132 Shares 1696 views

Che cosa è Shinto? La religione tradizionale del Giappone

Che la religione in Giappone ha il maggior numero di aderenti? Si tratta di un complesso di credenze nazionali e molto arcaiche chiamati scintoista. Come ogni religione, si è sviluppato, incorpora elementi di culto e le idee metafisiche di altre nazioni. Ma va detto che lo Shintoismo è ancora molto lontano dal cristianesimo. Sì, e altre credenze che sono chiamati abramitiche. Ma Shinto – non è solo il culto degli antenati. Una tale visione della religione in Giappone sarebbe una semplificazione estrema. Questo non è l'animismo, pur fedeli Shinto divinizzarono fenomeni naturali e persino oggetti. Questa filosofia è molto complessa e merita di studiarlo. In questo articolo descriviamo brevemente ciò che lo Shinto. In Giappone, ci sono altri esercizi. Come Shinto interagisce con questi culti? se è con loro in diretto antagonismo, o possiamo parlare di un certo sincretismo religioso? Saperne di questo, leggere il nostro articolo.


Origine e codificazione del Shinto

Animismo – la convinzione che alcune delle cose e dei fenomeni della natura spiritualizzata – è esistito in tutte le nazioni, a un certo stadio di sviluppo. Ma culti successivi adorare alberi, pietre e il disco solare è stato scartato. Le opinioni religiose del popolo spostato agli dei che controllano le forze della natura. E 'successo in tutto il mondo in tutte le civiltà. Ma non in Giappone. Ci animismo è sopravvissuto in parte invariato e metafisicamente sviluppato, e divenne la base per la religione di Stato. storia Shinto inizia con la prima menzione nel libro "Nihongi". In questa cronaca del secolo VIII, si parla della yomei giapponese (governato a cavallo tra i secoli VI e VII). L'ha detto il monarca "professato buddismo e shintoismo onorato." Naturalmente, in ogni piccola area del Giappone è stato il suo spirito, Dio. Inoltre, in alcune regioni venerato il sole, mentre altri preferivano altre forze o fenomeni di natura. Quando nel secolo VIII, il paese ha cominciato a subire un processo di centralizzazione politica, la questione della codificazione di tutte le fedi e culti.

mitologia canonizzazione

Il paese era unito sotto l'autorità del sovrano della regione di Yamato. Quindi, sulla parte superiore della "Olympus" giapponese era la dea Amaterasu, identificato con il sole. E 'stata dichiarata la madre della famiglia imperiale regnante. Tutti gli altri dèi sono classificati inferiori. Nel 701, l'autorità amministrativa "Jingi-kan" è stata anche fondata in Giappone, che si occupa di tutti andando a culti di campagna e cerimonie religiose. GEMM regina nel 712 ha ordinato di fare una serie di credenze che esistevano nel paese. Quindi, una cronaca "Kojiki" ( "Le registrazioni dei fatti starinyi"). Ma il libro principale, che può essere confrontato con la Bibbia delle religioni abramitiche (ebraismo, cristianesimo e islam), per Shinto è diventato il "Nihongi" – "Annali del Giappone ha registrato con un pennello." Questo insieme di miti è stato compilato nel 720 da un gruppo di funzionari sotto la guida di un G-ma Yasumaro e la partecipazione diretta Toneri Prince. Tutte le credenze vengono portati in un'unità. Inoltre, nel "Nihongi" sono eventi storici e raccontare la penetrazione della isola giapponese di buddhismo, nobili famiglie cinesi e coreani.

il culto degli antenati

Se si considera la domanda "Qual è Shinto", c'è poco da dire che è il culto delle forze della natura. Non meno importante per la religione tradizionale del Giappone gioca il culto degli antenati. In Shinto non ci sono concetti di salvezza nel cristianesimo. Anime dei morti rimangono invisibili tra i vivi. Essi sono presenti ovunque e pervadono tutte le cose. Inoltre, essi prendono una parte molto attiva nel posto sulle cose di terra. Come nella struttura politica del Giappone, un ruolo significativo negli eventi di anime gioco degli antenati imperiali morti. In generale, a Shinto non esiste una linea netta tra gli esseri umani e kami. Quest'ultimo – gli spiriti o divinità. Ma essi sono disegnati nel ciclo eterno della vita. La gente dopo la morte può diventare kami, e alcolici – per incarnare nel corpo. La parola "Shinto" si compone di due personaggi, che letteralmente significa "via degli dei". Passare in questo modo viene offerta a tutti i cittadini del Giappone. Dopo Shinto – non una religione mondiale. Lei non è interessato a fare proseliti – la diffusione dei suoi insegnamenti fra le nazioni. A differenza di cristianesimo, l'islam o il buddismo, scintoismo – la religione della pura giapponese.

Le idee principali

Così, molti dei fenomeni della natura, e anche cose hanno essenza spirituale, che si chiama kami. A volte si vive in un oggetto particolare, ma a volte appare nella incarnazione di Dio. Ci Kami-patroni di luoghi e persino generi (udzigami). Poi si comportano come gli antenati dell'anima – una sorta di "angeli custodi" dei loro discendenti. Va ricordato un'altra differenza fondamentale Shinto da altre religioni del mondo. Ci vuole un po 'di posto dogma. Quindi è molto difficile da descrivere in termini di osservanza religiosa che è scintoista. E 'importante non orto-Dox (la vera interpretazione) e orto-Praxia (pratica corretta). Pertanto, i giapponesi non prestare molta attenzione alla teologia in quanto tale, e l'adesione ai rituali. Che sono sopravvissuti pressoché invariato rispetto al momento in cui l'umanità ha praticato tutti i tipi di magia, totemismo e feticismo.

