568 Shares 2549 views

Kolomenskoye. Zar Alexei Mikhailovich Palazzo in Kolomenskoye

villaggio Kolomenskoye nei pressi di Mosca era una volta il dominio degli zar russi. Ora questo luogo è il territorio della Riserva architettonico Stato. Sulla vasta piazza in quasi quattro acri situati monasteri suburbane e chiese, e palazzi: la casa di Pietro il Grande, trasportati qui da Arkhangelsk, e, di fatto, i palazzi degli zar russi – Alexei Mikhailovich, soprannominato il più tranquillo e Fedor Alekseevich. La maggior parte della riserva – un parco e la natura incontaminata: burroni, foresta. Nella parte sud-orientale di esso va al argine del fiume Mosca. Così il palazzo del re in Kolomenskoye si può navigare su una barca da diporto. Beh guardate qui durante le feste a Natale, o Martedì Grasso. Poi in Kolomenskoye sono spettacoli teatrali, gite in slitta e altre divertenti intrattenimenti. All'interno della riserva vi sono anche numerose chiese antiche. Ma in questo articolo ci concentreremo sul palazzo degli zar russi.


Un po 'di storia

principi russi è piaciuto Kolomenskoye. Il palazzo si trovava in questa posizione già a partire dal XIV secolo. Pertanto, in zona Village ornato chiesa "scala metropolitana." Ad esempio, Vasily III eretta nel 1532 chiesa tendone dell'Ascensione. Viveva a Kolomna, e Ivan Grozny. Cronache riferiscono che qui nel suo palazzo, ha celebrato il giorno nome. Ma soprattutto amato questo luogo Zar Mikhail Fedorovich. Ordinò ampliare palazzo, infatti, costruito sul vecchio sito del nuovo palazzo. 17 settembre 1640 il re ha celebrato con un housewarming boiardi. Mi innamoro di questo posto ed erede, Alexei Mikhailovich. Un appassionato cacciatore, ha più volte caduto in questa residenza di campagna. Secondo l'ascesa al trono, ha iniziato una nuova costruzione.

Kolomenskoye Palazzo Alexei Mikhailovich

Già nel 1649-1650, così come 1657 del re sono attaccati ai vecchi nuovi locali – in occasione della nascita dei figli. Ma non era così. Il re voleva creare un insieme coerente, piuttosto che un sistema di rifugi, collegati da transizioni. Nel 1667 la prima pietra è stata posta nella costruzione di quella che poi contemporanei chiamato "l'ottava meraviglia del mondo". Va notato che per costruire Dvorets Alekseya Mihaylovicha nella gente comune Kolomenskoye – carpentieri Semen Petrov e Ivan Mihaylov. Un anno dopo, ha cominciato la finitura pareti in legno, davanzale e facciate intagliate. Nella primavera del 1669 è stato dimesso con materiali dall'estero di finitura (in foglia d'oro e vernice), e lo stesso padrone – armeni dalla Persia Bogdan Saltanov. Supervisionato il lavoro di rifinitura iconografo Simeon Ushakov. Pittura soffitti e pareti, tende dorate durato circa due anni. Infine, nel 1673 un maestro Armeria Petrom Vysotskim era un orologio sulla torre vicino al gate e la meccanica disposti leoni ruggenti.

Ristrutturazione Fyodor Alekseevich

Dopo la morte più tranquilla nuovo re ha preso il Kolomenskoye. Il palazzo è stato ricostruito di nuovo. Theodore A. ha ordinato la costruzione di un nuovo refettorio, che collega le stanze private della galleria re. Il nobile fortezza sala da pranzo costruita Sheremetyev Semyon Dementyev. C'erano anche erette "cancelli dorati", che in assenza del re in tela tenda Kolomenskoye modo da non noioso. riparazione leoni ruggenti al trono, decorazione esterna e interna è stata effettuata. Il restauro è stato completato nella primavera del 1682. Altri due anni stavano lavorando per riparare la casa annessi, coperture di registrazione e locali di pittura. A causa della ribellione moschettieri furono costruite baracche per la guardia del corpo – in tutte le sedici capanne. Nel 1685 i cancelli d'ingresso sono stati rafforzati di stagno inglese e ferro da stiro, issato un nuovo orologio.

