587 Shares 7128 views

Anastasia metropolitana di Kazan (nel mondo Alexander Mikhailovich Metkin). Vescovo della Chiesa Ortodossa Russa

Metropolitano Anastassy ha vissuto una vita brillante e avvincente, da più di un quarto di secolo che è sempre al servizio di Dio e della Chiesa Ortodossa. Malgrado una serie di scandali e incidenti che hanno sconvolto la sua posizione tra il clero ei laici ortodossi, non bisogna dimenticare il gran numero di buone azioni che ha fatto per rafforzare la fede cristiana e la chiesa durante la sua vita.


biografia

Il futuro metropolita Anastasia Kazansky è nato il 27 agosto 1944. Poiché i suoi genitori erano persone estremamente devoti, il destino del ragazzo era predeterminato dalla nascita.

Subito dopo la laurea, fa il suo primo tentativo di entrare nel Seminario Teologico di Mosca, ma non entra e invece decide di ottenere un'istruzione in un college di costruzione.

Nonostante ciò, egli non si rifiutò del suo sogno e combinò il lavoro principale in fabbrica con il servizio nella chiesa di assunzione nel rango di un sexton.

Nel 1967 venne a Kazan, dove l'allora Arcivescovo di Kazan e Mari Mikhail lo nominò al posto di un psalmista nella Cattedrale di San Nicola. Vedendo che il giovane lavora duro, l'Arcivescovo promuove la sua carriera, e nel 1968 lo batte col grado di diacono, e pochi anni dopo, nel 1972, lo consacrò come presbitero.

Come aveva previsto nella sua giovinezza, entrò nel Seminario teologico di Mosca e lo finì senza difficoltà.

Avvia promozione attiva

Nel settembre 1976, sotto la guida del vescovo di Kazan e Mari, Panteleimon prende voti monastici e viene nominato Anastasy, dopo aver ricevuto il rango di egoismo.

Nello stesso anno è stato nominato nella stessa Cattedrale di Nikolsky, dove ha servito come psalmista, segretario dell'amministrazione diocesana.

Nel 1983, Anastasius completò gli studi all'Accademia Teologica di Mosca, dopo di che fu promosso al rango di archimandrite.
Dal 6 al 9 giugno 1988, Anastassy è stato un attivo partecipante alla Cattedrale dell'Assunzione, tenuto in relazione al 1000 ° anniversario del battesimo russo.

un vescovo

Alla fine del 1988 è stato emesso un decreto in occasione dell'incontro del Santo Sinodo, da cui deriva che è nominato vescovo di Kazan e Mari in cambio del Vescovo pensionato Panteleimon, già stato promotore principale della promozione di Anastasia.

Nel 1990, Anastassy ha partecipato al Consiglio Locale e tre anni dopo, in relazione al fatto che alcuni territori sono stati selezionati dalla diocesi di Kazan, è stato nominato Vescovo di Kazan e Tatarstan.

Tuttavia, non è rimasto a lungo in questo rango e il 25 febbraio 1996 è diventato arcivescovo, dopo aver occupato un posto di rettore della scuola teologale di Kazan un anno dopo. Sorprendentemente, esattamente un anno dopo la scuola riceve lo status di un seminario e l'influenza del metropolita continua a crescere.

Il Santo Sinodo, seguendo i risultati del rettore appena eletto, il 16 luglio 2005 ha deciso di inserirlo nel gruppo che sta sviluppando il documento sul rafforzamento della posizione della Chiesa Ortodossa.

Nella primavera del 2012, in connessione con la prossima decisione del Santo Sinodo, riceve la posizione di un sacro archimandrite in diversi monasteri.

Nel 2012, Anastassy diventa capo della Metropoli di Tatarstan appena costituita e assume temporaneamente le funzioni di amministrazione della diocesi di Chistopol.

Nonostante la lontananza di una piccola dignità, la parte superiore della sua carriera ortodossa è stata l'elevazione al rango di Metropolitan il 18 luglio 2012. Malgrado il fatto che dopo lo scandalo che si diffondesse nelle pareti del suo seminario subordinato, tra i credenti c'erano le prime voci che Metropolitan Anastas Kazansky era in pensione, non sono state confermate, come il 13 luglio 2015, è stato nominato al posto del Metropolitan di Simbirsk e Novospassky e, Di conseguenza, diventa il capo della metropoli Simbirsk.

L'inizio del fallimento

L'attenzione del pubblico all'Anastasia metropolitana è apparsa sin dal momento in cui il primo scandalo ha tuonato. Tutto è iniziato con il fatto che una serie di attacchi di armi sulle chiese ortodosse avvenne in Tatarstan. Malgrado il fatto che sospettavano un gruppo di islamisti radicali, i responsabili non sono stati mai trovati.

I popoli ortodossi furono stupiti dal fatto che Metropolitan Anastassy di Kazan e Tatarstan non avrebbe preso alcuna azione decisiva per identificare i responsabili. Anche se nonostante le azioni per identificare gli arsonisti, che hanno ancora svolto Metropolitano Anastassy, la diocesi di Kazan ha ancora deciso di uscire con cautela critica nel suo discorso.
E sullo sfondo di questi eventi, un nuovo scandalo scoppiò nella metropoli di Tatarstan. Questa volta, ha direttamente toccato i problemi interni nella direzione del metropolitano stesso.

