204 Shares 4770 views

politiche interne ed esterne di Putin

Nel 1998, V. V. Putin a capo del Servizio federale di sicurezza della Federazione Russa. Da marzo ad agosto 1999 ha lavorato come sicurezza russo Segretario del Consiglio. 16 agosto è stato approvato dal Primo Ministro della Federazione Russa. E il 31 dicembre dello stesso anno ha iniziato a svolgere le funzioni del presidente della Federazione Russa.


V. V. Putin 26 marzo 2000 è stato eletto capo dello Stato e ha assunto le sue funzioni 7 maggio 2000 per un secondo mandato di Vladimir Vladimirovich è stato eletto 14 marzo 2004 (fino al 2008). Ha cessato di svolgere le funzioni di presidente e divenne presidente del partito "Russia Unita" 7 maggio 2008. E il giorno dopo il nuovo presidente Dmitry Medvedev firmato una dichiarazione sulla nomina di Putin come primo ministro. Ma già nel 2012, il politico ha restituito ai poteri della presidenza.

Brevemente sulla politica estera Vladimira Putina

Non appena Putin è salito al potere nel 2000, ha approvato il concetto di politica estera russa. La direzione principale della politica estera di Putin, secondo il contratto, è: "RF deve essere un soggetto attivo sulla scena internazionale, è necessario mantenere un corretto immagine dello Stato." Per sette anni, il presidente ha preso parte alle cime del "Big Eight". Il politico ha parlato a Okinawa (Giappone), Genova (Italia) e Heiligendamm (Germania) e Kananaskis (Canada).

Nel 2004, la politica estera di Putin è ancora attivamente sviluppato. Il presidente ufficialmente visitato la Cina, dove ha firmato un accordo per il trasferimento del Tarabarova isola e Big Ussuri Island. Il presidente dice spesso il pubblico e giornalisti, che la distruzione dell'URSS considera catastrofe geopolitica e chiede il ritorno del più potente stato di Stato della Russia nel mondo.

Tuttavia, fino a poco interesse 2004 Putin in politica estera, il presidente era impegnato con la politica interna del paese. Nello stesso anno ha annullato la legge Eltsin sulla condivisione di produzione. A seguito di questa cancellazione di ingenti somme di denaro da petrolio e gas ha cominciato a fluire in tesoreria dello Stato della Federazione Russa. Molti scienziati ritengono che questo è l'abolizione della Federazione Russa ha portato a una vera indipendenza, e segnò l'inizio della sovranità del paese. Ma una tale posizione dello Stato non si addiceva l'Occidente. Nel 2004, un'ondata di attentati terroristici che coinvolgono ribelli ceceni ha avuto luogo in Russia. Al fine di prevenire gli attacchi terroristici, le riforme sono state effettuate dalla polizia e dell'FSB, nonché le misure antiterrorismo intensificati.

la politica estera di Putin è riassunta nel nostro documento, è stato pesante per il 2016: i conflitti irrisolti nel territorio dell'Ucraina, e l'assenza di un esito positivo degli accordi Minsk e l'estensione delle sanzioni da parte dell'Unione Europea.

La nuova politica della Federazione Russa

Nel 2007, la politica estera del Presidente Putin si allontanò dalle strategie internazionali del primo presidente della Russia. Nello stesso anno in occasione della conferenza di Monaco sulla sicurezza e corso politico in Europa, il presidente ha fatto un discorso, che hanno citato i media di tutto il mondo. La dichiarazione era costituito da queste tesi:

  • Nelle relazioni internazionali non può essere il modello unipolare dell'ordine mondiale.
  • Stati Uniti impongono le proprie politiche in tutto il mondo, a volte anche con la forza.
  • La necessità di un intervento militare da parte delle Nazioni Unite decide solo.
  • azioni politiche degli Stati Uniti e il presidente sono molto aggressivi.
  • La NATO non è conforme agli accordi internazionali.
  • OSCE – è uno strumento utile per portare benefici all'Alleanza del Nord.
  • Russia continuerà a condurre la politica estera esclusivamente nel proprio interesse.

Nonostante queste forti dichiarazioni della Federazione Russa capo del consiglio, alcuni paesi hanno appoggiato il suo discorso. Ma la maggioranza dei politici di tutto il mondo hanno riconosciuto uno dei politici più aggressivi di Putin in tutto il mondo.

Politica interna della Federazione Russa capo del consiglio

Quando Putin era ancora primo ministro nel 1999, ha scritto un articolo intitolato "Russia alla fine del millennio." A seguito di questa presentazione, il rating ha superato Eltsin ed era 49%. Nel gennaio 2000, la fiducia del pubblico nella politica già è stata del 55%.

Quando il nuovo capo del consiglio ha accettato la carica di presidente dello stato, il paese era vicino al collasso. In Russia, c'era un gran numero di problemi sociali, economici e politici. il prodotto interno lordo russo è stato dieci volte meno rispetto agli Stati Uniti, e 5 volte inferiore a quello della Cina. Già 25 febbraio del 2000, Putin ha pubblicato un "Lettera aperta" al popolo, che erano chiaramente definiti passi per il restauro e l'ulteriore sviluppo dello Stato, indicati da riforme e politiche programmate.

