93 Shares 5206 views

Repubblica Cecena, Alkhan-Kala: storia, atto di terrorismo, foto

mattina di festa, il 9 maggio 2016 rintocchi esplosione stati svegliati dagli abitanti del villaggio di Alkhan-Kala (Cecenia). PPC 138 è diventato un luogo di atto di terrorismo, tentato combattenti appartenenti a gruppi che non vogliono la pace e la stabilità nella regione. Quello che è successo quel giorno è stato ampiamente coperto dai media, i messaggi che compongono l'immagine del premeditato e preparato il crimine. Ma prima alcune informazioni circa il luogo, in cui la tragedia.


alcune statistiche

Il villaggio di Alkhan-Kala, situato nel distretto di Grozny della Cecenia. Questo è un abbastanza grandi insediamenti. Secondo l'anno 2016, la sua popolazione è vicino a dodicimila persone. A loro disposizione – tre scuole secondarie, complessi educativo-produzione, un magazzino, un cinema e una dozzina di punti vendita. I residenti di Alkhan-Kala, non devono affrontare i problemi dell'occupazione – nel territorio del paese opera allevamento di pollame, e nelle vicinanze si trova farm "Kularinsky".

Un piccolo riferimento storico

Durante il Medioevo, ai piedi del Caucaso del Nord è un vasto e potente stato Alania, e come risultato di scavi effettuati nel villaggio archeologi più sovietici, si è saputo che questo posto ha in quei giorni era abitata dagli antenati dei ceceni. Ciò è stato dimostrato da un gran numero trovato nella terra degli oggetti quotidiani, armi e ornamenti, non lascia dubbi circa la loro appartenenza Alan cultura.

La sua storia il villaggio di Alkhan-Kala inizia durante le Caucasica Guerra 1817-1864 anni. E 'stata una fortezza russa "Golden Valley", i cui resti sono ancora visibili oggi sulla sponda opposta del fiume Sunzha. E 'noto che, dopo le sanguinose battaglie fu catturato dalle truppe sotto il comando del più stretti collaboratori di Shamil – fratelli Gendargenovskimi.

L'origine del nome del villaggio

Questi guerrieri disperati non solo sconfitto l'avamposto russo, ma allo stesso tempo e messo le mani sul terreno intorno a lui, tra i quali sono stati falciando un ricco possidente di nome Alhi. Ha iniziato contenzioso in cui i fratelli ricorsero all'aiuto del suo patrono Shamil. Non volendo scegliere una lotta con un imam formidabile Alih ritenuto prudente per passare alla sponda opposta del Sunzha e ci ha trovato un nuovo insediamento, il cui nome deriva dal suo nome – Alkhan-Kala (città Alhi).

La popolazione di lingua russa del villaggio

Nel periodo pre-rivoluzionaria, il villaggio è stato chiamato Yermolovskoye, in onore del celebre generale russo, che ha dato un contributo significativo alla conquista delle tribù guerriere del Caucaso. E 'significativo il fatto che il nome è spesso usato nei nostri giorni i suoi abitanti di lingua russa, ed è una stazione ferroviaria situata nelle vicinanze. Ai vecchi tempi è stato principalmente abitata dai cosacchi e coloni – immigrati dalla Russia, che ha il compito di vigilare sul rispetto della legge e l'interesse pubblico in questo settore altamente volatile.

Anche nel periodo sovietico, attraverso il villaggio di Alkhan-Kala ferrovia è stata costruita, che porta a Grozny. Veterani, che oggi rimane ben poco, ricorda con amarezza come nel 1944, per i suoi treni in movimento, tenendo kirghisi e kazake steppe migliaia di ceceni – donne, bambini e anziani (uomini combattevano al fronte), condannati alla deportazione. Quei pochi che hanno avuto l'opportunità nel 1957 di tornare indietro, di creare una comunità cecena, ma la popolazione russa prevaleva ancora in quegli anni.

