715 Shares 8532 views

"Charm" – una delizia verbo che significa

"Charm" – un verbo che significa l'ammirazione o l'entusiasmo per qualsiasi cosa. Di solito chiamata la parola è usata nella letteratura di esprimere forti sentimenti prima nulla di bello. E possiamo parlare non solo di rapporti umani, ma anche di opere d'arte, di ammirazione per la bellezza del mondo che ci circonda.


valore

"Charm" – una parola che trasmette lo stato interno umana degli afflitti, ammirando qualcosa di bello. L'autore, utilizzando il verbo implica che una persona che è in uno stato di estasi, affascinato da ciò che vide, stregato (stessa radice della parola è descritta dal sostantivo "fascino" – "magia"). Nel testo di finzione, questa parola significa che l'impressione fa arrivare più forte.

Sulla base di quanto precede, si può sostenere che il "fascino" – è una parola che esprime un piacere speciale e ammirazione.

Il più delle volte, il verbo usato per descrivere l'amore o relazione romantica. E 'spesso usato in poesia (in amore o la poesia pastorale).

uso

Questa parola è usata nella determinazione dello stato interno di una persona che si compiace o si inchina davanti a qualcosa di eccellente. Il più delle volte gli scrittori usano la parola nella descrizione della bellezza femminile o di alcune opere d'arte. Ad esempio, spesso è possibile sentire l'espressione che uno o un'altra melodia ascoltatore affascinato. L'uso di questa parola significa l'uomo è così portato via da tutto ciò che era nuovo e di nuovo pronti ad ammirare l'oggetto della sua ammirazione.

Combinazione con altre parti del discorso

"Charm" – un verbo che può essere facilmente collegato con le altre parti del discorso. Di solito viene utilizzato nella costruzione del suo menzionare l'attore e il soggetto con cui interagisce. Ad esempio, spesso in una varietà di testi si possono trovare la frase che questa o quella persona donna affascinato, giovane ragazza, la melodia, il canto, la natura, e così via. D. Quindi, il verbo è combinato con un sostantivo o pronome.

Quando si tratta di quello che è il "fascino", viene in mente l'idea di una forte influenza estetico o morale di un fenomeno nel immaginazione umana. Pertanto, questo verbo è usato anche con gli aggettivi, che sottolineano sempre la forza delle impressioni.

E, infine, ripetiamo che la parola è molto comune nella letteratura e nella poesia classica per indicare gioia spirituale, la persona che si è interessati a qualcosa e riceve da questo piacere estetico.