145 Shares 1879 views

Gli atei contro le persone religiose: chi è più intelligente?

Gli scienziati hanno condotto un nuovo studio, che spiega la correlazione negativa tra religiosità e intelligenza. I ricercatori del Regno Unito e Paesi Bassi indicano che la religione è un istinto, e il rifiuto di essa, che è la capacità di "salire sopra di essa", è associato con l'intelligenza più alto.


Religione e intelligenza

Nel suo articolo pubblicato sulla rivista "Psicologia evolutiva è una scienza", i ricercatori dicono che la religione è il cosiddetto "dominio evoluto", che è, infatti, per istinto.

Se la religione è di evolvere il dominio, allora è un istinto. D'altra parte, l'intelligenza, cioè la capacità di problem-solving razionale, è quello di superare l'istinto e la curiosità, il che significa apertura al neinstinktivnyh opportunità. Lo afferma il coautore dello studio Edward Dutton presso l'Istituto di Studi Sociali dell'Ulster nel Regno Unito.

L'intelletto dei nostri antenati

Queste idee sono basate sul psicologo evoluzionista Satoshi Kanazawa "Principi di IQ nella savana." Da un punto di vista biologico, non siamo andati via dai loro antenati che vivevano nella savana. Questo significa che la nostra psicologia è fortemente dipendente da come le prime persone ragionevoli interagiscono con il mondo.

La meta-analisi

Una meta-analisi di 63 studi ha dimostrato che v'è una significativa relazione negativa tra le persone religiose e la loro intelligenza. Scopriamo chiaramente cosa si intende con questa tendenza. Si scopre che, anche se gli atei in media sono più intelligenti di persone religiose, ma non indica la capacità di una sola persona. Ad esempio, è possibile imbattersi in un uomo religioso incredibilmente intelligente, così come l'ateo recente.

Istinti e lo stress

Il modello sviluppato da Dutton in collaborazione con Dimitri van der Linden dell'Università di Rotterdam, sta anche considerando un legame comune tra istinto e intelligenza. In particolare, il modello si concentra sul rapporto tra istinto e lo stress. In tempi di stress, ad esempio, durante il pagamento delle tasse, le persone tendono a fare maggiore affidamento sulle istinto e molto meno – sul pensiero razionale. Intelligence (razionalità) aiuta a far fronte con azioni istintive in tali periodi.

Se la religione è in realtà in continua evoluzione del dominio, e di fatto – per istinto, allora la gente spesso ricorrere ad esso in una situazione stressante, perché tendono ad agire d'istinto in questo momento. Gli scienziati hanno una chiara evidenza di questo. Significa anche che l'intelligenza ci dà la possibilità di mettere in pausa e capire come la situazione in sé, così come le possibili conseguenze delle nostre azioni.

Questo fatto è fondamentale per la capacità di una persona di risolvere i loro problemi. Questa capacità è importante anche per le mutate condizioni della nostra vita. L'immagine della vita di una persona è cambiata radicalmente negli ultimi 11 mila anni, in modo da comportamento istintivo a volte può essere controproducente. I ricercatori tendono a riferirsi a questo come un disadattamento evolutivo che ciò che era vantaggioso per i cacciatori-raccoglitori, può essere un male per noi.

La psicologia umana è un settore complesso, e significa che non saremo presto sentire l'ultima parola in questo dibattito.