590 Shares 4940 views

Antica ape dal quale l'uomo si è evoluto

La sua somiglianza con le scimmie notato, probabilmente, e popoli primitivi. Ma, sempre più civilizzato immagine di un uomo che cerca di non percepire lo scimpanzé o gorilla come la sua somiglianza, perché lui si è rapidamente reso conto come la corona della creazione creatore onnipotente. Quando sono stati la teoria dell'evoluzione, sono attesi per i sapiens iniziali collegamento origine primate Homo, sono stati accolti con incredulità, e spesso ostile. scimmie antichi trovati all'inizio del pedigree di qualche lord inglese, percepiti nel migliore umorismo. Oggi, la scienza ha individuato gli antenati diretti della nostra specie che vivevano 25 milioni di anni fa.


antenato comune

Per dire che le persone si sono evoluti dalle scimmie, dal punto di vista dell'antropologia moderna – la scienza dell'uomo, la sua origine, è considerato errato. specie umana si è evoluta da pervolyudey (si chiamano ominidi), che è radicalmente diversa specie biologiche, piuttosto che una scimmia. Prima prachelovek – Australopithecus – apparso 6,5 milioni di anni fa, e l'antica scimmia diventare la nostra comune con moderne grandi scimmie antenato – circa 30 milioni di anni fa.

Metodi di studio dei resti fossili – l'unica prova esistente di animali antichi – sono costantemente in via di miglioramento. La scimmia più vecchio può spesso essere classificata da un frammento di mandibola o un dente. Questo porta al fatto che nello schema dell'evoluzione umana ci sono nuove unità che completano il quadro generale. Solo nel XXI secolo, più di una dozzina di tali oggetti trovati in varie regioni del pianeta.

classificazione

Questi moderni antropologia costantemente aggiornato, il che rende le regolazioni nella classificazione delle specie a cui la persona appartiene. Questo vale per unità più dettagliate, il sistema totale rimane incrollabile. Secondo recenti vista, la persona appartiene alla classe dei mammiferi, dell'ordine dei primati, sottordine Queste scimmie, la famiglia degli ominidi, vecchio uomo, specie e sottospecie di Homo sapiens sapiens (Nomo).

Classificazione più vicini "parenti" di una persona – un argomento di dibattito costante. Una possibilità potrebbe essere simile a questo:

  • Gruppo di primati:
    • Proscimmie.
    • Queste scimmie:
      • Dolgopyatova.
      • Di nuovo mondo.
      • Vecchio Mondo:
        • scimmie minore.
        • ominidi:
          • Ponginae:
            • Orangutan.
            • orangutan Borneysky.
            • orangutan di Sumatra.
        • ominidi:
          • gorilla:
            • gorilla occidentale.
            • gorilla orientale.
          • scimpanzé:
            • Scimpanzé comune.
            • scimpanzé pigmeo.
          • persone:
            • Homo sapiens.

L'origine delle scimmie

Determinare il tempo esatto e provenienza delle scimmie, così come molte altre specie, c'è come appare un'immagine graduale su Polaroid. Trovato in diverse aree del pianeta esploso completare il quadro generale, che sta diventando più chiara. Allo stesso tempo, ha riconosciuto che l'evoluzione non è una linea retta – è piuttosto simile al cespuglio dove molti rami sono vicoli ciechi. Pertanto, fino a quando la costruzione di almeno un segmento di un percorso chiaro da mammiferi primitivi a primatopodobnyh Nomo sapiens è ancora lontana, ma ci sono diversi punti di riferimento.

Purgatorius – piccolo, non più grande di un topo, animale viveva sugli alberi, nutrendosi di insetti nel Cretaceo superiore e periodo Paleogene (100-60 milioni di anni fa). Gli scienziati hanno messo al vertice della catena di evoluzione dei primati. Ha trovato solo l'inizio di segni (anatomica, comportamentali, ecc), caratteristici delle scimmie: relativamente grandi cervelli, le cinque dita sugli arti, minore fertilità con l'assenza della stagione riproduttiva, onnivori, e altri.

Inizia ominidi

Antica ape, antenati antropoidi, ha lasciato tracce dal tardo Oligocene (33-23 milioni di anni fa). Conservavano ancora le caratteristiche anatomiche scimmie del Vecchio Mondo sollevati dagli antropologi ad un livello inferiore: canale uditivo breve, situate al di fuori, in alcune specie – la presenza della coda, l'assenza di proporzioni specializzazione degli arti e alcune caratteristiche della struttura a scheletro nei polsi e piedi.

Tra questi animali fossili tra i più antichi prokonsulidy considerato. Caratteristiche della struttura dei denti, le proporzioni e le dimensioni del cranio con un aumento rispetto ad altre parti del suo reparto cervello agli scienziati-paleoantropologi prokonsulidov attribuiti al umanoide. Per questo tipo di scimmie fossili sono i proconsoli, kalepiteki, geliopiteki, nyanzapiteki e altri. Questi nomi sono state formate in gran parte dei nomi delle unità geografiche, nei pressi del quale sono stati trovati i frammenti fossili.

