279 Shares 4874 views

La Russia può vietare la vendita di tabacco a chiunque sia nato dopo il 2014

Circa la metà dei cittadini russi sono dipendenti dalle sigarette. Secondo le statistiche, quasi il 40 per cento da 143 milioni di abitanti utilizzano regolarmente i prodotti del tabacco. Per liberare la popolazione di questa abitudine, il Ministero della Salute ha proposto una misura piuttosto radicali.


Il nuovo piano per la lotta contro il fumo

Ministero della Salute russo ha proposto un nuovo piano per vietare la vendita di tabacco per tutte le persone nate nel 2015, secondo un rapporto pubblicato dal sito web di notizie russa "News". Nel caso di adozione della legge diventi operativo prima 2033. Ciò significa che il fumo può mai diventare illegale per tutti i cittadini della Russia.

La Russia, a seguito della convenzione che prova a combattere il fumo, ha compiuto passi enormi per vietare la pubblicità dei prodotti del tabacco e di aumentare l'imposta su di essi. Inoltre, è vietato fumare nei luoghi pubblici a partire dal 2013. All'inizio dello scorso anno a una fermata dell'autobus a Mosca, anche apparso un manifesto con la scritta "Il fumo uccide più persone di Obama, anche se si uccide un sacco di gente."

Questi sforzi hanno portato ad una riduzione del numero dei fumatori, anche se le vecchie abitudini persone si rifiutano di lavorare. Le statistiche dice ancora che il 12% dei bambini al di sotto dei 15 anni fuma tutti i giorni. Molti hanno anche passati a fumo veyping.

Le leggi più dure al mondo

Questa legge può essere in compagnia di alcuni tra i più rigorosi al mondo. Bhutan Asia – un paese in cui le leggi anti-fumo sono considerati i più rigorosi al mondo, come la coltivazione del tabacco, la sua raccolta, produzione, fornitura, distribuzione e vendita di vietato.

Per quanto riguarda il resto del mondo, 6 milioni di persone muoiono di tabacco ogni anno. 600 mila di loro sono non fumatori, ma sono tutti uguali fumo di tabacco a respirare, poi ci sono i fumatori passivi. L'ottanta per cento dei fumatori nel mondo vivono in paesi in cui i livelli di reddito sono bassi o medio.