717 Shares 1221 views

Scrittore Sergey Shargunov: biografia, creatività

Shargunov Sergey Alexandrovich è nato a Mosca il 12 maggio 1980. È laureato del Premio Debut ("Prosa Maggiore"), così come il Premio Statale nel campo dell'arte e della letteratura della città di Mosca, i premi italiani "Mosca-Penne" e Arcobaleno. Scrittore Sergei Shargunov – due volte il finalista del "National Bestseller". I suoi libri sono stati tradotti in francese, inglese e italiano. Dal luglio 2012 lo scrittore Sergey Shargunov è il direttore del sito chiamato "Free Press".


L'origine dello scrittore

Sergei Alexandrovich è nato a Mosca. Suo padre è un sacerdote, maestro presso un'accademia teologica, laureato con lode presso l'Istituto di Lingue Straniere a Mosca, parla cinque lingue e anche poeta e traduttore. Il nonno di Sergei è stato ucciso davanti. Anche sua madre è nata nella capitale. È un artista, uno scrittore. Nelle chiese di Mosca esistono icone, restaurate dalla madre di Sergei. I nonni sulla linea materna sono anche scrittori. Nonno – Boris Levin, morto nella guerra sovietico-finlandese nel 1940 e nonna – Valery Gerasimova, nipote di Vladimir Rusanov, esploratore artico, nonché la prima moglie di Alexander Fadeev.

Istruzione di Sergei Shargunov

Lo scrittore Sergey Shargunov ha studiato prima in una scuola speciale in Inghilterra, poi in una scuola ortodossa e ordinaria, che ha terminato. Nel 1997 entra nell'Università Statale di Mosca, la Facoltà di Giornalismo. Ha cominciato a pubblicare dall'età di 19 anni nella rivista "New World". Qui pubblica la sua prosa, oltre che articoli critici. Da allora, questo autore ha iniziato a pubblicare in molte altre riviste letterarie.

A 21 anni, lo scrittore Sergei Shargunov, la cui biografia è presentata in questo articolo, ha vinto il prestigioso premio di debutto per il suo romanzo "The Kid Punished". Il denaro bonus è stato trasferito sul conto degli avvocati da politico e scrittore Eduard Limonov, che era in prigione in quel momento. Nel 2002 si laurea presso l'Università.

Attività giornalistica

Shargunov nel 2002-2003 ha lavorato in Novaya Gazeta, dove ha servito come corrispondente speciale per Yuri Shchekochikhin nel dipartimento investigativo. Dal 2003 al 2007, Sergey Alexandrovich è stato anche un giornalista per un altro giornale, Nezavisimaya Gazeta, in cui ha guidato il progetto Fresh Blood. Molti giovani scrittori hanno stampato e debuttato su queste pagine. Lo scrittore Sergei Shargunov, la cui biografia è descritta in questo articolo, è stata pubblicata nella "Rivista russa" e nel quotidiano "Zavtra".

Attività politica

Insieme alla formazione all'università, è stato assistente di Tatyana Astrakhankina, deputato del Partito Comunista della Duma di Stato russa. Sotto la sua direzione ha lavorato nella commissione Duma di Stato nel 1998-1999 per indagare sugli eventi che si sono verificati nel settembre-ottobre 1993.

Nel 2004, Shargunov, insieme ai suoi compagni letterari, ha creato il proprio movimento "Hooray!", Che ha organizzato azioni di strada e serate letterarie, ha collaborato con Dmitry Rogozin e il suo partito "Rodina". Nel 2005, Sergei è diventato il leader dell'Unione giovanile "Per la patria!".

Nel 2007 è stato membro della "Fiera Russia" Sergei Shargunov.

La vita personale dello scrittore è segnata dal fatto che era sposato con Anna Kozlova, uno scrittore e nel 2006 avevano un figlio Ivan. Oggi la coppia è divorziata.

Cooperazione e progetti creativi

Lo scrittore Sergei Shargunov del 2013 è uno dei columnists della stazione radio chiamata Kommersant FM e anche l'Echo principale di Mosca dall'estate del 2014.

Come giornalista, è stato nel 2008 in Ossezia del Sud, e nel 2014 – nel Donbass nella zona di combattimento.

Incidente con il gruppo Pussy Riot

Shargunov nell'estate del 2012 ha fortemente condannato l'atto dei membri della punk band chiamata Pussy Riot. Tuttavia, ha anche opposto la prigionia dei partecipanti di questo gruppo, considerando questa misura inadeguata e sottolineando che la repressione dello stato costituisce una minaccia per tutti.

In risposta, Vladimir Pereslegin, arciprete, ha pubblicato una lettera aperta allo scrittore, accusandolo di ateismo. Si notò che fu scritto presunto "con la benedizione" di padre Sergei Shargunov.

Libri di Shargunov

Fino ad oggi , lo scrittore Sergei Shargunov ha creato i seguenti libri:

  1. "Evviva!" Questo libro del 2012 descrive già il periodo dell'inizio dello zero. Intorno alla violenza, alla sporcizia, alla crudeltà. Droghe e alcool divorano amici – i personaggi di questo lavoro. Voglio essere un eroe, una buona persona. Questo libro è la storia di un giovane uomo pronto a combattere, a urlare, ad appassionarsi, nonostante tutto in questo mondo indifferente.
  2. "1993". Descrive i coniugi inestricabilmente e dolorosamente connessi, la relazione di questi "emergenza" dei lavoratori, e come la loro figlia è cresciuta. Questa famiglia romanzesca per la maggior parte del tempo si svolge sullo sfondo dei primi anni '90. La cronaca familiare si intreccia con un'indagine storica. A quel tempo, cioè nel 1993, nel centro di Mosca era una guerra civile. Era un periodo di grandi sconvolgimenti e speranze. Lui e lei sono costretti a stare su un lato opposto delle barricate. Così la storia del paese si riflette nella vita familiare. Il libro è stato pubblicato nel 2013.
  3. "Il libro senza foto." Rappresenta una visione fotografica degli eventi sperimentati da un contemporaneo di oggi e catturati dagli occhi di un uomo che si preoccupa di tutto ciò che sta accadendo nel nostro paese e attorno al mondo. Qui Shargunov per la prima volta è assolutamente onesto e uguale a se stesso. Il lavoro è scritto con impazienza e amore – sia per il proprio dono, sia per la propria patria. Solo questo costituisce una grande letteratura. L'autore dell'opera è un partecipante diretto degli eventi politici descritti nel libro, che può essere chiamato oggi la più recente storia della Russia.
  4. "Influenza aviaria". Questo romanzo del 2008 racconta i giovani greggi, protettori e rivoluzionari che oggi si trovano in Russia. I suoi eroi vogliono partecipare alla storia del nostro paese. Alcuni dispersero i volantini del Cremlino, esplodono bombe nel caffè, palazzi di tempesta di Rublyovka e una colonia a Krasnoarmeysk. Altri predicano davanti alle autorità di agire, e tutti coloro che lo sconfiggono, trampoli. Romantici e criminali sono da entrambi i lati della barricata.
  5. "Battaglia per l'aria della libertà". La collezione, pubblicata nel 2008, comprende saggi scritti negli anni 2000, articoli e riflessioni sull'arte e sulla politica.
  6. "Qual è il mio nome?" Questo libro è nato nel 2006. La storia che è entrata racconta la ricerca ideologica ed esistenziale di Khudyakov, il giornalista inizio. Questa è una poesia (come l'autore chiama il suo lavoro), scritta da Sergei Shargunov.
  7. "Il bambino è punito". Per questo libro, lo scrittore ha ricevuto il premio "Debut".