Rukvapitek

La maggior parte trova il maggior numero di ossa antiche paleoantropologi fanno sul continente africano. Nel febbraio 2013, è stato riferito paleoprimatologov scienziati provenienti da Stati Uniti, Australia e Tanzania sui risultati degli scavi nella valle Rukwa nel sud-ovest della Tanzania. Avevano trovato un frammento della mandibola con quattro denti – i resti di creature che vivevano ci sono 25,2 milioni di anni fa – che questa era l'età della roccia dove è stato scoperto il ritrovamento.

Sui dettagli della struttura della mascella e denti sono risultati essere il proprietario di appartenere ad una primitiva scimmie antropomorfe della prokonsulidov famiglia. Rukvapitek – così l'antenato degli ominidi è stato nominato, i più antichi fossili scimmie, perché ha 3 milioni di anni più di qualsiasi altro scoperto fino al 2013 paleoprimatov. Ci sono altre opinioni, ma sono connessi con il fatto che molti scienziati ritengono prokonsulidov esseri troppo primitivi per definire la loro vera antropoide. Ma questa domanda di classificazione, uno dei più controversi nella scienza.

driopithecus

Nell'era dei sedimenti geologici Miocene (12-8 milioni di anni fa) in Africa orientale, l'Europa e la Cina sono stati trovati resti di animali che gli scienziati paleoantropologi assegnato il ruolo di ramo evolutivo della prokonsulidov a questi ominidi. Driopithecus (greco "Drios." – Albero) – il cosiddetto antica scimmia che divenne l'antenato comune di scimpanzé, gorilla e gli esseri umani. Presenze e incontri ci permettono di capire che queste scimmie sono molto simili agli scimpanzé moderni hanno formato in una vasta popolazione, prima in Africa e poi diffuse in tutta Europa ed Eurasia.

Un aumento di circa 60 cm, questi animali stanno cercando di muovere gli arti inferiori, ma soprattutto vissuto sugli alberi e aveva una lunga "braccia". Antica driopithecus scimmia ha mangiato bacche e frutta, come risulta dalla struttura dei molari che avevano strato di smalto non molto spessa. Questo può essere visto driopithecus evidente rapporto con l'uomo, e la presenza di denti canini ben sviluppati li rende antenato ominide univocamente degli altri – scimpanzé e gorilla.

Gigantopithecus

Nel 1936, diversi denti insolita scimmia è caduto accidentalmente nelle mani dei paleontologi, vagamente umanoidi. Essi sono diventati una delle cause per il verificarsi di versioni dei loro forniture esistenti da un ramo sconosciuto degli antenati evolutivi dell'uomo. Il motivo principale per l'emergere di tali teorie è stata la vastità dei denti – erano il doppio dei denti gorilla. Gli esperti stimano che sembrava che i loro proprietari avevano una crescita superiore a 3 metri!

corpo della mandibola con i denti simili, e antichi giganti scimmia di fantasie macabre diventare un fatto scientifico è stato scoperto in 20 anni. Dopo una datazione più precisa dei reperti, è diventato chiaro che le grandi scimmie esistevano nello stesso tempo come Pithecanthropus (in greco "pitekos." – scimmia) – ape, vale a dire, circa 1 milione di anni fa. È stato suggerito che essi – progenitori umani diretti coinvolti nella scomparsa del più grande di tutti esistenti nel mondo delle scimmie.

giganti erbivori

Analisi dell'ambiente in cui frammenti delle ossa giganti sono stati trovati, e lo studio stesso mascelle e denti rivelato che l'alimento principale per Gigantopithecus servita bambù e altra vegetazione. Ma ci sono stati casi rilevati in una grotta, dove hanno trovato le ossa di scimmie, mostri, corna e zoccoli, che hanno permesso di considerare loro come onnivori. Mentre era lì, e gli strumenti di pietra giganti.

E 'seguita una conclusione logica: Gigantopithecus – antica crescita ape di fino a 4 metri e del peso di circa mezza tonnellata – un altro ramo dell'ominizzazione non realizzato. Si è constatato che il tempo della loro estinzione coincise con la scomparsa di altri giganti umanoidi – australopitechi africani. Possibile causa – eventi climatici che sono diventati fatali per i grandi ominidi.

Secondo le teorie dei cosiddetti cryptozoologists (in greco: "Kryptos" – segreto, nascosto), alcuni individui Gigantopithecus sopravvissuti ai nostri tempi, e ci sono nelle zone di persone della Terra difficili, dando origine alla leggenda del "yeti", Yeti, Bigfoot, Almasty e così via.

Macchie bianche nella biografia di Homo sapiens

Nonostante i progressi nella la paleoantropologia, nella catena evolutiva, dove il primo posto è occupato dalle antiche scimmie, da cui c'era un uomo, ci sono errori di durata fino a un milione di anni. Essi sono espressi in assenza di legami con il scientifica – genetica, microbiologiche, anatomico, ecc -. Confermare la relazione con specie precedenti e successivi ominidi.

Non v'è dubbio che, gradualmente, queste macchie bianche nella storia dell'origine dell'uomo scompariranno, e la sensazione di un inizio extraterrestri o divina della nostra civiltà, che vengono periodicamente annunciate sui canali di intrattenimento non hanno nulla a che fare con la scienza vera e propria.