221 Shares 5313 views

Esame citologico di macchie. Caratteristiche dell'analisi urogenitale

Il principale metodo diagnostico per la rilevazione di malattie precancerose precoci e le patologie oncologiche della cervice è oggi un esame citologico di macchie. Questo tipo di analisi è estremamente efficace, dal momento che ci permette di individuare vari cambiamenti nell'epitelio endo- e dell'ectocervix nella prima fase in modo tempestivo. Secondo le statistiche dell'OMS, l'oncologia della cervice è una delle tre malattie più comuni tra tutte le diversità dei tumori maligni femminili. Questa patologia si verifica in circa 25 donne di ogni centomila.


L'emergere di neoplasie maligne della cervice è influenzata principalmente da donne di età compresa tra i 35 ei 55 anni. È per questo che l'esame citologico delle macchie è incredibilmente importante. Si raccomanda di essere tenuto ogni anno per le donne che hanno una vita sessuale intensa. Gli esperti chiamano infezione con diverse varietà del virus papilloma, fumo, clamidia e herpes, malattie croniche, uso a lungo termine di diversi contraccettivi, frequenti cambiamenti nei partner sessuali, mancanza di vitamine A e C, immunodeficienza, fattori di rischio principali per la formazione della patologia tumorale della cervice.

Adesso in molti paesi sviluppati esistono programmi di prevenzione e diagnostica specifici (che includono necessariamente l'esame citologico di smear), che possono impedire lo sviluppo del cancro cervicale. La società anti-cancro della Russia raccomanda che le donne di età superiore ai 25 anni siano sottoposte ad un esame preventivo almeno una volta ogni tre anni. Tale periodicità obbligatoria può ridurre significativamente il rischio di patologia oncologica invasiva.

L'esame citologico delle macchie permette di studiare con alta sicurezza tutte le caratteristiche della struttura cellulare della superficie cervicale e rispondere in tempo ai cambiamenti patologici della sua struttura. Il metodo stesso è basato su un'analisi approfondita dei cambiamenti ciclici nell'epitelio vaginale. L'esame citologico di strati cervicali, che vengono presi in conformità ai requisiti, da tre diverse sezioni della vagina durante l'esame ginecologico con una spatola e uno specchio dilatatore speciale, fornisce uno studio microscopico della relazione dei tre tipi di cellule (superficie, intermedia, parabasale) e delle loro caratteristiche morfologiche.

Questo metodo dimostra la massima sensibilità in relazione a vari cambiamenti precancerosi nella struttura dell'epitelio piatto. La trasformazione patologica delle glandule del canale cervicale appare un po 'peggiore. L'inconveniente principale di questo metodo di analisi è l'incapacità di determinare l'adenocarcinoma, spesso presente nel canale suddetto e che è la causa della patologia del cancro della cervice in quasi il 20 per cento dei casi, secondo le ultime statistiche.

L'esame citologico di uno strato preparato da una sospensione cellulare nella ginecologia moderna viene eseguito con l'aiuto di un analizzatore automatico speciale. Sono stati valutati i risultati del cosiddetto sistema Maryland, il cui principale vantaggio è che consente di distinguere chiaramente tra cambiamenti benigni (natura infettiva e infiammatoria, natura reattiva e riparativa) e fenomeni veramente atipici. Vari cambiamenti nella struttura dello smear sono spesso causati non solo dal danno tumorale alla cervice. A volte sono causati da displasia, patologie oncologiche della vulva e (occasionalmente) tratto urinario.