161 Shares 2160 views

Mehmed II: la biografia del sultano ottomano

Nel mese di maggio 1453, sulle rive del Bosforo è stato un evento, lasciato il segno su tutto il ulteriore corso della storia del mondo. Incapace di resistere all'assalto delle orde turche, Costantinopoli cadde, per molti secoli, è una roccaforte dell'ortodossia ed è stata chiamata la Seconda Roma. Ha presieduto le armate dell'Impero Ottomano ancora molto giovane sultano Mehmed II, la cui biografia è stata la base di questo articolo.


erede al trono

30 Marzo, 1432, una concubina greca ha dato alla luce il Sultano dell'Impero Ottomano quarto figlio Murad II che divenne suo successore e passò alla storia come Mehmed II Fatih (il Conquistatore). Va notato che inizialmente il padre non è lo preparò per un campo così alto, come per nascita dallo schiavo era considerato al di sotto dei fratelli maggiori, le madri erano nobili donna turca. Tuttavia, tutti di loro sono morti in tenera età, il figlio di uno schiavo liberato la via al potere supremo.

Durante la vita di Maometto II fratelli, i cui genitori (in particolare il padre) non ha visto in lui un futuro sovrano, cresciuti nello stesso modo in cui tutti i bambini in famiglie benestanti, che indulge nei giochi e piaceri. Ma dopo la morte dei figli maggiori Murad II è stato costretto a cambiare radicalmente il loro atteggiamento verso il bambino, il cui destino molto ha scelto l'erede al trono, e di fare ogni sforzo per assicurare, per prepararlo per la futura attuazione della più alta missione.

La prima esperienza del Consiglio

Tutta la cura e l'educazione del suo successore Sultan affidato l'Alto Visir Khalil. Sotto la sua guida Mehmed in breve tempo ha ricevuto l'importo di base necessaria di conoscenza, che in seguito gli ha permesso di migliorare come scienza militare e l'arte della diplomazia.

biografie esistenti del conquistatore ottomano indicano che Mehmed II iniziò per la prima volta per le attività amministrative già a partire dall'età di sei anni, diventando il governatore della provincia Manisskoy. Tuttavia, ci arriva una clausola che lo ha aiutato in questo è lo stesso per tutto il tempo educatore e mentore – il Supremo Visir Khalil. Ho quasi bisogno di essere sorpresi. Ovviamente, è nelle sue mani il potere reale, e il figlio neonato, Murad II ha nominato solo un righello nominale, dandogli così l'opportunità dalla più tenera età a partecipare l'arte di governo.

E 'noto che, come capo militare di successo e abile diplomatico, Murad II, tuttavia, oppressi dalle autorità e ha espresso il desiderio più rapidamente possibile dalla posa del consiglio dell'impero al suo successore, e di indulgere in piaceri dell'ozio nel suo lussuoso palazzo in Magnesia. Questo sogno ha portato alla vita nel 1444, rendendo il figlio del sultano, ma lo ha lasciato sotto la cura dello stesso Visir. Questo è comprensibile, perché Mehmed aveva appena dodici anni.

una sfortunata battuta d'arresto

Tuttavia, il primo tentativo del giovane principe si rivolse decisamente grumoso. Il fatto che, con il suo caratteristico per la sua voglia di età di provare qualcosa di impossibile, il giovane segretamente stabilito un rapporto con i membri del movimento religioso bandito nell'impero dei Sufi. L'apprendimento di questo, l'istruttore ha ordinato l'esecuzione del loro dervisci predicatore che ha osato randagio giovane sovrano.

L'esecuzione ha avuto luogo e ha avuto le conseguenze più inaspettate. Indignato sacrilegio, si ribellarono giannizzeri simpatici a questo movimento. A seguito di questo, approfittando del momento, per ubbidienza agli abitanti dell'Anatolia, e dietro di loro, e la popolazione cristiana di Varna. Così, il sangue di un predicatore viaggiante, era la causa dei disturbi molto gravi.

In generale, ho tagliato un brutta figura a più saggia Visir – come i migliori, ma si è rivelato … ho dovuto lasciare Murad II al momento del suo harem, e maledicendo lo sfortunato Khalil, ancora una volta assunto le loro responsabilità Sultan. Dopo questo fiasco in disparte dal potere di Maometto II due anni trascorsi nel palazzo, non prova se stessa e cercando di non ottenere gli occhi di suo padre.

problemi coniugali

Ma, come testimoniano i biografi, con 1148 già raggiunto l'età di sedici anni erede sultano di nuovo invitato a partecipare a tutti gli affari pubblici. E per continuare qualsiasi schifezza fuori dalla sua testa, ha deciso di ricorrere ai vecchi e collaudati metodi – di sposare l'uomo. Otterrà una famiglia – sistemarsi.

