223 Shares 2860 views

Fenomeno mistico della natura. Che cosa è rugiada?

È bello vedere la rugiada sull'erba verde nella mattina d'estate. Molti fotografi cercano di spiegare silenziosamente la rugiada, imprimendo con impazienza gocce di umidità su fiori, ragnatele perle o foglie di diffusione. Nella rugiada c'è un certo mistero e mistero, è sempre associato alla freschezza, al nuovo giorno, alla giovinezza e alla pulizia.


Che cos'è la rugiada e come si forma?

Dewdrops sono piccole gocce d'acqua che cadono sulle piante, il terreno durante il fresco, venendo la sera o la mattina. Per comprendere il meccanismo della formazione di questo fenomeno, dobbiamo ricordare tre possibili stati d'acqua, quindi diventa chiaro quale rugiada sia e come appare. Quando l'aria viene raffreddata, inizia il processo di condensa del vapore acqueo, per cui diventa acqua liquida. Processi analoghi di solito si svolgono durante la notte. Dopo che il sole tramonta, la terra si raffredda rapidamente, attivamente irradiando il calore. Particolarmente abbondante ricaduta di rugiada si osserva nei tropici, dove l'aria è ricca di vapore acqueo e aumenta la radiazione termica di notte aiuta a raffreddarsi.

Rugiada in diverse fedi

Sulla questione di quale rugiada, in molte tradizioni e insegnamenti, fa riferimento a un dono celeste, puro e benedetto. Spesso questo fenomeno naturale simboleggia la rigenerazione spirituale, l'illuminazione, la pace e l'innocenza.

In Cina, sulla montagna Kun-Lun c'è un albero di dolcezza, in cui vedono il simbolo dell'immortalità. Il buddismo narra la dottrina in cui "la dolce rugiada", chiamata Amrita, è un nettare divino, possedendo il potere dell'immortalità e condiscendente ai fiori della terra dai cieli stessi.

La Kabbalah riguarda la rugiada come una sorta di risurrezione. Secondo i loro insegnamenti, la Rosa della Luce evapora dall'albero della vita e rigenera i morti.

Nei tempi antichi, la rugiada era direttamente associata a Irida, il messaggero e l'aiutante degli dei. I suoi vestiti consistevano di gocce di rugiada di tutti i colori dell'arcobaleno. E anche si credeva che la rugiada è lacrime della dea Eos.

Nel cristianesimo, i dewdrops simboleggiano il dono dello Spirito Santo, aiuta a suscitare le "anime appassite", dà loro l'umidità, la rinascita. Inoltre, spesso sotto la parola "rugiada" nelle Scritture, comprendono la parola di Dio.

In alcune culture, le ragazze lavano la rugiada da un cespuglio di biancospino, credono che un tale rito prolunga i giovani, altri, prima dell'alba lavare il loro volto, fare un desiderio.

Medicina tradizionale

In precedenza, le persone spesso uscivano presto la mattina in campo o subito dopo mezzanotte e si lavavano con rugiada fresca. Soffiato grumi di panno e li avvolti, credendo che questo migliorerà il loro corpo. Anche le passeggiate praticate sulla rugiada a piedi nudi, che stimolavano punti sensibili e terminazioni nervose.

Quando, in tempi antichi, è stata posta la domanda su quale rugiada è e da dove proviene, hanno risposto, secondo le credenze, che la Natura stessa invia l'umidità guarigione all'uomo.

Notte e rugiada mattutina sono attribuite proprietà diverse. Si ritiene che la mattina nella rugiada penetri i raggi solari che danno vita e le gocce di umidità sono cariche di ioni positivi che resistono attivamente a raffreddori e infiammazioni. E la rugiada serale è piena di luce riflessa dalla luna, sono elettroni negativi che resistono ai radicali liberi, rafforzano i nervi, si prendono cura del cuore e della salute dello stomaco.

Il consiglio della medicina tradizionale suggerisce di avvolgere i piedi con un panno smorzato di rugiada. Questo metodo è utilizzato per reumatismi e problemi del sistema genitourinario. Avvolgere le mani può essere se ci sono problemi con il cuore o vasi sanguigni. Con la distonia vegetativa-vascolare, la testa è legata.

Poeti e scrittori sulla rugiada

Un notevole virtuoso della parola Athanasius Afanasievich Fet, gloriosamente cantando la Natura nelle sue poesie, non ha superato la rugiada. V. Kudryavtseva anche molto vividamente descritto questo fenomeno di natura sorprendente, chiedendo nelle ultime righe del suo lavoro "… ma cosa succede se ci sono diamanti dalla rugiada?". Yesenin, Balmont e molti altri poeti e scrittori lo hanno ripetuto a modo loro, dicendo che rugiada è, cercando di descrivere le piccole e scintillanti gocce d'acqua quanto più brillantemente e misteriosamente possibile.

Il grande scrittore Lev Nikolaevich Tolstoy, la cui penna appartiene a tutti i volumi di letteratura seria e sincera, ha scritto una breve descrizione della rugiada. La storia, o meglio, poche frasi, è chiamata "Che cos'è la rugiada sull'erba". Egli molto sottile, quasi fantasticamente riuscito a esprimere tutta la magia di una mattina piena di sole, su cui i piedi nudi di qualcuno sono felicemente salire. "… i diamanti sono visibili nell'erba", scrive Leo Nikolayevich, confrontando una goccia d'acqua con la pietra più preziosa del mondo. Correndo in queste linee, il lettore si meraviglia involontariamente nell'atmosfera creata dallo scrittore, secondo il modo in cui sapeva sapientemente la foglia che "… all'interno dei mohnat e soffici come il velluto", e comunque, semplicemente, senza eccessivo pathos, la rugiada è diventata un'eroina, Anche se piccolo, ma funziona. La frase finale trasmette la visione di Tolstoy di quella rugiada: "… la rugiada è più deliziosa di qualsiasi bevanda …".