662 Shares 2227 views

Comunista Mamaev Sergey: un combattente ardente contro la corruzione o l'altro un bugiardo?

Mamaev Sergey Pavlinovich – uno dei membri più controversi del Partito Comunista della Russia. Parole e le azioni politiche spesso vanno contro il suo ritratto politica incarna l'equità e la giustizia. Inoltre, gli scandali intorno al suo nome messo nella scomoda posizione di non solo il Sergeya Pavlinovicha, ma il suo stesso partito.


Mamaev Sergey Pavlinovich: Biografia primi anni

politico futuro è nato il 4 Febbraio 1958. Il suo villaggio natale era Kurba La maggior parte di ciò che si trova nel quartiere sovietico della regione di Kirov. Praticamente tutta la sua infanzia Mamaev Sergey trascorso nel villaggio. Solo nel 1977, ha lasciato la casa – è stato chiamato a servire nell'esercito sovietico.

Dopo la smobilitazione Mamaev Sergey viene a studiare a scuola insegnante. 50 ° anniversario del Komsomol a Kirov. Nel 1981, finisce con una specialità "maestro di cultura fisica." Tuttavia, invece di andare a lavorare in una specialità, i giovani stanno avendo un corrispondente del quotidiano "banner di Lenin".

Nel 1983, Mamaev Sergey entra nel Comitato Esecutivo regionale come istruttore. Inoltre, agisce come capo di educazione fisica in CCTV №9 Sovetsk. La prima istruzione superiore ha ricevuto nel 1989 al Kirov di Stato Istituto Pedagogico in direzione di "educazione fisica".

L'inizio della sua carriera politica

Comunista Mamaev Sergey Pavlinovich ha avuto inizio nel 1987. Fu allora che egli è iscritto al Partito Comunista dell'Unione Sovietica. Inizialmente molto zelo alla gestione della sua terra natale e il paese non ha mostrato. Inoltre, egli ritiene che la sua vocazione è quella di sviluppo spirituale e fisico della gioventù russa. Tuttavia, dopo la caduta dell'Unione Sovietica, la sua opinione è cambiato.

Nel 2001, Sergey Mamaev diventa il capo del distretto di amministrazione sovietica. Il suo successo è stato considerato in modo diverso, ma un po 'più avanti su questo. Molto più importante è che la politica è già chiaramente consapevole del suo obiettivo – che voleva diventare un deputato della Duma di Stato. E per raggiungere rapidamente i loro sogni, riceve educazione speciale presso l'Accademia di Mosca della Pubblica Amministrazione sotto il Presidente della Federazione Russa.

Nell'autunno 2006, Mamaev Sergey è diventato il primo segretario del comitato regionale Kirov del partito comunista. E 'stata la prima vittoria pesante a suo modo. Da allora, avrebbe potuto ancora una volta combattere fianco a fianco con i miei vecchi compagni. Grazie al loro sostegno nel corso del 2008, il politico diventa un membro dell'Assemblea legislativa della regione di Kirov.

Successivamente Mamayev ancora prendere il passo finale – di partecipare alle elezioni parlamentari. Questo lo fa nel 2001. Fortune è a lui favorevole, e Sergey Pavlinovich diventare un deputato della sesta convocazione del Partito Comunista della Federazione Russa.

MP Mamaev Sergey Pavlinovich: Ritratto politico

Nell'arena politica, Sergei Pavlinovich promuove l'immagine di un combattente ardente contro la corruzione e l'ingiustizia. Come un comunista ardente, egli sta difendendo i diritti dei cittadini comuni, i quali, secondo lui, sono affetti dalla tirannia degli oligarchi e dei politici corrotti. Mamaev in modo che solo il Partito comunista è il fair play nel Parlamento, a causa della quale perde costantemente i suoi avversari.

Nella sua intervista con Mamaev Sergey spesso sottolinea il fatto che la Russia di oggi è gravemente colpito dal regime di "Russia Unita". Le loro mosse politiche, non solo non beneficiano i cittadini comuni, ma anche di mettere questi ultimi in condizioni di svantaggio. Allo stesso modo, a suo parere, è inaccettabile per le autorità. Per quanto riguarda le ragioni di questo comportamento, "Russia Unita", il Mamaev assicurarsi che sia legato agli interessi personali dei deputati. Dopo tutto, la maggior parte è nei clan oligarchici, perseguendo il proprio beneficio materiale.

In particolare complemento brillante ritratto Sergey Mamaev suo libro: "La corruzione in Mari El:?! Mito o realtà terrificante" (2015) e "La corruzione nella regione di Kirov: un rifugio in mare aperto e un incubatore per malversatori e traditori futuri?!" (2015) . In essi, dipinge chiaramente tutti i peccati delle autorità e delle loro macchinazioni, riferendosi ai fatti e documenti reali.

Dietro lo schermo di virtù

Ahimè, onesto e decente Mamaev Sergey guarda solo a parole. Nella vita reale, questa immagine è scoppiando, incapace di sopportare le critiche veritieri da parte dei media. Quindi, la prima pietra nel giardino della politica è stata la dichiarazione scandalosa Aleksandra Glushkova, che ha sostituito Mamaev come capo del distretto di amministrazione sovietica.

Il nuovo leader ha detto ai media che il suo predecessore non sapeva come gestire un bilancio. Dopo il regno di Mamaev nel tesoro della città era un buco di 48 milioni di rubli. E per un piccolo bordo di una somma colossale tale. Forse qualcuno penserà che questa è solo una voce sporca. Tuttavia, i fatti parlano da soli: nel tempo Sergeya Pavlinovicha regno nel Soviet chiuso diversi giardini, abbiamo cominciato ad avere seri problemi con l'energia e la medicina.

Lo scandalo con il "garazhikom"

Tuttavia, se i peccati passati può essere imputato sulla incompetenza della politica, dello scandalo che coinvolge la costruzione di garage privato rispecchia in pieno l'essenza della sua natura. Accadde così che Sergey Mamaev voleva costruire in cantiere "garazhik" di un edificio a più piani. Naturalmente, una tale procedura richiede il permesso degli inquilini. Ma il nostro eroe ha deciso di andare un modo indiretto, e forgiare il documento.

Come conseguenza della truffa è venuto alla luce al di fuori, ma non si è fermata Mamaev. Nonostante le proteste dei suoi vicini e la decisione del pubblico ministero, il garage è stato costruito e circondato da una recinzione. Così, il deputato non solo ha ignorato la normativa esistente, ma anche sputare su quelli che ha promesso di proteggere da molestie politici disonesti.