844 Shares 8188 views

Rimangono se le foreste di bambù in cui vivono i panda?

Nonostante il fatto che i panda sono uno degli animali più amati, non sono immuni dagli effetti devastanti del cambiamento climatico. Bambù, quasi l'unica fonte di alimentazione orso nero e nero, in via di estinzione, cresce rapidamente e si moltiplica molto lentamente. Il fatto che solo una volta in trenta o trentacinque anni di germogli di bambù appaiono fiori e frutta, influenza fortemente la sua capacità di adattarsi ai cambiamenti climatici associati con il riscaldamento globale. Gli scienziati avvertono che parti delle foreste di bambù nelle montagne Qinling, abitati da panda, potrebbero scomparire. boschetti Area di bambù, che è alimentato orsi carino, a causa di cambiamenti climatici possono essere ridotti considerevolmente nel prossimo futuro. L'autore di un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Nature Climate Change, dedicato ai cambiamenti del clima globale, indica la necessità di creare riserve di cibo per gli orsi erbivori.


Pandas (foto) – gli unici rappresentanti della famiglia dell'Orso, che si nutrono principalmente su alimenti vegetali. Razione giornaliera medvedya- "vegetariano" è costituito da circa 20 kg di bambù. Negli ultimi anni, gli ambientalisti hanno cominciato a notare che in alcuni luoghi questi animali hanno cominciato a rivolgersi ad altre fonti di approvvigionamento. Ad esempio, nei casi di provincia di Sichuan, dove i panda salire in porcili e selezionati cibo dai loro abitanti.

Un gruppo di scienziati dell'Università americana in East Lansing (Michigan) ha condotto la sorveglianza nelle montagne della Cina centrale, dove vivono i panda. E 'sede di circa un quinto di tutta la popolazione della specie. Gli ecologisti hanno studiato il clima nelle montagne Qinling e di altri fattori locali, così come valutato il tasso di riduzione dei boschetti di bambù protette. I dati hanno permesso ai ricercatori di sviluppare un modello climatico speciale e prevedere come si svilupperà i più comuni tipi di bambù. Conclusioni ambientalisti non sono molto confortanti: tutte le parti della foresta di bambù nelle montagne Qinling, dove i panda vivono in questo momento, dovrebbero essere spariti per la fine del XXI secolo. A quel punto, secondo i calcoli di ecologisti, habitat orso bambù è ridotto di circa 80, o addirittura il 100 per cento. Adatto per la crescita del bambù rimarrà solo poche zone di montagna dove è poco probabile a penetrare a causa del ciclo di allevamento estremamente lento. Ma se ciò accade, i panda giganti potranno acquisire una possibilità di sopravvivere.

La mancanza di cibo porterà alla migrazione forzata orsi erbivori in nuovi habitat. Tuttavia, gli animali impediranno deforestazione e la costruzione tra le singole sezioni di boschi di bambù. Si deve inoltre tener conto delle peculiarità di riproduzione di questo specie orsi. I piccoli panda sono nati, in media, una volta ogni 2-3 anni. Inoltre, le infermiere solo un cucciolo. Gli scienziati dell'Università del Michigan insistono sulla immediata applicazione delle misure per proteggere le aree di boschetti di bambù, dove i panda vivono è ora. Gli ambientalisti sperano che le loro scoperte saranno prese in considerazione dalle autorità della Repubblica popolare cinese e di altri paesi nel sud-est asiatico per lo sviluppo di misure di prevenzione per promuovere la conservazione delle popolazioni di panda giganti.