I quattro principi di base che sono stati fatti nella "Lettera aperta" Vladimir:

  • lotta attiva con la povertà;
  • tutela del mercato nazionale da bande criminali e oligarchi locali;
  • rinascita della dignità nazionale del russo russo e;
  • la politica estera di Putin come presidente dovrebbe essere basata sulla protezione degli interessi nazionali.

Da questo momento in cui il governo guidato dal presidente iniziò la lotta contro gli oligarchi ei criminali e sostiene attivamente le piccole e medie imprese. Nel maggio 2000, il Presidente ha iniziato una trasformazione federale.

La creazione di un presidente spazio giuridico comune

Stabilire e mantenere l'ordine nel paese, rafforzando la verticale del potere istituzioni e statali – questi erano i primi passi per il ritiro della Russia dalla crisi. In conformità con la legge federale del quadro giuridico dello Stato è stata aggiornata. Ripristinare potenze spaziali legali. una netta separazione dei poteri si è svolto tra gli enti locali e le regioni. Nel paese c'era un decentramento del potere.

politica interna ed attività di orientamento sociale

Putin ha continuato a nuovi modi di risolvere i problemi sociali, e lo ha chiamato una "politica di investire nelle persone, il che significa che -. Nel futuro del Paese" La politica del governo è posta l'obiettivo di migliorare e aumentare il livello di vita dei cittadini. processo di ricostruzione inizia zone molto avanzate: agricoltura, l'istruzione, la salute e settori dell'edilizia abitativa.

E 'stato acquistato circa quaranta mila unità di apparecchiature diagnostiche e tredicimila ambulanze. Circa 1,3 milioni di donne che hanno bisogno di gente povera e circa 300.000 bambini hanno ricevuto cure mediche gratuite.

Migliorare lo stato di crescita della popolazione

Grazie alle nuove riforme nel materiale di promozione della salute e la fertilità è notevolmente migliorata marchio demografico del paese. Nel 2010, i primi detentori di certificati sono stati in grado di approfittare di assistenza finanziaria. Circa 314 migliaia di giovani madri nel 2010 ha ricevuto fondi da parte dello Stato. l'importo dell'aiuto aumentato. Sempre nel 2010, è stato aumentato le indennità per le famiglie di sostegno sociale con bambini.

Rafforzare l'esercito e la stabilizzazione della situazione in Cecenia

Con grandi sforzi, ma riesce comunque a fermare la guerra del Presidente della Federazione Russa nel Caucaso del Nord. un duro colpo per il terrorismo e il separatismo è stato fatto. Cecenia è diventata un soggetto a pieno titolo della Russia. elezioni presidenziali e parlamentari si sono tenute nella Repubblica di Cecenia, così come è stata adottata la Costituzione.

Ma allo stesso tempo si è scoperto gravi problemi delle Forze Armate della Federazione Russa. Dopo la risoluzione del conflitto nel Caucaso del Nord, le autorità russe hanno migliorato materiali militari di supporto, ha acquistato armi moderne e hanno riformato l'esercito.

La prosperità di corruzione in Potenza

Nonostante lo sviluppo positivo della politica interna del Paese, ma il presidente non può superare pienamente e sradicare la corruzione. Nel 2007 è stato eccitato da qualche parte intorno migliaia di casi criminali a causa della corruzione di funzionari. Fino ad oggi, la corruzione nel sistema degli appalti pubblici è di circa 300 milioni di rubli, che è il 10% della quantità totale di tangenti. Nonostante tutto questo, la legge è ancora alcun articolo sulla lotta contro la corruzione. Inoltre, in Russia non esiste una legge, anche la definizione stessa di corruzione.

cittadino apatia verso la politica

Circa il 60% dei russi oggi non sono interessati alla politica. Circa il 94% degli intervistati ha ammesso che tutto ciò che accade nel paese, non dipende da loro. Molti accusano il governo guidato da Vladimir Putin.

politica interna ed estera, abbiamo brevemente discusso, dimostra che i leader del paese non hanno creato un meccanismo unico, che sarebbe un dialogo con il popolo, avrebbe sentito le richieste della popolazione, dove le persone possono prendere parte attiva nello sviluppo della loro patria. Cambiamenti nella legislazione elettorale più separate le "classi superiori" della società dal "basso". Il sistema di alimentazione è monopolizzato.

della politica di Putin: pro e contro

la politica estera di Putin in questi ultimi anni come risultato dei progressi all'interno. Sulla scena mondiale la Federazione Russa sta guadagnando forza influente. Per ridurre l'influenza Vladimira Putina negli altri paesi, l'Occidente sta cercando di entrare nella Federazione Russa nel isolamento economico e politico. Nel 2014, i tentativi di escludere la Russia dal "Big Eight" era stata presa.

politiche interne ed esterne di secondo e quarto mandato presidenziale di Putin diventa significato ambiguo. Da un lato, si vede un successo poteri di politica estera, d'altra parte, la corruzione nega tutto lo sforzo. Al fine di debellare questo fenomeno nel paese, Putin ha avuto più tempo rispetto al resto dei governanti. Ma, purtroppo, la corruzione esiste ancora.