848 Shares 4992 views

Le più grandi battaglie navali nella storia della Russia. Battaglie navali della seconda guerra mondiale

Avventure, film storici, documentari, in cui vengono mostrate battaglie marittime, sono sempre mozzafiato. Non importa se le fregate siano con le vele bianche innevate nei pressi di Haiti o gli enormi portaerei sul ponte di Pearl Harbor.


Lo spirito di vagabondaggio non dà riposo all'immaginazione umana. Continua a leggere e sarai in grado di conoscere brevemente le più ambiziose e grandiose battaglie marittime nella nuova storia del mondo.

Navy nella storia militare

La storia della flotta russa inizia dal tempo di Pietro I.

La tattica delle battaglie del mare variava a seconda del disegno delle navi e delle armi. Dalle gallee e dalle fregate a dreadnoughts ed oltre ai moderni portatori di aeromobili potenti ed informatici.

Gli Stati spesso difendono i loro interessi nelle guerre. Le battaglie sono sia terra che mare. Parleremo di quest'ultimo in questo articolo.

Chesma Battle

Le principali battaglie navali sono note nella storia della Russia, a partire dall'era di Pietro il Grande. L'imperatore ha svolto un ruolo importante nella creazione della marina.
Una delle più grandi battaglie del XVIII secolo si è verificata durante la guerra russo-turca. La vittoria in questa battaglia è stata così impressionante che dal 1770 il 7 luglio è celebrata come un giorno di gloria militare.

Diamo uno sguardo da vicino a quello che stava succedendo nella baia di Chesme dal quinto al settimo luglio 1770.

Due squadroni sono state inviate dal Baltico al Mar Nero, che unite in un unico posto. Il comando della nuova flotta fu affidato al conte Alexei, fratello di Grigory Orlov, preferito di Caterina II.

Lo squadrone comprendeva tredici grandi navi (nove battaglie, un bombardier e tre fregate), nonché nove novanta navi di supporto. In totale, erano circa sei e mezzo mila persone equipaggio.

Durante la transizione, una parte della flotta turca è stata trovata in piedi nella strada. Tra le navi erano navi abbastanza grandi. Ad esempio, il Burj a Zafer aveva 84 fucili a bordo e Rhodes aveva sessanta. In totale vi erano settantatré navi (di cui sedici battaglie e sei fregate) e più di quindicimila marinai.

Con l'aiuto delle abili azioni dei marinai russi, lo squadrone di Alexei Orlov è riuscito a vincere. Tra i trofei è stato il "Rodi" turco. I turchi perdono più di undici mila morti, ei russi persero circa settecento marinai.

La seconda battaglia di Rochensalm

Le battaglie marittime nel XVIII secolo non erano sempre vittoriose. Ciò è dovuto allo stato deplorevole della flotta. Dopo la morte dell'imperatore Pietro I, nessuno si preoccupava di lui.

Venti anni dopo la vittoria schiacciante sui turchi, la flotta russa ha subito una sconvolgente sconfitta dagli svedesi.

Nel 1790, vicino alla città finlandese di Kotka (precedentemente conosciuta come Rochensalm), si incontrarono le flotte svedesi e russe. Il primo fu personalmente comandato dal re Gustav III e l'ammiraglio in quest'ultimo era il francese Nissau-Singen.

Nel Golfo di Finlandia si sono incontrati 176 navi svedesi con 12.500 equipaggio e 145 navi russe con 18500 marinai.

Le azioni frettolose del giovane francese hanno portato a una devastante sconfitta. I russi hanno perso più di 7.500 persone, a differenza di 300 marinai svedesi.

Gli scienziati dicono che questa è la seconda battaglia in termini di numero di navi nella storia nuova e moderna. Nella battaglia più grandiosa, parleremo alla fine dell'articolo.

Tsushima

Il motivo delle sconfitte spesso serviva come vari difetti e zelo eccessivo. Ad esempio, se parliamo della battaglia di Tsushima, è accaduto proprio quando la flotta giapponese aveva una preponderanza in tutte le caratteristiche.

I marinai russi erano estremamente stanchi dopo mesi di transizione dal Baltico al Pacifico. E le navi erano inferiori ai giapponesi sotto il potere del fuoco, dell'armatura e della velocità.

A causa dell'azione rassida dell'ammiraglio, l'Impero russo ha perso la sua flotta e ogni significato in questa regione. In cambio di un centinaio di feriti giapponesi e di tre distruttori annegati, i russi hanno perso più di cinquemila persone e più di sei mila sono state catturate. Inoltre, delle trentacinque navi di diciannove erano affondate.