La componente etica

Shinto – la religione non è assolutamente dualistico. In esso non troverete nel cristianesimo, la lotta tra il bene e il male. Giapponese "Ashi" – non è un assoluto del male. E ' probabile che qualcosa di nocivo, che è meglio evitare. Sin – tsumi – non porta il colore etico. Questa azione, che viene condannato dalla società. Tsumi cambiare la natura umana. "Asi" si oppone alla "Yoshi", che non è un bene assoluto. E 'tutto buono e utile, perché dovrebbe tendere. Pertanto kami non sono standard morale. Essi sono in contrasto con l'altro, per nascondere i vecchi rancori. Ci Kami comandare gli elementi criminali – terremoti, tsunami, uragani. E dalla ferocia della loro essenza divina non diventa più piccolo. Ma per i giapponesi a seguire la "via degli dei" (cosiddetti scintoista breve) è un codice etico. E 'necessario rispettare il più anziano e l'età, per essere in grado di vivere in pace con uguale armonia onore tra uomo e natura.

Il concetto del mondo esterno

L'universo non è stato creato un buon Creatore. Fuori dal caos emerse kami, che a un certo punto hanno creato le isole giapponesi. Scintoista del Giappone insegna che l'universo è organizzato in modo corretto, anche se per nulla bene. E la cosa principale in essa – in ordine. Il male – si tratta di una malattia che mangia le norme stabilite. Pertanto, la persona virtuosa dovrebbe evitare debolezze, tentazioni e pensieri indegni. Essi possono portare a tsumi. Il peccato non solo distorce l'anima del buon uomo, ma anche lui un paria nella società fatta. E questo è per i giapponesi – la più terribile punizione. Ma il bene e il male assoluto non esiste. Per distinguere "buono" da "cattivo" in una situazione specifica, una persona deve avere un "cuore come uno specchio" (adeguatamente giudicare la realtà) e non a rompere l'unione con Dio (per onorare il rito). Così si dà un contributo alla stabilità dell'universo.

Shinto e il Buddismo

Un'altra caratteristica distintiva della religione giapponese – la sua incredibile sincretismo. Buddhismo cominciò a penetrare nell'isola nel VI secolo. E 'stato accolto calorosamente dalla nobiltà locale. Non è difficile indovinare che cosa la religione in Giappone ha avuto la più grande influenza sulla formazione di Shinto rituale. In un primo momento è stato dichiarato che non vi Kami – il patrono del Buddismo. Poi cominciarono ad associare spiriti e Bodhidharma. Ben presto, i templi shintoisti hanno cominciato a leggere sutra buddisti. Nel IX secolo per qualche tempo gli insegnamenti di Gautama l'Illuminato era in Giappone come religione di stato. Questo periodo alterato il culto di Shinto. Nei templi c'erano immagini del bodhisattva e del Buddha stesso. C'era la convinzione che il kami, così come le persone che hanno bisogno di soccorso. Inoltre, ci sono insegnamenti sincretiche – Ryobu Cinta e slitta-Shinto.

tempio scintoista

Gli dei non hanno bisogno di abitare in edifici. Pertanto, i templi – questo non è a casa kami. Si tratta piuttosto di un luogo in cui i fedeli si riuniscono per l'arrivo di culto. Ma sapendo che Shinto, è impossibile confrontare un tempio giapponese tradizionale con una chiesa protestante. Nell'edificio principale, honden memorizzata "corpo kami" – Xingtai. Questo è di solito un cartello con il nome di una divinità. Ma ci possono essere migliaia di Xingtai in altri templi. Le preghiere honden non sono inclusi. Essi si riuniscono in sala di montaggio – Haiden. Oltre a lui, sul territorio del complesso del tempio c'è una cucina per la preparazione di scena il cibo rituale, un luogo per la pratica della magia, altri annessi. Rituali nei templi spendono sacerdoti chiamati Kannus.

altari domestici

Visitare i templi non è necessariamente un credente giapponese. Dopo kami esistono ovunque. E si può anche onorare ovunque. Pertanto, insieme con il tempio è molto sviluppata casa scintoista. In Giappone c'è un altare di ogni famiglia. Si può essere confrontato con il "angolo rosso" nelle capanne ortodossi. Altare "kamidana" rappresenta uno scaffale in cui espone le targhette di vario kami. Hanno anche aggiunto fascino e amuleti, acquistati in "luoghi santi". Per placare le anime degli antenati, per mettere kamidana e le offerte di sake e vodka mochi. In onore del defunto è posto sull'altare e alcune cose che sono importanti per il defunto. A volte questo può essere il suo diploma o un ordine per una promozione (scintoismo, insomma, scioccato gli europei la sua immediatezza). Poi il credente si lava il viso e le mani, si trova di fronte kamidana, inchinandosi più volte, e poi un forte applausi. Così attira l'attenzione dei kami. Poi con calma pregando e inchinandosi di nuovo.