492 Shares 5653 views

Diocesi di Simferopol e Crimea. Peter e Paul Cathedral a Simferopol

Più di recente, la Diocesi di Simferopol e Crimea incluso l'intero territorio della Crimea, ma la decisione del Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Mosca, nel novembre 2008 il suo territorio fu notevolmente diminuita. Da esso sono stati ottenuti ed ha ottenuto uno status indipendente Razdolnensky e Dzhankoy Diocesi. In seguito la diocesi Crimea stata ridotta ancora di più, poiché separata dalla zona che ha ricevuto i nomi di Kerch e Feodosia diocesi.


L'emergere del cristianesimo in Crimea

Molto interessato alla storia della cristianizzazione della vasta penisola del Mar Nero. Come risulta dalle Scritture, dove oggi è la Diocesi di Crimea del Patriarcato di Mosca, una volta che ha predicato la Parola di Dio, l'Apostolo Andrey Pervozvanny, e in seguito portato alla luce dei lumi santi fratelli Kirill I Mefody. Quando, nell'anno 96 ° in Crimea fu esiliato a San Kliment Rimsky, poi, secondo la sua testimonianza, le comunità cristiane comprende non più di 2 mila. Man.

La luce della fede cristiana per placare brillava sopra la penisola anche in periodi di conflitti storici pesanti, come il sequestro della parte settentrionale del tartaro-mongoli, si è verificato nel XIII secolo, o l'annessione della costa meridionale del Genovesi, che aveva invaso un secolo più tardi. Quando nel 1784 il Khanato di Crimea fu annessa alla Russia, entrò a far parte della Diocesi di Kherson e slava, Dipartimento che era allora a Poltava.

Ulteriore sviluppo della vita spirituale della penisola

Nel 1859, per decreto imperiale dell'imperatore Alessandro II di, è stato stabilito da un indipendente Diocesi di Crimea ortodossa, la separazione da Kherson. Questo atto amministrativo non potrebbe essere più vantaggioso impatto sulla vita religiosa di tutta la regione. Basti dire che nel corso dei prossimi dieci anni sulla penisola è apparso circa un centinaio di nuove parrocchie, un marcato aumento della vita monastica, e alcune scuole religiose sono state aperte. Un ruolo particolare nella educazione religiosa ha giocato a Simferopol, dove in quel momento c'era un noto in tutto il paese e il fatto rivivere al giorno d'oggi Seminario Taurian.

Il declino e la successiva ripresa della Diocesi

Dopo la presa del potere dei bolscevichi in tutto il paese ha implementato su larga scala campagna anti-religiosa. In Crimea, ha iniziato nel 1920, subito dopo la sconfitta dell'esercito R .N. Wrangel ed è stato distribuito così rapidamente che entro la fine del decennio sulla penisola aveva solo poche decine di parrocchie attive, che sono anche a rischio di chiusura. E 'triste ammetterlo, ma un certo numero di chiese è stato in grado di riprendere i lavori solo durante l'occupazione nazista.

Diocesi di Simferopol e Crimea hanno guadagnato slancio per la sua rinascita negli ultimi anni '80, quando l'intero paese ha cominciato a guadagnare forza il processo democratico. A quel tempo, è estesa a tutto il territorio della penisola, ed è durato fino al 2008, dopo di che, come detto in precedenza, la composizione delle sue due diocesi indipendenti sono stati evidenziati.

Attualmente, la Diocesi di Simferopol e Crimea combina monasteri e parrocchie, che si trova sul territorio di Yalta, Alushta, Simferopol, Sebastopoli e Yalta. Esso comprende un pozzo tali aree: Saki, Belogorsk, Bakhchisarai e Simferopol. Il suo centro è la città di Simferopol e la cattedrale si trova lì, Pietro e Paolo Cattedrale. Guidato la diocesi dal 1992, metropolita di Simferopol e Krymskiy Lazar (Svezia).