Battaglia di Jutland

La battaglia navale della Jutland è considerata la più grande battaglia sul mare durante la prima guerra mondiale. Durante la battaglia si sono riuniti 149 britannici e 99 navi tedesche. Inoltre, sono stati utilizzati diversi airships.

Ma tutto il fascino degli eventi non era nell'enorme spostamento della tecnologia o del numero di feriti e uccisi. Neppure nelle conseguenze della battaglia. La caratteristica principale che solo la battaglia navale della Jutland può vantarsi è stata una sorpresa.

Entrambe le flotte hanno accidentalmente scontrato nello stretto di Skagerrak, vicino alla penisola dello Jutland. A causa dell'errore di intelligenza, gli inglesi andarono lentamente e lentamente verso la Norvegia. Nella direzione opposta, i tedeschi si muovevano.

L'incontro era completamente inaspettato. Quando l'incrociatore inglese Galatea decise di ispezionare una nave danese che si trovava in queste acque, una nave tedesca stava già partendo da Wyh Fird, che l'aveva già controllato.

Il britannico ha aperto il fuoco sul nemico. Dopo che le altre navi furono trainate. La battaglia di Jutland fu incoronata con una vittoria tattica dei tedeschi, ma una sconfitta strategica della Germania.

Pearl Harbor

Inserendo le battaglie navali della seconda guerra mondiale, dovresti in particolare evidenziare la battaglia vicino al Pearl Harbor. Gli americani lo chiamarono "l'attacco al porto di perla" e il giapponese – l'operazione hawaiana.

Lo scopo di questa campagna, i giapponesi hanno presentato la prefazione che guadagna l'eccellenza nella regione del Pacifico. Gli Stati Uniti si aspettavano di entrare nella guerra con l'Empire Rising Sun, per cui le basi militari furono create nelle Filippine.

L'errore del governo americano era che non consideravano seriamente Pearl Harbor come bersaglio per i giapponesi. Si aspettavano un attacco contro Manila e le truppe basate lì.

I giapponesi hanno voluto distruggere la flotta del nemico e con l'aiuto di questo contemporaneamente conquistare lo spazio aereo sopra l'Oceano Pacifico.

Gli americani hanno salvato solo il caso. I nuovi vettori aerei erano in una posizione diversa durante l'attacco. Ha sofferto circa trecento aerei e solo otto vecchie corazzate.

Così, un'operazione giapponese riuscita ha giocato un scherzo crudele in futuro per questo paese. Parleremo ulteriormente della sua devastante sconfitta.

Midway Atoll

Come avete già visto, molte grandi battaglie navali si distinguono per la sfacciata dell'inizio della battaglia. Di solito, uno o entrambi i lati non prevedono alcun trucco nel prossimo futuro.

Se parliamo del Midway Atoll, allora i giapponesi volevano ripetere in sei mesi Pearl Harbor. Ma essi mirano alla seconda potente base americana. Tutto potrebbe succedere secondo il piano e l'impero sarebbe diventato l'unica forza nella regione del Pacifico, ma l'intelligenza degli Stati Uniti ha intercettato il messaggio.

L'attacco dei giapponesi è fallito. Sono stati in grado di affondare un vettore aereo e distruggere circa un centinaio di aerei. Hanno perso più di duecento e cinquanta velivoli, due mille e mezzo mila persone e cinque grandi navi.

La superiorità prevista durante la notte si trasformò in una devastante sconfitta.

Golfo di Leyte

Ora parliamo della più grande battaglia navale della guerra. Fatta eccezione per le antiche battaglie nei pressi dell'isola di Salamanca, questa è la più grandiosa battaglia nel mare nella storia dell'umanità.

Durò quattro giorni. Anche qui, gli americani e i giapponesi si sono scontrati. Atteso nel 1941, l'attacco alle Filippine (invece di Pearl Harbor), è ancora accaduto in tre anni. Durante questa battaglia, i giapponesi usavano per la prima volta le tattiche di "kamikaze".

La perdita della più grande nave da guerra mondiale "Musashi" e il danno a "Yamato" hanno messo fine alla capacità dell'impero di dominare la regione.

Così, durante la battaglia, gli americani hanno perso circa tre e mezzo mila persone e sei navi. I giapponesi hanno perso 27 navi e più di 10.000 equipaggi.

Così, in questo articolo abbiamo brevemente familiarizzato con le più grandi battaglie marittime della storia russa e mondiale.