888 Shares 4594 views

L'equilibrio del consumatore – Teoria e Pratica

Tutti, via via che invecchiano, passano adattamento sociale, versando in vari tipi di relazioni sociali, economici e di altro. Da una certa età, si possono visitare i negozi, punti vendita al dettaglio, agendo come acquirente diretta, il consumatore di un prodotto. I più anziani una persona diventa, più ampia gamma di prodotti, che si potrebbe teoricamente acquistare. La maggiore e più stabile rispetto al suo situazione finanziaria, la più varia le sue richieste e le necessità, le più ampie le sue opportunità di shopping. A questo proposito, gli studi economici hanno usato un termine come l'equilibrio del consumatore.


Cosa è incluso in questo concetto? Secondo la regola, l'equilibrio del consumatore – una sorta di punto di massima utilità dei beni acquistati a loro. Per esempio, una persona riceve un determinato reddito, espresso in una certa somma di denaro. Parte di questo importo può spendere per comprare alcune cose, per esempio, un abito. Costume ha bisogno di una certa dimensione, un certo stile, il colore, produttore. le cose a prezzo fisso – l'utente non può spendere per l'acquisto di più di quello stanziato dai fondi disponibili. E l'equilibrio del consumatore è un momento in cui uno della diversità delle materie prime che troverà quella che si riunirà tutti i suoi bisogni, di soddisfare sia il prezzo e la qualità del materiale, cucito, proprio come una cosa per sedersi su di esso, quanto sia facile sarà in grado di prendere il suo fuori del negozio, etc. Vale a dire, quando il consumatore capisce che questa è la cosa – ciò che gli serve, quando ha bisogno di e per quanto lui ha bisogno. Al momento dell'acquisto di questo prodotto, sperimenterà l'effetto di soddisfazione sul come e cosa spendere i loro soldi, passano il loro reddito.

Equilibrium consumatore può esprimere un'equazione frazionaria, dove il numeratore sarà MU variabile che indica l' utilità marginale di una qualsiasi delle merci, e al denominatore del P variabili, che indica il loro prezzo. E poi MU1 farà riferimento come P1 MU2 – a P2, e numero imprecisato di volte.

Naturalmente, la condizione di equilibrio del consumatore necessario disporre di alcuni requisiti:

  1. è necessario che i prodotti o merci che una persona acquisisce, siano compatibili con il proprio bilancio, vale a dire erano la cosiddetta linea di bilancio ;
  2. per beni e servizi, materiali e altri beni, il consumatore ha la capacità di trovare, scegliere la combinazione più ottimale desiderato.

Termine equilibrio delle interfacce di consumo con un altro concetto – la curva di indifferenza. Sotto di essa sono quei beni, servizi, ecc, che sono o non sono disponibili a un particolare cliente o non soddisfano le sue esigenze individuali, e quindi causano solo una quota parziale o non causano alcun affatto. Oppure può dimostrare che la persona vorrebbe acquistare, se il suo budget soddisfare tali esigenze. E se si traduce queste relazioni nella funzione di programmazione, le due linee, vale a dire, la curva di indifferenza e bilancio, danno un quadro preciso di come possiamo massimizzare i benefici del cliente e la soddisfazione dei beni acquistati, etc. una parte limitata del suo bilancio. In particolare, si intende come segue: una persona ha un reddito dal suo bilancio previsto – se la famiglia, un mese o una settimana – sulla situazione. I prodotti acquistati all'interno del bilancio, anche se due o due buono e diverso. Gli economisti, progettisti, lavorando nel sistema delle relazioni di mercato, è importante calcolare la situazione, per qualsiasi scenario il consumatore ottiene la massima utilità da quelli dei prodotti acquistati al loro budget.

Perché farlo? In primo luogo, al fine di organizzare adeguatamente le classi e schiere di acquirenti in base alle loro esigenze e possibilità materiali. In secondo luogo, per soddisfare la domanda del mercato in questo momento la merce e per prevedere le possibili esigenze future. E, infine, per mantenere la corretta politica dei prezzi, con il quale verranno acquistati i prodotti e produttori, intermediari, ecc Non rimanere nel perdente