600 Shares 9480 views

Resina epossidica: uno strumento indispensabile in tutti i settori

Resina epossidica – sostanza ad elevata resistenza agli acidi, basi e alogeni. Si tratta di un oligomero sintetico. Può essere utilizzato per incollare praticamente qualsiasi materiale. Allo stato liquido è una resina epossidica trasparente, che ha un colore giallo-arancio, e dopo l'indurimento diventa marrone e praticamente sicuro per la salute. Tuttavia, il suo impiego in presenza può essere potenziale contatto con solventi, frazione sol-lisciviabile impossibile. Allo stato liquido è molto tossico, per cui il suo uso richiede aderenza ad un insieme di regole.


Naturalmente, per l'incollaggio dei piatti o altri oggetti che entrano in contatto con il cibo o acqua potabile, non può essere utilizzato per questo scopo ci sono altre sostanze. Tuttavia, a causa delle loro proprietà, la resina epossidica è uno strumento indispensabile in un'ampia gamma di settori. Due usi principali del materiale: come un adesivo e impregnazione. Con il suo aiuto la protezione contro la corrosione del calcestruzzo, metallo, produzione di stampi, la varietà di colla, anche una parte molto importante in quasi tutti i settori dell'ingegneria. resina epossidica e fibra di vetro sono materiali di partenza per la produzione di fibre di vetro, che è ampiamente utilizzato nella costruzione, barca- e aria industria. Inoltre, il primo viene utilizzato per riempire in elettronica e anche nel design.

Resina epossidica è utilizzato in tandem con un indurente. Qualora il trattamento termico è inaccettabile in un ambiente domestico, sono utilizzati in piccole officine sostanza freddo. E per i prodotti importanti, progettato per lavorare con carichi statici e dinamici in ambienti corrosivi – agenti di polimerizzazione a caldo. In questo caso, una griglia densa fissaggio molecole polimeriche. Inoltre, ci sono una resina epossidica e indurenti, progettato specificamente per le condizioni di elevata umidità, acqua salata.

Lavorando con la sua vita, si dovrebbe comprendere che ha generato il composto e il suo indurente una reazione esotermica, e maggiore è il peso del polimero, maggiore è il calore. A questo proposito è necessario scegliere il giusto numero di agenti, e correlare con lo scopo di utilizzo, di conseguenza, dovrebbe ottenere un'uniforme (bolle) solido. Inoltre, la reazione di resina e l'indurente è irreversibile, e successivamente termoindurente, termoplastico differenza non può fondere o sciogliere al risultato rilavorazione. I materiali più comuni e convenienti per l'indurimento di resine epossidiche sono ora considerati PEPA, DETA, TETA, TEPA e №1 (esametilendiammina sciolta in alcool etilico). A causa del fatto che convenzionale a due componenti composto – una cosa piuttosto fragile, la sua elasticità è aumentata aggiungendo un altro componente. Questo elemento è chiamato "impatto modificatore", esso può avere una composizione chimica diversa e, in funzione di questo, avere determinate caratteristiche. I veri i chimici hanno scoperto materiali che hanno la capacità di agire sia come indurente, e un modificatore di impatto.