L'era di Pietro il Grande e Kolomenskoye

Palazzo, con il trasferimento della capitale a San Pietroburgo, a poco a poco ha cominciato a declinare. Legno – materiale poco resistente. Successivamente Imperatrice, inoltre, non ha prestato molta attenzione residenza suburbana. Anna Ivanovna, tuttavia, ha ordinato di tenerlo "in buona carità", ma significa mettere in evidenza non degni. Nell'autunno del 1762 in Kolomenskoye fare una visita di Caterina II. Ha ordinato una stima di riparazione. Un documento presentato nel 1764. Ma invece di l'imperatrice ordinò la ricostruzione di costruire un nuovo palazzo sul sito delle dipendenze delle famiglie distrutte. Nel mese di maggio 1767, Caterina ha riferito che i vecchi palazzi delle scale cominciarono a sgretolarsi e il tetto. Poi l'imperatrice ordinò di smontare Dvorets Alekseya Mihaylovicha a Kolomna, e il posto – pulito. La data esatta della distruzione non è nota. Karamzin in "La povera Lisa" (1792) cita il villaggio di Kolomenskoye alto palazzo. Presso il sito del coro ligneo costruito un edificio di quattro piani in stile classico. Ma un secolo dopo fu distrutto.

Museo "Kolomenskoye"

Restauro del sito storico iniziato con l'iniziativa del famoso artista e restauratore P. Baranovsky. Ha proposto nel 1923 per organizzare il territorio della ex tenuta di zar russi nel museo a cielo aperto dedicato alla architettura di legno russa. Questo è ciò che spiega la presenza in Kolomenskoye casa di Pietro I. In essa il re-riformatore vissuto sull'isola per circa due mesi di Markov, personalmente supervisionato la costruzione della fortezza difensiva di Arkhangelsk. Baranovsky interno della casa, torre di muschio Sumy prigione, cancello viaggio Korelskogo Monastero Nicola, la Chiesa Georgiya Pobedonostsa e altre note di architettura in legno restaurato. A poco a poco ha cominciato a ricostruire e altri edifici appartenenti al già direttamente Kolomna: Vodovzvodnaya torre fryazhskie cantina e Chiesa di San Giorgio, con un campanile. E nel 1990, l'idea di ricreare e l'estate Dvorets Alekseya Mihaylovicha.

ricostruzione

Anche se il palazzo reale del XVII secolo è stata completamente spazzata via, c'è stata una serie di litografie e disegni, in cui interni e decorazione esterna del "ottava meraviglia del mondo" sono rappresentate in dettaglio. Inoltre, gli stessi costruttori per salvare il disegno camere reali. Come il sito del palazzo sono cresciuti querce e tigli, si è deciso di ricostruire l'edificio in un altro posto nelle vicinanze, nel villaggio di Dyakovo. L'erezione è stata completata nel 2010. Il legno Dvorets Alekseya Mihaylovicha è stato sostituito da struttura in cemento armato, rivestita con tronchi. Nonostante il fatto che ha cambiato l'orientamento iniziale al cardinale, i turisti possono vedere la casa del re e l'imperatrice, il principe e la principessa di camere. impressione speciale lascia una grande sala da pranzo, che le diverse ali del palazzo sono coperti gallerie.

Museum: ore di funzionamento, i costi

Nonostante il fatto che il palazzo è stato costruito nei primi anni di questo secolo, un tour in Kolomenskoye uno non delude. Dopo tutto, tutti gli interni sono stati ricreati con la massima cura, la copia completamente disegni disegni sopravvissuti. Camera dotata di lampade uniche, mica davanzale e mobili. In ventiquattro interni del palazzo di fronte agli occhi dei turisti presenta vita personale e sovrani russi semi-ufficiali di epoca pre-petrino. L'ingresso al parco è gratuito. Ma mostre – a pagamento. Se siete venuti a Kolomenskoye per tutta la giornata, è meglio comprare un biglietto di sola andata – che costa 400 rubli, e dà il diritto di visitare varie stanze. L'esposizione è aperta tutti i giorni tranne il lunedì. L'ingresso al Palazzo costa 250 rubli.