Le persone che hanno glorificato il suo villaggio e la Repubblica

Negli anni precedenti l'aggravarsi della situazione politica in Cecenia, tra gli abitanti del villaggio sono stati un sacco di persone che sono orgogliosi del loro paese. Tra questi è il famoso medico – chirurgo plastico Hassan Zhunidovicha Baiev, per i risultati conseguiti nel campo della medicina più volte premiati negli Stati Uniti, Giappone e Regno Unito il titolo di "Man of the Year", ed è diventato il vincitore del premio "Medici del mondo" premio. Quest'uomo straordinario è stato in grado di ottenere risultati senza precedenti nello sport, diventare un campione del mondo in Sambo e ha vinto il campionato degli Stati Uniti nei combattimenti senza regole. Veramente persona di talento è talento in ogni cosa.

villaggio ceceno di Alkhan-Kala, una foto di cui sono presentati in questo articolo, ha dato alla Russia un sacco di altre grandi persone. Tra loro ci sono ben noto banchiere AA Arsamakov, Onorato Artista, attore-burattinaio Ya Yu fa, avvocato per i diritti umani M. A. Musaev e una serie di altri ben noti ben oltre i confini della repubblica. Tutti loro sono stati gli eroi di programmi televisivi e radiofonici, nonché pubblicazioni a stampa russa e straniera. Essi sono giustamente orgogliosi della Repubblica cecena.

Alkhan-Kala negli anni di scontri sanguinosi

La parte triste è stato preparato per il villaggio durante l'ultima guerra cecena, spazzato attraverso le montagne del Caucaso. Come risultato delle ostilità, molti dei suoi residenti (soprattutto russi) sono stati costretti a lasciare le loro case e condividere la sorte amara dei rifugiati. Vi sono ampie prove delle atrocità perpetrate contro la popolazione di lingua russa, la maggior parte dei quali in quegli anni erano gli anziani. Non v'è alcun dubbio che essi non sono state fatte come parte del conflitto interetnico, e al solo scopo di prendere possesso della proprietà delle vittime e arricchimento personale.

In generale, il sentimento wahhabita in esso erano abbastanza abbastanza forte da dire che tra gli abitanti erano tali ardenti sostenitori del separatismo e la creazione di uno stato Sharia, come il campo comandante Arbi Barayev e sua nipote, tristemente noto attentatore suicida Hava Baraeva. Questa ragazza di diciassette anni, nel giugno 2000 ha commesso l'attacco, ha ricevuto una grande risposta non solo nel nostro paese ma anche all'estero.

Zio e nipote

Vicino l'installazione militare federale è alimentato camion fusibile farcito con TNT. Il risultato delle sue azioni è stata la morte di tre soldati russi e il ferimento di altri cinque. Purtroppo, questo atto illegale è stata percepita da molti in Cecenia come azione eroica ed esemplare. A proposito di Hawa Barayeva ha anche composto una canzone che è diventato molto popolare tra la gente.

A proposito di che genere di persone erano un contingente di gruppi armati illegali in quegli anni, si può avere un'idea sulla esempio di uno zio di questa giovane suicidio – il già citato Arbi Barayev. Rose durante la prima guerra cecena al grado di generale di brigata della Repubblica di Ichkeria, e di essere privato di questo rango , Aslan Maskhadov, che era nel periodo precedente l'inizio della prossima campagna, ha guadagnato la fama come un bandito che si specializza nel rapimento e il leader dei schiavisti bande, che hanno rivendicato decine i residenti della Cecenia e le aree circostanti.

Attivazione delle bande

In periodi di entrambe le campagne cecene, l'esercito russo è stato costretto a trascorrere in paese molti "pulizia" e di azioni specifiche che provocano l'arresto di tutti i soggetti coinvolti nelle formazioni militari illegali. Queste azioni, a loro volta, hanno dato origine a una nuova ondata di violenza da parte del già esistente nel villaggio di Alkhan-Kala (Cecenia), la metropolitana armata, le cui azioni è diventato più attivo.

I risultati di atti terroristici commessi da loro sono diventati più omicidi di legittima autorità – i capi del villaggio e la polizia, così come coloro che hanno collaborato con l'esercito russo. Inoltre, è stato effettuato diversi attentati di materiale militare delle truppe federali. Solo dopo la guerra, quando la Cecenia relativa calma, il villaggio di Alkhan-Kala, era quello di stabilire una vita pacifica. A poco a poco ha cominciato a tornare alle ex rifugiati, gli sforzi che ripristina casa devastato dalla guerra.

