476 Shares 1292 views

Vicini slavi orientali

La storia dei popoli slavi descritti nella antica cronaca russa – "Tale of Bygone anni". Riferisce sulle radure, che abitavano il Medio Dnepr vicino a Kiev, circa drevlyans che abitano il bosco e paludosa Pripyat Polesie. Ai confini settentrionali della popolazione del mondo antico slavo orientale vive lungo la costa del Lago Ilmen Ilmen Slovenia, tra il Dvina occidentale e Pripyat – Dregovichi che coesisteva con Kriviches. Quest'ultimo è piuttosto grande tribù, che successivamente si divise in tre parti. tribù così formate Pskovian, Polotsk e Smolensk Krivichy. Da parte delle aree di steppa campi vicini erano settentrionali e radzimichy viveva lungo le sponde del fiume Sozh. Pool fiume Oka abitato vjatiči. Il territorio a sud, praticamente la costa del Mar Nero, è stato occupato Tivertsy e condannato.


Origine e insediamento degli Slavi, nella forma in cui compare nel record, per un lungo periodo ha causato dubbi tra gli storici. Tuttavia, nei primi anni del 20 ° secolo, l'archeologia ha confermato questo schema.

Obzhivaya un'area così vasta, le tribù slave che devono affrontare con gli altri popoli che hanno vissuto in Europa orientale prima che sia venuto con loro. In questo caso, naturalmente, formate o che le relazioni tra le nazioni.

Vicini orientali slavi – Balts – occupavano un vasto territorio. Secondo i rapporti, avevano vissuto fino alla zona di Mosca moderna. Questo è indicato dai risultati di studi di toponomastica (nomi delle caratteristiche geografiche).

I popoli ugro-finniche – vicini slavi orientali, nel nord-est. Sulle aree meridionali vicine tribù di lingua iraniana abitati, sono discendenti dei Sarmati.

La vita è stato speso in scontri militari periodiche, sono sostituiti da relazioni pacifiche, ha avuto luogo l'assimilazione. I vicini slavi orientali in qualche misura influenzato lo sviluppo della tribù nella vita erano diversi elementi di altre culture. L'interazione della tradizione è stato il fenomeno più importante del periodo.

Alcuni vicini di casa degli slavi orientali erano in grado di formare un sufficientemente forti alleanze tribali, e alcuni – inizio-educazione. Con queste nazioni erano rapporto piuttosto complesso. Così, i bulgari nel mezzo del 7 ° secolo hanno creato una di queste entità. turbolenze interne e pressioni esterne contribuito al fatto che una parte dei bulgari migrato sul Danubio. Qui hanno conquistato le tribù locali dei Slavi meridionali. L'altra parte dei bulgari, che hanno spostato a nord-est, si è posata sul fondo del fiume Kama e medio corso del Volga, formando la Bulgaria. Per molto tempo questo stato è una vera minaccia per gli slavi orientali.

Nella seconda metà del 7 ° secolo i bulgari hanno cominciato a limitare le tribù turche – i Khazari. Nel corso del tempo, l'ultima si stabilirono nella regione del Volga Inferiore, la Crimea, Mar Nero settentrionale, il Caucaso del Nord. Così formato kaganat Khazarian. Il centro di questo stato era situato nel corso inferiore del Volga. È vero, "etnici" Khazar turchi non era tanto una grande parte della popolazione sono stati i rappresentanti raznoetnicheskih nazionalità (tra cui gli slavi), discendenti Saltovo-Mayaki cultura.

Sulla penisola scandinava risiedeva Normanni. Erano per gli antichi Slavi notevole pericolo. Nel 9 ° secolo i vichinghi (cd Normanni) portato un enorme numero di attacchi sul territorio degli insediamenti slavi. Tuttavia, nella lotta contro i nemici rafforzato l'organizzazione militare della popolazione. I capi militari slavi erano i principi. Come le altre nazioni, il sistema centesimali slavi è stato esteso quando ogni tribù ha messo in campo un centinaio di guerrieri.