350 Shares 4291 views

Curdi – Nazionalità trenta milioni di apolidi

ricercatori moderni natsieobrazuschih processi e il fenomeno dell'identità nazionale sostengono che il fattore più importante nella formazione di qualsiasi nazione è la formazione di un proprio Stato, attraverso il quale sarà in grado di esprimere i loro interessi e le priorità nella vita fondamentali. Perché così viva del movimento basco, catalani e altre minoranze in Europa occidentale. Tuttavia, più numerose persone, che è apparentemente pronto a rilasciare sé come nazione, ma ancora non avere un proprio stato, sono i curdi. Nazionalità, questo ha un numero maggiore di rappresentanti di molte nazioni europee. Secondo varie stime, i curdi sono da trenta a quaranta milioni di persone che vivono in diversi paesi del mondo.


Chi sono i curdi?

Nazionalità Si tratta di una raccolta di un certo numero di gruppi tribali di origine turca. La loro patria e l'area più densa di reinsediamento moderna – territorio ad est dell'Asia Minore. Kurdistan moderna (il cosiddetto questa regione) si divide subito fra i diversi stati: Turchia, Iraq, Iran e Siria. Naturalmente, la maggioranza assoluta dei rappresentanti di questa nazione è musulmana sunnita. Anche se ci sono anche i cristiani, cattolici e anche curdi ortodossi. Nazionalità Questo è anche diffuso in altri paesi del Medio Oriente, così come in Europa e della CSI.

L'origine dei curdi

Questa nazione è uno dei più antichi in Asia Minore. La sua origine è oggi una questione molto controversa. Così, si ritiene che i curdi sono discendenti degli Sciti. Altri studiosi derivano la loro discendenza da abitata in antiche tribù Persia e la Mesopotamia Kurt. Studi genetici aplogruppi indicano la parentela con le moderne popolazioni curde del Caucaso: azeri, georgiani e armeni, ed ebrei.

questione curda in Turchia

In realtà, è la disparità tra un gran numero di persone al loro stato attuale di tali minoranze nazionali in diversi stati orientali. Così, i curdi la cui nazionalità è stata a lungo negata dal governo turco, sottoposto a oppressione culturale fino al 2000. Per molti anni, la lingua curda è stato vietato nei media locali. La situazione è aggravata anche dal fatto che i curdi in Turchia nel peso base sono in una fase sufficientemente bassa sviluppo sociale in confronto con se stessi turchi. Allo stesso tempo, secondo le stime alcuni esperti, il loro numero raggiunge il 20% della popolazione. crescita intensiva della coscienza nazionale è venuto qui dopo il crollo dell'Impero Ottomano. Durante tutto il XX secolo, nel Kurdistan lotta disorganizzato condotta debole. Scherzi a prendere forma, poteva solo influenzato dall'ideologia marxista, alla fine del 1970 – primi anni 1980. Sotto l'influenza delle organizzazioni paramilitari separatiste ei curdi sotto la pressione dei paesi europei insistono sulla democratizzazione della Turchia, il governo locale è stato costretto a fare concessioni negli anni 2000. Ammorbidire restrizioni all'uso della loro lingua e manifestazione culturale. Da qualche tempo ci sono stati regolari canali televisivi in lingua curda, scuole nazionali aperti.

questione curda in altri paesi del Medio Oriente

I curdi in Iraq, così come in Turchia, vivono in gruppi compatti in alcuni settori. Per lungo tempo stavano combattendo per la propria identità con la monarchia locali, e in seguito – con il regime di Saddam Hussein. Nei primi anni 1990, il Kuwait guerra anche quasi li ha aiutati a creare il proprio stato indipendente. Tuttavia, il tentativo fallì separatisti. Negli anni 2000, il Kurdistan iracheno ha ricevuto molto ampia autonomia all'interno dello Stato. Curdi siriani che vivono nelle regioni settentrionali del paese, pari al 9% della popolazione. situazione culturale delle persone qui sono ancora peggio che in Iraq e Turchia, come in Siria, sono ancora vietato l'uso della lingua curda, i nomi di scuole private, libri e altre pubblicazioni. Tuttavia, qui ci sono organizzazione paramilitare locale, che tende a creare autonomia.