Alkhan-Kala. CAT 188

Tuttavia, è il momento di tornare agli eventi del maggio 2006 al mattino. E 'stata una vacanza, e il villaggio era ancora addormentato. A proposito di 6:15 al CAT 138, che si trova sulla strada Grozny – Alkhan-Kala, che trasportava servizio distacco combinato da Bashkortostan, avvicinato i due uomini. Uno di loro aveva uno zaino sulle spalle. Sulla questione degli obiettivi, costringendoli a lasciare le loro case in un momento così inopportuno, hanno detto che stavano andando a cercare sbandati alla vigilia del gregge. Il poliziotto di turno, non era soddisfatto della risposta, ho provato a controllare i loro documenti, e poi quello che aveva uno zaino, ha portato in vigore, è in lui un improvvisato ordigno esplosivo. Il suo compagno ha gettato una granata verso la polizia e ha tentato di aprire il fuoco con una pistola, ma fu distrutta da un incendio sulla sconfitta.

L'esplosione ha ferito sei poliziotti, con tre di loro sono stati portati in ospedale in condizioni molto gravi. autorità inquirenti presto riusciti a stabilire l'identità degli aggressori. Erano gli abitanti del villaggio di Kirov, nei pressi di Grozny, Shamil Dzhanaraliyev e Ahmed Inalov. Entrambi, come si è scoperto – anche molto giovani. Il primo di essi era appena ventisette anni e il suo partner era di due anni più giovane. L'affidabilità di queste informazioni, non v'è alcun dubbio l'identificazione dei corpi dei criminali coinvolti loro stretti.

L'arresto di complici

In conformità con la legge russa, un procedimento penale è stato avviato sotto due articoli – sulla invasione sulla vita di agenti delle forze dell'ordine e l'acquisto illegale di armi. Nonostante il fatto che gli aggressori stesse erano morti, l'indagine doveva ancora scoprire chi ha diretto le loro azioni.

Molto presto, a seguito di attività operative-investigativo detenuti cinque membri di un'organizzazione terroristica clandestina che ha avuto un impatto diretto sui militanti, commesso l'atto terroristico in Alkhan-Kala. Dalla loro testimonianza era chiaro che i militanti sono stati distrutti dai leader del gruppo armato illegale, in cui per l'ultima volta sono riusciti a coinvolgere i prigionieri.

Uno di loro – Dzhanaraliyev – ci sono informazioni che anche sei mesi prima che lui commesso il crimine stava cercando di lasciare illegalmente Cecenia e trasferirsi in Siria, ma è stato arrestato dalle forze dell'ordine. Solo il trattamento di numerosi parenti, inviati alla leadership della repubblica, lo salvò dalla punizione e dato la possibilità di tornare alla vita pacifica, che si è rivelato essere solo uno schermo dietro il quale non ha mai cessato di commettere atti illeciti.

Dichiarazione del capo della repubblica

Per quanto riguarda l'incidente nel villaggio (villaggio di Alkhan-Kala, Cecenia) fa una dichiarazione, capo ad interim della repubblica Ramzan Kadyrov. Nel suo discorso, ha sottolineato che l'incidente dovrebbe essere considerato come un reato grave volto a destabilizzare la situazione nella regione. Secondo lui, in un prossimo futuro ci sarà intensificare tutti gli sforzi per combattere gli effetti degli attacchi terroristici e tentativi di impedire il ripetersi.

Ramzan Kadyrov ha assicurato ai cittadini russi che contrastare tutte le azioni illegali volte a escalation di tensione, sarà effettuata su larga scala e prendere il carattere di una lotta senza compromessi. Nella sua dichiarazione, ha anche detto che ora il mondo è in pieno svolgimento il processo di riconoscimento della Cecenia come una repubblica prospera e stabile, ed è come il suo capo avrebbe fatto ogni sforzo per garantire che non rinnegati non potevano fermarlo.