329 Shares 8134 views

Singer Elina Garanca: biografia, attività professionale

Bella proprietario di mezzosoprano Elina Garanca, il cantante lettone ha conquistato il cuore dei suoi ascoltatori timbro unico, apparecchi high-end e le prestazioni mentali di opere classiche. Collaborare sulla scena lirica con orchestre di fama mondiale, Elina Garanca, foto che mostrano la performance sensoriale anche i giochi più difficili, non è soddisfatto di questo progresso e continua a lavorare attivamente.


Quando raggiunse tali altezze professionali? Qual è la chiave del successo del cantante? Parliamo di questo in questo articolo.

Il talento sviluppato fin dall'infanzia

Singer nato nel capitale lettone, Riga, 16 settembre 1976. Come un bambino, Elin musica ambient, perché entrambi i suoi genitori sono musicisti. Padre – un direttore di coro, e sua madre – un noto insegnante di canto presso l'Opera Nazionale di Lettonia, Latvian Academy of Music professore e professore associato della Accademia lettone delle Culture. Nel 1996 Elina Garanca iniziato a praticare la voce con Sergei Martynov presso l'Accademia lettone di musica. La loro formazione, ha continuato già a Vienna, dove nel 1998 è stato impegnato Irina Gavrilovic, poi – negli Stati Uniti da Virginia Zeani. Questa formazione ha permesso Elina acquisire esperienza nell'arte della lirica e migliorare le loro capacità vocali. E 'stato mentre studiava il cantante si sentiva una particolare attrazione per il repertorio belcantistico. E 'successo dopo che ha cantato il ruolo di Dzheyn Seymur dall'opera "Anna Bolena" di Gaetano Donitsetti.

prima vittoria

Elina Garanca, biografia che ha le sue radici in Lettonia, ha debuttato come cantante d'opera professionale non è nel loro paese d'origine, e nella città tedesca di Meiningen. Lì, al Teatro di Stato del Sud Turingia, ha interpretato il ruolo di Octavian in opera "Der Rose". Nel 1999 Elina ha vinto a Helsinki il concorso di cantanti di nome Miriam Helin.

Solo un anno più tardi, ha ricevuto il primo premio al concorso nazionale di artisti in Lettonia, e poi ha lavorato con la troupe al Teatro dell'Opera di Francoforte. Ci Elina Garanca ha continuato a costruire la sua carriera musicale meteorica, giocando il ruolo di Hansel nell'opera "Hansel e Gretel" Humperdinck, Rosina nel "Barbiere di Siviglia" e la Seconda Signora in "Il Flauto Magico".

La barriera linguistica

Non è un segreto che la vittoria in questo o che la concorrenza è solo con grande sforzo può essere ottenuto, ed Elina Garanca non fa eccezione. Dal 1999, ha iniziato a vivere in Germania, e in un modo o nell'altro, ha dovuto imparare da zero una lingua completamente sconosciuta, perché senza di essa sarebbe impossibile fare domanda per un visto e dichiarazioni fiscali. Una volta che il cantante ha ammesso che l'ha aiutata a imparare il tedesco non solo colleghi e libri, ma anche la TV. Dal momento che la serata il cantante era occupato di spettacoli a carattere, la mattina dello show TV tedesca l'ha aiutata ad imparare una nuova lingua.

riconoscimento a livello mondiale

Nel 2001, Elina Garanca è diventato uno dei finalisti del concorso internazionale tra i cantanti lirici BBC Cardiff Singer of the World, seguita dal suo primo album da solista è stato rilasciato. Al Festival di Salisburgo nel 2003 Garanca ha sang Annio nella produzione di Mozart "La Clemenza di Tito" sotto la direzione di Nikolausa Arnonkura. Questi progressi hanno aperto il 27-year-old singer alla porta per il Teatro dell'Opera di Vienna, che in seguito è stato il principale luogo di lavoro.

Qui Elina sang Dorabella partito nei prossimi anni l'opera "Così fan tutte" e Charlotte in "Werther". Poi gli amanti della lirica francesi potrebbero sentirla nel Teatro des Champs-Elysees, dove Elina Garanca isponila ruolo di Angelina in "Cenerentola" di Rossini e il ruolo di Ottaviano nel Teatro dell'Opera di Parigi.

Nel 2007, ha debuttato nel ruolo di "Covent Garden" Dorabella al Theatre Royal di Londra e il Berlin State Opera. Nel 2008, Elina Garanca è esibito nel "Metropolitan Opera" di New York e nella "opera bavarese" di Monaco di Baviera.

Spettacoli in suo paese natale

Elina raramente ha dovuto effettuare a casa, ma nel 2007 i lettoni prima la vide nel Latvian National Opera, dove ha interpretato il ruolo di Carmen. 17 dicembre 2015 la cantante ha espresso ancora una volta lì, ma questa volta con un concerto da solista, che ha dedicato alla memoria di sua madre, recentemente scomparso. Anita Garanca, la madre del cantante, ha aiutato molti talenti per diventare un cantante d'opera e un elevato livello di esibirsi in prestigiosi teatri. In questa serata speciale sarà condotta marito Elina – Karel Mark Chichon, direttore principale dell'Orchestra Filarmonica di Radio Germania.

Fino ad oggi, il cantante della Lettonia ha vinto la tappa che porta teatri d'opera in tutto il mondo. I critici sottolineano che Elina è molto professionale e facile possiede una voce che le permette di eseguire con grazia repertorio complesso. Il pubblico non lascia indifferenti e bella apparenza, che ha Elina Garanca. Altezza, peso Elina fornisce la sua bella figura, che è certamente molto importante per un cantante d'opera con un nome in tutto il mondo. Tra l'altro, si tratta spesso in collaborazione con la cantante russa lirica Anna Netrebko, bruna carismatico, proprietario del soprano lirico. Anche se sono spesso chiamati rivali, lettone e russo more bionda abbastanza eseguire correttamente sullo stesso palco. Inoltre, essi hanno già inciso "I Capuleti ei Montecchi" di Bellini.

crescita musicale di oggi

Elina Garanca ha già effettuato tre ruoli Carmen a Londra, New York e la sua nativa Riga. La cantante ha condiviso che per lei la cosa più importante in questo ruolo – l'incarnazione della sensualità e la femminilità assoluta. E grazie alla collaborazione con le principali case discografiche del mondo, come Deutcshe Grammophon, EMI Classic, Virgin Classics, Elina Garanca ha pubblicato sei album da solista, tre dei quali sono stati assegnati premio ECHO Klassik. Antonio Vivaldi opera "Bajazet", dove il cantante eseguita con Andronico partito, ha vinto il premio della musica "Grammy". Nel 2006, per il suo contributo alla cultura europea Elina è stato assegnato il Premio Europeo della Cultura nella categoria "Art Musical".

Al momento, la cantante lirica non è il canto Rosina, e lavorando in una nuova direzione. Ad esempio, nei suoi piani per svolgere il ruolo di Amneris in "Aida" di Verdi e Donizetti Elisabetta di "Mary Stuart". Tuttavia, nella vita di un cantante non è solo il lavoro: Elina anno fa per la seconda volta diventata madre, e ora lei e suo marito stanno alzando due figlie.