515 Shares 5020 views

Return on equity, altri indicatori di redditività e la loro analisi

Lo scopo della creazione di una società è il profitto, non c'è che dire. Ma il profitto – una misura non solo in gran parte condizionale, ma assoluta. In altre parole, solo in base alla quantità di profitti è impossibile confrontare aziende diverse tra loro. E 'più corretto fare paragoni in termini di performance relativa. Nello studio campo dei profitti e della redditività degli indicatori più popolari sono relativi alla redditività di classe. Hanno presentato una gamma molto ampia di valori, ma ci concentreremo su come determinare il tasso di rendimento del capitale, nonché i beni e le attività operative.


Per produrre i prodotti o servizi l'azienda effettua costi, formando così i costi. In relazione agli utili del più grande costo, noi definiamo la redditività del core business. Questo rapporto mostra quanto ogni rublo investito in costi, consente di ottenere profitto.

Una condizione obbligatoria per l'esistenza della società è la presenza del proprietario, quindi si consiglia di calcolare l'efficienza dell'impresa è dal suo punto di vista. In genere, questo rapporto è calcolato ritorno sul patrimonio netto. Calcolo del suo molto chiaro e consiste nel dividere il reddito netto dalla somma del capitale di rischio, che può essere trovato facilmente sulle passività dello stato patrimoniale dell'azienda. Con l'aiuto di questo indicatore può essere giudicato sulla quantità di reddito attribuibile a ciascuna unità di proprietà del capitale. Molto spesso, il coefficiente di rendimento del capitale è stato sottoposto ad un'analisi separata su ciò che sarà discusso in seguito.

Qualsiasi processo lavorativo è caratterizzato dalla presenza di oggetti e mezzi di lavoro. Si tratta di una proprietà che costituisce un'attività di bilancio della società. A questo proposito, ha senso fare un calcolo del ritorno sugli asset. E 'ovvio che per questa sezione è il profitto sufficiente sul totale dello stato. Il più delle volte, i calcoli sono basati sul reddito netto, ma a volte utilizzati e profitti, che non è ancora esente da tasse.

Nello studio di questo gruppo di indicatori spesso tenere una speciale analisi di rendimento del capitale e delle attività, che si chiama il quoziente. Rendimento delle attività più direttamente dipendenti dai loro fatturato e redditività delle vendite, la qualità dell'uso di equità è anche a seconda della leverage ratio. Si potrebbe chiedere perché questi fattori? In realtà, tutto è molto semplice. Si consideri il rendimento delle attività, rappresentato come un rapporto tra utile netto e totale attivo. Moltiplicando il numeratore e denominatore per la sua azienda ha ricevuto i proventi, e poi fare un po 'di trasformazione, si ottiene il prodotto degli indicatori di fatturato di asset del margine delle vendite. Il coefficiente di rendimento del capitale dovrebbe essere moltiplicata per l'attivo e dividerli bene.

Dopo aver determinato i fattori necessari per calcolare il loro valore per un certo numero di anni, e quindi determinare come cambia ciascuno di essi in valore assoluto da un periodo all'altro. Nell'ultima fase utilizzando il metodo delle differenze assolute è determinato dall'effetto isolato di ciascun fattore, e quando otteniamo l'aggiunta del conseguente cambiamento dell'indice per l'intero periodo.

Studiare tutti i margini ha senso produrre non solo dal punto di vista di identificare fattori di influenza su di loro, ma anche in termini di variazioni dinamiche. Ovviamente, la presenza di una dinamica positiva è uno sviluppo positivo. Tuttavia, anche l'esistenza di dinamiche positive non è sempre univocamente ben caratterizza l'azienda. Il fatto che le altre imprese simili possono essere molto più efficace, in modo da essere confrontato con la redditività media dei valori aziendali.