407 Shares 4775 views

Poddubnyy Evgeny: biografia, la vita personale, le foto

il giornalismo militare è molto apprezzato dai politici e l'opinione pubblica, perché dà la possibilità di monitorare gli sviluppi. Purtroppo, la realtà di oggi è che voenkory non rimangono senza lavoro. Uno di questi giornalisti è Evgeny Poddubny, la cui biografia è descritto in questo articolo.


informazioni biografiche

Evgeniy Evgenevich Poddubny è nato a fine estate, 22 agosto 1983. La sua casa natale è stata la città di Belgorod, dove ha vissuto per molti anni. I suoi genitori – Eugene P. e Irina – medici professionisti. Grazie alla madre, un chirurgo di professione, Eugene fin dalla tenera età esperto in terminologia medica e in grado di fornire il primo soccorso alle vittime. In molti modi, questa conoscenza è Poddubny utile nel suo successivo lavoro di corrispondente nelle zone calde.

Poddubnyy Evgeny diventato uno studente del Belgorod State University nel 2001, dopo il diploma di scuola superiore №20. La sua specialità ha scelto psicologia. Anche se inizialmente alimentato alla Facoltà di Storia. Eugene ha spiegato la sua scelta con il fatto che nei primi anni 2000 non era in BSU facoltà di giornalismo. Nonostante questo, la sua professione ha scelto Eugene al liceo.

Qualche tempo Poddubny vissuto in Medio Oriente, insieme con i suoi genitori, dove ha studiato la cultura e lo stile di vita dei residenti locali. Ha iniziato ad insegnare la lingua araba. Poddubnyy Evgeny anche fluente in inglese. Egli sostiene che nella sua professione senza alcuna conoscenza di una impossibile straniera. E 'necessario per la comunicazione, e, talvolta, solo per sopravvivere. Gli anni trascorsi in Oriente, hanno contribuito a Eugene nella sua missione giornalistica (Siria, Egitto, Afghanistan).

In primo luogo nella sua opera vita è ora, dice Evgeny Poddubny. La moglie ei figli sarà il prossimo.

Gli inizi della carriera

La sua carriera professionale è iniziata a scuola Poddubny. Durante gli studi presso l'università, ha lavorato come un anziano alla radio, poi qualche tempo a scrivere articoli per il giornale, e poi in televisione locale era un corrispondente. Dopo la laurea è stato invitato a Mosca.

Come reporter sul canale "TV Center" per nove anni. Dal 2011, si è trasferito al canale televisivo "Russia-24", che è diventato un inviato speciale, che copre i conflitti locali.

Eugene si definisce la portata della sua Giornalismo lavoro in situazioni estreme. Egli sostiene che l'equipaggio che andava a coprire i conflitti di guerra, dovrebbe essere in grado di, a volte più di civili. C'è un giornalista – non solo un giornalista, lui e il produttore, sono d'accordo sul set, che sa come cucinare su un fuoco, ferite bendaggio, etc. Tutto ciò vale anche per gli operatori e gli ingegneri.

La sua segnalazione ha dimostrato capacità di sopravvivere in situazioni critiche Eugene Poddubny. Corrispondente, le foto di cui ha visto il mondo intero, ha dovuto andare in Iraq, Israele, Pakistan, l'Ossezia del Sud, Libano. È stato sottoposto a pericoli incredibili per il bene del suo pubblico ha visto tutta la verità. Onesto copertura – il compito principale di un giornalista.

Lavoro in Ossezia del Sud

Essendo un giornalista militare – significa essere pronti in qualsiasi momento a volare fuori alla scena. A volte si verifica all'interno di un paio d'ore. La chiamata dall'ufficio, tasse ambulanza – e qui si sono seduti in un aereo, dirigersi verso l'ignoto.

Questo è ciò che accade in Poddubny quasi sempre i viaggi rari previsto.

8 agosto 2008 al mattino Eugene era già a Tskhinvali. E 'stato lui che ha trasmesso un messaggio al generale Vladimir Boldyrev che tutte le possibilità sono state esaurite per la difesa della città e del Consiglio di Sicurezza osseto chiesto alla Russia di intervenire.

Il 9 agosto c'è stata un'evacuazione di massa dalla zona di conflitto, ma l'equipaggio non ha lasciato, dando il suo posto in un minibus di civili. Hanno generosamente lavorato sotto raffiche di suoni, senza sapere se l'alba si riunirà domani. Grazie a questo impegno per le persone che lavorano come Eugene Poddubny, lo spettatore può seguire gli sviluppi.

Il suo viaggio si è concluso con solo il 18 di agosto.

Work in Siria

In totale, Poddubnyy Evgeny, canale corrispondente "Russia-24", che si tiene in Siria per due anni. E 'stato il viaggio di tre o quattro mesi, con una breve pausa per il viaggio di ritorno.

In primo luogo ha volato lì nel 2011. Nel settembre 2012 il suo documentario "La battaglia per la Siria" è stato rilasciato, che ha mostrato un reporter attuali eventi della guerra civile e ha dato la sensazione: il vostro, compagno di equipaggio, i civili, etc. Il film è stato installato in campo, con ostilità in corso. E 'stato tradotto in diverse lingue, in modo che si vede non solo in Russia.

A giugno 2013 Evgeny Poddubny finito sotto il fuoco insieme ai suoi colleghi. La colonna, che era anche nel canale auto televisivo "Russia", in attesa di un agguato. La battaglia è durata circa 15 minuti. I giornalisti miracolosamente riusciti a sopravvivere.

Lavoro in Ucraina

La maggior parte viaggio inaspettato giornalista ritiene che uno. Secondo la sua confessione, la guerra in Ucraina gli ha causato uno shock, anche se ha già visto un sacco.

Coprendo gli eventi del Maidan, il giornalista non poteva pensare che dovrà girare in poco tempo, seduti in trincea con le milizie. E ho dovuto sedersi fuori, e Evgeny Poddubny, la cui crescita non è molto favorevole a questo, ha fatto tutto quanto in suo potere per evitare la vista. A causa delle sue molte storie direttamente dal prima linea. Poddubny era a Donetsk, e in Artemovsk, Gorlovka e nell'azione militare più aggressiva.

Durante questo periodo ha fatto tre grandi documentari:

  • "Addio al slavi" (per i dipendenti "Berkut");
  • "Il prezzo della sconfitta" (vittime di guerra, i civili disperati e cinici del nuovo governo, che non ha il coraggio di parlarne e tenerne conto);
  • "Dad" (un film su Alexander Zakharchenko, leader delle milizie e capo di DNR).

In realtà, il lavoro in Ucraina è diventato uno dei più pericolosi per i giornalisti. Sono uguali in stato per cui i terroristi. Inizialmente, quando ci fu un isteria ucraino generale, Poddubny per l'approvazione, con le forze di sicurezza potrebbero trovare un terreno comune, di intervistare, a chiedere qualsiasi cosa. Più tardi, è diventato impossibile.

Ciò è stato confermato dalla successiva morte di diversi giornalisti russi e stranieri. Abbiamo anche avuto una speciale delle forze di sicurezza con una lista di presunti terroristi. Poddubnyy Evgeniy Evgenevich c'era dentro al numero 64.

Nonostante il pericolo, Poddubny andare in un altro viaggio d'affari. Secondo lui, fino a quando c'è la guerra, dobbiamo lavorare.

fatti interessanti

Ricevuto diversi premi di stato, tra cui il coraggio Ordine.