618 Shares 6167 views

Ghetto – è per questo che?

Ghetto – che cosa è questo? Nel nostro tempo di migrazioni di massa e stati multiculturali, siamo molto spesso di fronte a questo concetto. Tuttavia, molte persone intuitivamente capire la stretta relazione di questo termine per le differenze nazionali non sono sempre chiaramente immaginare il significato pratico e i principi di funzionamento di tali sistemi. background storico


Storicamente un ghetto – un insediamento compatta di rappresentanti di una cultura (orientamento religioso, razza, origine etnica) tra gli altri, più globale. Il fenomeno ha avuto origine nell'Europa medievale, quando cominciarono ad apparire separati dagli altri quartieri ebraici. In realtà, nel mondo medievale, la globalizzazione è stata meno influente, e compenetrazione di culture ha avuto luogo non è così attiva. Tuttavia, la proporzione della popolazione ebraica è sempre stata presente nei paesi europei. Inoltre, le loro credenze non cristiane, così come la vicinanza della nazione all'interno e resistenza al processo di assimilazione trasforma gli ebrei in reietti. Ad esempio, con il deposito della sua chiesa fu proibito di impegnarsi in agricoltura (la cosa più redditizio allora) e un certo numero di professioni. Molti governanti li hanno prescritto a stabilirsi in alcuni quartieri. Così, nel senso storico del ghetto – un insediamento compatto specificamente ebraico. Per inciso, il termine è nato in Italia, dove la cosiddetta zona di Venezia, sull'isola di Cannaregio, dove gli ebrei furono espulsi all'inizio del XVI secolo.

Attraverso il prisma del XX secolo

Con lo sviluppo di collegamenti di trasporto, integrazione reciproca (politica, culturale ed economica) in tutto il mondo, c'era il concetto di massa migrazione della popolazione. La nozione nuova popolare del ghetto era negli Stati Uniti all'inizio del XX secolo. US ghetto – blocca neri, discendenti di un numero considerevole di colonialismo ha portato in un'epoca di schiavi. Con l'ulteriore globalizzazione e l'aumento del tenore di diverse regioni del mondo (in cui alcuni del paese più sviluppato ed è cresciuto ricchi, mentre altri sono rimasti materie prime appendice al basso livello delle élite e un gran numero di problemi sociali), aumentata e processi migratori vivente. Ora ghetto – è non solo gli insediamenti ebraici o quartieri "nero". Si riferisce a tutte le zone urbane, dove forzato o le minoranze etniche volontari. In sostanza, i ghetti moderni – questa è la prova di una mancanza di politiche pubbliche che promuovano la socializzazione e l'assimilazione.

NSDAP e le politiche di occupazione durante la Seconda Guerra Mondiale

Tuttavia, la tonalità più orribile del termine ha acquisito a metà del XX secolo ed è stato collegato con le attività della leadership nazista nei territori occupati. Per i nazisti, come gli insediamenti forzati sono diventati un comodo strumento per ottimizzare la distribuzione della popolazione per più o meno completa. Ghetto di Varsavia – questo è forse l'esempio più famoso. Dopo la caduta della capitale polacca di tutti gli ebrei ricevettero l'ordine di spostarsi in una determinata zona della città. Più tardi, gli ebrei sono stati portati qui da tutto il paese. I confini del ghetto furono fortificate muro, filo spinato e soldati custoditi in realtà trasformano l'area nella zona di detenzione. La popolazione della zona è stata utilizzata per il lavoro fisico pesante ed era in condizioni molto peggio, anche il resto di Varsavia nella città occupata. I prigionieri del ghetto sono stati i primi candidati per la partenza verso i campi di concentramento (situato nei pressi di Auschwitz, in primo luogo). In realtà, questo è accaduto in tutta la presenza nazisti.

Gli abitanti del ghetto sono stati portati via in una direzione sconosciuta, promettendo loro le migliori condizioni di lavoro nel nuovo posto. Tuttavia, non è mai tornato, e le voci terribili circa il loro destino filtrava nel ghetto. In queste condizioni per le persone che erano destinati a morte certa nella camera a gas, la scelta migliore è stata una dichiarazione di guerra contro il regime. Anche se le probabilità sono lividi ed abitanti quasi inermi contro le unità SS ben attrezzate non c'era rivolta ha avuto luogo a metà aprile del 1944. Di conseguenza, i prigionieri del ghetto resistito per quasi un mese, ma sono stati distrutti, con il vantaggio di prendere la sua ultima battaglia.