Ma qui, rampollo ingrato riuscito a deludere il padre – ha avuto una cotta per donna prigioniera-cristiano che ha visto uno dei mercati di schiavi. Canta il suo serenate non l'ha fatto, e semplicemente pagando una bellezza tanto necessaria, ha portato al palazzo e la sposò (ancora decente era un uomo). Lei gli diede un figlio, ha ricevuto un nome musulmano e Bayazid molti anni ha giocato un ruolo fatale nella vita di suo padre.

Inizialmente – eretici sufi, e ora – una moglie cristiana, no, era troppo. Il controllo di un vasto impero, e in tutto il mondo incontrando l'umiltà, Murad II non poteva far fronte con il proprio figlio. padre Infuriato personalmente selezionata una degna sposa del più nobile famiglia turca. Ho dovuto obbedire. Secondo la consuetudine, il volto di sua moglie, ha visto solo dopo il matrimonio. Il fatto che si presentava al suo punto di vista, possiamo solo immaginare, ma è noto che il "dono", ha esitato ad entrare anche nel harem.

Signore dell'Impero

Nel febbraio del 1451 nella vita dell'Impero Ottomano è stato un evento importante – morì improvvisamente del suo sovrano, il sultano Murad II – padre Mehmed. Da quel momento di aver finalmente superato tutto il potere, e ha preso le sue funzioni, la prima cosa che si è sbarazzato di un possibile rivale e concorrente per il potere – il figlio neonato di suo padre, cioè suo fratello.

Mehmed II ordinò di ucciderlo, e che nessuno ha causato una reazione negativa. eliminazione pratica mezze pretendenti al trono e primo ha avuto luogo nella corte, ma ora è stato legiferato. Stabilitosi con il fratello, il giovane sultano ha inviato al patibolo, e molto noioso lui mentore – Visir Khalil.

Secondo le memorie dei contemporanei, il sultano Mehmed II era un intelligente ed energico, ma allo stesso tempo molto segreta, imprevedibile e capace di condurre una politica contraddittorie. Il suo aspetto, si può adeguatamente giudicati sulla base di ritratti a vita creati da maestri europei del pennello, la più famosa delle quali è Gentile Bellini. Nelle sue tele dell'artista raffigurato questo naso agganciato bassa, ma piena di forza interiore dell'uomo, curvo che ha dato il volto un'espressione minacciosa.

Duplicity e il tradimento

Pieno di vero est astuzia, il futuro vincitore ha iniziato la sua attività con quella ha cercato di creare una certa immagine di un operatore di pace. A tal fine, non ha mai cessato di assicurare i diplomatici dei paesi occidentali nel loro sforzo di stabilire la pace e la stabilità nella regione, e anche promesso di ambasciatore Costantino IX imperatore bizantino sul Corano che non potrà mai invadere la sua proprietà. Voto suonava esattamente due anni dal giorno in cui ha portato giù le mura di Costantinopoli con la forza del suo esercito, dopo aver conquistato tutto il baluardo della cristianità.

Ben presto, tuttavia, messo a nudo la vera natura della sua politica. In tutto 1452, il sultano Mehmed II, nonostante le sue rassicurazioni, si stava preparando per catturare la capitale bizantina. Vicino a Costantinopoli hanno costruito fortificazioni, e sulla costa dello stretto attraverso il quale le navi mercanti veneziani venivano dal Mar Nero al Mediterraneo, impostare la pistola. Sotto la minaccia di esecuzione immediata di tutti i viaggiatori suoi funzionari pagano imposte, che, in sostanza, è la rapina più palese.

La caduta dell'impero bizantino

In aprile 1453 il sultano ottomano Mehmed II, che poi è andato solo ventun anni, si avvicinò alle mura della Seconda Roma con un esercito di centomila, che ha rappresentato un quinto dei reggimenti crack del giannizzeri. Contro tali difensori militari impressionanti della città sono stati in grado di mettere in su solo sette uomini. Le forze erano troppo diseguale, e il 29 maggio, è stata presa a Costantinopoli. Dopo la caduta dell'Impero Romano, è stata la seconda in tragedia scala nella storia del mondo cristiano, che è diventato il motivo che da quando il centro ortodosso del mondo è andato a Mosca, ha ricevuto lo stato della Terza Roma.

Dopo la conquista della città di turchi massacrato la maggior parte dei suoi abitanti, e quelli che potrebbe essere venduto come schiavo e inviato ai mercati di schiavi. E 'morto quel giorno, e lo stesso Imperatore – era da poco salito al trono, Costantino XI. Tragico, ma per molti aspetti destino istruttiva del comandante bizantino Luka Notar.