Lo scandalo

Lo scandalo che colpì i laici ortodossi e il clero scoppiarono nel 2013, quando diversi allievi del seminario hanno presentato una denuncia contro gli atti depravati dell'ergano Kirill Yukhin, che occupa il posto di pro-rector per il lavoro educativo sotto Anastasia. Una commissione speciale di Mosca fu inviata urgentemente a Kazan per verificare la situazione. Arrivando al seminario, gli ispettori affrontarono il fatto che le vittime erano molto più e le procedure particolari adottate all'interno delle sue mura erano consapevoli della maggior parte degli studenti che erano silenziati per paura di essere espulsi negli ultimi anni di allenamento.

Dopo una serie di pubblicazioni scandalose, un'ondata di disordini mediatici e la decisione della commissione, l'ego Kirill Ilyukhin è stato rimosso dal suo incarico e licenziato dal suo incarico come segretario stampa. Allo stesso tempo, Metropolitan Anastas Kazansky fu licenziato dal posto di rettore del seminario. Il Metropolitano riteneva opportuno tenere una conversazione con gli studenti, lamentandosi che avessero invano invano l'abate. Tuttavia, lo scandalo ha esploso in piena forza solo dopo che ha ricevuto molta pubblicità perché la registrazione di questo discorso è stata pubblicata nel blog di Protodeacon Andrei Kuraev.

Il destino dei seminaristi

A sua volta, il destino dei seminaristi, che hanno deciso di firmare apertamente una denuncia contro l'ego Ilyukhin, era una conclusione scontata. Ad esempio, dal seminario, Stepanov Roman, che era l'iniziatore di scrivere un reclamo a Mosca e che non era pienamente istruito, è stato espulso.

Nonostante una accusa così grave, lo stesso Ilyukhin praticamente non ne soffriva. Adesso serve nella diocesi di Tver, in quanto consulente del vescovo locale, Metropolitan Victor.

Tuttavia, è necessario rendere omaggio agli organi locali di applicazione della legge, che hanno iniziato a verificare il fatto dei reati commessi. Stranamente, in Tver non c'era alcun sospetto, si affrettò via per il Kazakhstan e persino decise di accettare la cittadinanza del Kazakistan.

Traduzione in Ulyanovsk

Nonostante le buone azioni del Metropolitan Anastassy di Kazan, lo scandalo ha viziato notevolmente la sua impeccabile reputazione. Nonostante la sua traduzione (con una diminuzione) a Ulyanovsk, il capo del Tatarstan lo ha assegnato con l'ordine più alto della repubblica per i suoi servizi alle persone e alla chiesa durante la sua partenza da Kazan.

Tuttavia, il metropolita non ha fermato questa serie di fallimenti. Già il 20 luglio, quando arrivò a Ulyanovsk Metropolitan Anastassy di Kazan, fu accolto da due sacerdoti, circondati da laici, cantando: "Anaxios!" ("Io non lo sono!") I proponenti dell'innocenza Anastasia immediatamente annunciarono che il rally era organizzato dai nemici del metropoli. Allo stesso tempo, persino il patriarca Kirill condannava una manifestazione di malcontento.

Nonostante il fatto che l'incontro sia stato decente, un incidente ha rafforzato l'atteggiamento ostile della gente verso il metropolita. Entrando nel tempio, hanno ripetuto i loro Anaxios per diversi minuti. Non essendo riuscito a rassicurarle con parole, un arciprete rispettabile ha schiaffeggiato una donna laica ortodossa in faccia. Questa è stata l'ultima paglia per i manifestanti, che avevano già lasciato il tempio in pochi minuti, per non tornare nuovamente, mentre Metropolitan Anastassy di Kazan (Simbirsk) avrebbe occupato questo posto. Dopo questi eventi, il Metropolista consegnò il suo sermone quasi in una chiesa vuota, che non poteva che influenzare la sua reputazione già affannosa.

Buone azioni

Nonostante gli scandali in cui fu coinvolto l'allora metropolita di Kazan Anastassy, le revisioni dei suoi affari ortodossi rimarranno in memoria dei credenti per lungo tempo. Le sue attività chiese a Kazan durarono circa 25 anni, durante i quali egli riuscì a fare molte buone azioni.
Con lui è iniziata la rinascita di molti monasteri, tra cui il monastero di Raifa, dove è conservata l'icona miracolosa di Kazan della Madre di Dio. Inoltre, fu l'Anastasia Metropolitana di Kazan (Simbirsk) che era il fondatore del seminario del vento, che non può essere lasciato senza attenzione.

conclusione

È degno di nota che il primo tempio, che fu poi restituito dal metropolita di Kazan e Tatarstan Anastasy – la cattedrale di Pietro e Paolo – celebra la giornata patrono il 12 luglio e in questa festa veniva la notizia delle dimissioni del Metropolita.

Ad oggi, ha girato 71 anni e tra i credenti ortodossi ha cominciato a diffondere attivamente le voci che sono stanche del frenetico mondo, Metropolitan Anastasia di Kazan si riposa, ma non è del tutto vero. Il capo della diocesi di Simbirsk non può lasciare il suo posto finché non trova un degno successore che continuerà a rafforzare la posizione della Chiesa ortodossa in Russia.