Organizzazione di pellegrinaggi

Oggi, in Crimea diocesi, ripreso dopo decenni di ateismo totale, riacquistato la sua forza precedente vita religiosa. Tra i molti dipartimenti amministrativi diocesani occupa uno speciale servizio di luogo di pellegrinaggio. Il suo personale organizza escursioni in un programma che include visite a templi, monasteri e diversi antichi monumenti cristiani che sono così ricchi di questa terra benedetta.

Inoltre, la proposta di itinerari di viaggio offrono l'opportunità di combinare una visita ai luoghi santi con il resto del mare nelle più belle parti della penisola. servizio di Pellegrinaggio accetta pre-ordini per gli individui e gruppi di grandi dimensioni. In questo caso il punto di partenza del viaggio potrebbe essere qualsiasi città in Crimea. Tutte le informazioni necessarie vogliono essere in grado di ottenere sul sito web diocesano.

La chiesa principale della diocesi

Pietro e Paolo cattedrale, che è un valore storico e artistico significativo, merita una particolare attenzione. Secondo i dati storici, è stata fondata nel 1866 sul sito del legno ed è entrato in estrema rovina, Chiesa dei Santi Costantino ed Elena. autore del progetto e il supervisore è diventato Simferopol architetto KP Lazarev.

Costruzione e la decorazione della cattedrale ha preso circa quattro anni, dopo di che fu consacrato, e 'iniziato il culto regolare. Va notato che molto prima di questo, nel 1668, presso la chiesa di due scuole sono stati aperti – maschio e femmina. Essi sono durate fino all'inizio della persecuzione bolscevica della chiesa.

Ulteriore decorazione e l'abbellimento della Cattedrale

Nel 1890, con i soldi raccolti da donazioni degli abitanti della zona, la cattedrale è stato circondato da una recinzione traforata ferro e paesaggistico l'area circostante a lui, è diventato un luogo di vari eventi in città. Nello stesso anno, fu emanato un decreto, in base al quale lo sviluppo della zona circostante è consentito solo gli edifici, le cui dimensioni non superino l'altezza della cattedrale.

All'inizio del XX secolo un nuovo tempio nel finale ha fatto cambiamenti significativi. Le donazioni churchwarden sono stati assunti maestri pittori, che ha fatto dipinte figura cupola eserciti, Dio circondato dal Heavenly Powers, e in fondo del tamburo, posizionare i dodici medaglioni con i volti degli Apostoli. Completano il quadro del disegno floreale, riveste le pareti.

Il periodo di barbarie e di desolazione

Nel 1924, le nuove autorità hanno chiuso la cattedrale e lungo la principale strada di lui rinominati Pietro e Paolo, dandogli il nome di ottobre. Ben presto ha iniziato la sua alterazione, o meglio, una distruzione barbarica. Fu completamente distrutto la cupola del campanile cattedrale, e l'interno è stato utilizzato come magazzino, con un conseguente rampa di cemento è stato costruito per inserire il suo camion. Veterani ricordano la città, il patetico, che era in epoca sovietica, una volta che questo santuario venerato di tutti – senza una cupola, con un muro sporco pelato e cresciuti sul tetto di un albero.

Il ritorno del "cerchio completo"

La rinascita della chiesa, così come in tutta la diocesi nel suo complesso, iniziato negli anni della perestrojka. Grazie al lavoro dell'architetto O. I. Sergeevoy, negli archivi del Santo Sinodo hanno trovato quegli stessi disegni, che una volta montati gli elementi perduti della cattedrale – la cupola e il campanile. Questa scoperta ha permesso ai restauratori per ripristinarli con la massima precisione.

Al termine, la chiesa fu riconsacrata, e le sue pareti sono state riprese il servizio. Nel 2003 Pietro e Paolo Cattedrale è stato dato lo status di una cattedrale. Va notato che i nuovi sviluppi anche toccati e le aree circostanti – nel 2008 la decisione delle autorità cittadine la piazza della cattedrale e la strada che conduce ad esso i loro nomi storici sono stati restituiti. D'ora in poi si chiamano Pietro e Paolo.