Basandosi sulla generosità del nemico, era un sostenitore della resa volontaria della città, per il quale ha subito pagato il prezzo. Quando la capitale era nelle mani dei turchi, poi nel suo figlio giovane e molto bello notò se stesso Mehmed II. Harem dei ragazzi era il suo punto debole, e il Sultano ha deciso di completamento. Dopo aver ricevuto il rifiuto perturbato padre, lui non discusse, e ha ordinato l'esecuzione immediata di tutta la famiglia.

La nuova capitale dell'impero

Subito dopo la presa di Costantinopoli da Mehmed II lo ha sofferto di Adrianopoli, la capitale del suo impero, che ha contribuito al tasso di afflusso della popolazione turca. Un sobborgo della città – Galata, che prima di allora la colonia genovese è diventato -Fully subordinato all'amministrazione del sultano e anche presto è stato popolato da turchi. Inoltre, Mehmed II, mogli e concubine, che erano in precedenza nella ex capitale trasferito a Costantinopoli e tutta la sua numerosa harem.

Dai primi giorni del dominio ottomano, la principale città santuario cristiano – Hagia Sophia – è stata trasformata in moschea. Tuttavia, a causa del fatto che nei territori occupati erano ancora un numero significativo di ex residenti di Christian, un problema serio era la questione dell'insediamento della loro vita religiosa.

Sultan relazione ai gentili

Vale la pena notare che Mehmed II nella sua politica interna è stata guidata dai principi di tolleranza, e sotto il suo dominio Gentili a volte si sentono molto più a suo agio rispetto alla maggior parte dei paesi europei, in cui il tempo è andato il processo per dissenso religioso. Particolarmente acuta è avvertita da ebrei – profughi dai paesi dell'Europa occidentale, in fuga dall'Inquisizione e in molti arrivano nell'Impero Ottomano.

Per gestire le numerose comunità cristiane dell'impero Sultan sua autorità nominato primate, che è passato alla storia come il patriarca Gennady II Scholarios. Prominent figura religiosa del suo tempo, era l'autore di molte opere teologiche e filosofiche, e l'accordo raggiunto da loro per il regolamento dei rapporti tra le autorità musulmane e le comunità ortodosse rimangono validi fino al 1923. Così, patriarca Gennadiy Sholary e Mehmet II sono stati in grado di prevenire l'inevitabile in questi casi salasso per motivi religiosi.

nuovi viaggi

Dopo gli affari interni sono stati risolti, Maometto II il Conquistatore ha continuato la sua politica infida. Nel corso dei prossimi dieci anni per i suoi piedi cadevano Trebisonda impero, che fu il primo di una colonia bizantina, Serbia, Bosnia, Atene ducato, principato Marey e molti altri stati precedentemente indipendenti.

Nel 1475, sotto la giurisdizione dell'Impero Ottomano coperta Krymskoe Hanstvo con la sua capitale – la città di Caffa, l'attuale Teodosia. E 'prima che i loro raid hanno causato notevoli danni ai paesi dell'Europa orientale, ed è entrato in l'Impero Ottomano e in modo significativo rafforzamento della propria potenza militare aperto la strada a nuove campagne di conquista Mehmed II.

La morte non aggiunge gloria

Uno dei pochi paesi che sono riusciti a resistere al sultano, era la Repubblica di Venezia. In grado di sconfiggere il suo piano militare, Mehmed ha firmato nel 1479 un accordo sulla base del quale i Veneziani ricevuto il diritto di libero scambio all'interno dell'Impero Ottomano. Questo è in gran parte slegato le mani per ulteriori azioni, e nel 1480 le sue truppe fatta la cattura del sud Italia. Ma il destino ha voluto che questa campagna è stata l'ultima nella vita del conquistatore. E 'morto improvvisamente nel bel mezzo dei combattimenti, ma non sul campo di battaglia, e nella sua tenda.

Si ritiene che Mehmed II, il cui figlio è dalla moglie di un cristiano è il legittimo erede, divenne vittima di una cospirazione. Si ritiene che la sete di potere guidato da Bayezid (a questo proposito è già stato menzionato in questo articolo) è stato in grado di ottenere il medico personale del padre di dargli una dose letale di oppio, a seguito della quale è morto. Anche prima della sepoltura del figlio di Maometto II prese il suo posto sul trono come il prossimo governatore del sultano ottomano Bayezid II.

Riassumendo il Consiglio Mehmet II, gli storici concordano sul fatto che lui era in grado di cambiare in gran parte l'atteggiamento dei capi di Stato europei al suo impero, costringendola a riconoscere la parità tra le potenze più importanti dell'epoca. mentre prendeva il suo posto nella storia del mondo, insieme con il più eccezionale capo militare e statista.

Nel corso dei secoli, i governanti cambiato lo stato creato da lui, ma in base alla loro politica interna ed estera sono stati i principi stabiliti dal sultano Mehmed II. Primo fra tutti è stata l'espansione, combinata con la relativa tolleranza religiosa nei confronti dei popoli conquistati.