosofia greca.

Tempo, luogo e lo scopo della scrittura

Dopo approfondita analisi si può affermare che questo libro è stato scritto alla fine del regno di Tolomeo IV re (gg ok.221-217. AC) e molto probabilmente ad Alessandria d'Egitto. Lo si può vedere dal testo, l'autore è ben versato nella filosofia ebraica-alessandrina e fa allusioni alla religione egiziana.

Lo scopo di scrivere un trattato, si crede sia stata che il "Libro della Sapienza" era originariamente destinato per i re siriani ed egiziani per trasferire loro alcuni insegnamenti divini velate e messaggi.

contenuto

Il tema principale del contenuto del libro è l'insegnamento della saggezza delle due parti sulla base delle filosofie più noti. Il primo – una realtà oggettiva, non c'è stato dato nella sensazione. Il secondo – una realtà soggettiva, percepita dal senso dal punto di vista dell'obiettivo.

In questo caso, v'è un esempio molto semplice: il mondo è Dio. Si tratta di una realtà oggettiva (per così dire, un assioma da un punto di vista matematico, che non richiede la prova), che non si può toccare o sentire sul piano fisico. La sua saggezza viene visualizzato direttamente nella nostra anima. Per quanto riguarda il soggettivo, è il rapporto personale di ciascuno con Dio e la comprensione di ciò che offre a tutti coloro che credono in lui a livello spirituale.

tre parti

Il libro è diviso in tre sezioni principali: la prima (. IV Sec) dice che solo la saggezza può diventare presidente di raggiungere la vera immortalità beata, nonostante i falsi insegnamenti degli ebrei, che ha negato.

Il secondo (VI-IX Ch.) Porzione sostanzialmente dedicato agli insegnamenti della sua origine, nonché il valore più alto avente tali conoscenze e aspetti principali in termini di realizzazione.

La terza parte (X-XIX sec.) È l'esempio storico di ciò che può essere felice solo le persone che possiede questa saggezza. Non saperlo, la perdita o il rifiuto di ogni nazione conduce al degrado e alla distruzione (come egiziani e Canaan).

conclusione

Il libro "La Sapienza di Salomone" (le recensioni su di esso sono la testimonianza diretta) è uno dei documenti velikopochitaemyh di tutti i tempi, che mostra l'unità indissolubile di Dio e dell'uomo. Indipendentemente dalla sua origine non canonici tempi antichi era considerato un profondamente istruttivo per chi cerca lezioni di pietà e saggezza.