828 Shares 3483 views

Come ha fatto la costellazione di Pegaso e dove trovarlo

spazio infinito sembra sempre di essere particolarmente interessante per le persone di tutte le età. Il principale oggetto di studio e l'osservazione è stata e rimane la stella. Miliardi di piccoli pianeti, che formano l'intero sistema e attirano sguardi curiosi. Guardando il cielo notturno e fantasie, perfino millenni fa, la gente ha visto nelle stelle i contorni di animali, e ha dato loro dei nomi. Essi credevano che il sole e dei pianeti – è la divinità che vengono serviti con i segni della luce abitanti della terra. E innegabile è che tra le stelle, l'universo e la terra c'è una connessione. Sin dai tempi antichi, la gente ha imparato a intuire e prevedere le stelle. Poi origine le scienze dell'astrologia (la divinazione dalle stelle) e l'astronomia (lo studio delle stelle).


costellazioni

Lo studio delle stelle per la gente è stata un'esperienza esaltante. Di essere guidato in questo spazio enorme, la sfera celeste diviso in porzioni che sono costellazioni. Ognuno è stato dato il suo nome. Nei tempi antichi, un ammasso di stelle sono stati dati i nomi degli dei e i nomi degli animali, che si somigliavano. Fino ad oggi, l'Unione Astronomica Internazionale ha riconosciuto ufficialmente 88 costellazioni. Il più famoso gruppo di stelle nel sud del mondo: Bilancia, Southern Cross e Centaurus. ammassi famosa stella dell'emisfero settentrionale: Cassiopea e la costellazione Orsa Maggiore Pegasus. Foto ultimo, affascinante per la sua bellezza, può essere visto in questo articolo.

cavallo alato nel cielo notturno

Nel cielo notturno dell'emisfero settentrionale può essere visto con occhio nudo 166 stelle che compongono la costellazione di Pegaso. Ad esso adiacenti sono Acquario, Dolphin, Andromeda, finferli, Pesce, Lucertola, Piccolo Cavallo e Swan. L'area occupata da questo ammasso stellare è 1120 gradi quadrati. Questo pone la costellazione di Pegaso al 7 ° posto tra tutte quelle esistenti. Per i residenti del cavallo alato dell'emisfero settentrionale guarda a testa in giù. Ed è per questo che è così schema Pegasus raffigurato nei vecchi atlanti. Al fine di essere in grado di vedere le stelle dell'immagine cavallo, è necessario disporre di immaginazione molto sviluppato. Molti cercano di andare al trucco, fotografando la costellazione di Pegaso, la cui foto per una persona con poca fantasia continua a non mostrare nulla, tranne che per i cluster di stelle.

Come trovare una costellazione?

Se si dispone di conoscenze di astronomia e l'esperienza nell'osservazione delle stelle, allora avete bisogno di conoscere la costellazione di Andromeda e di come appare. Concentrandosi sulla catena delle stelle di questa costellazione, spostare la vista verso ovest. Dare una buona occhiata. E per i luminari, si vedrà la costellazione di Andromeda Pegaso. Un altro modo per trovare un cavallo alato – è l'attenzione per la Croce del Nord, protagonista di confine su di esso.

Il momento migliore per osservare il Pegasus è l'autunno e la fine dell'estate. Per le persone con poca esperienza e conoscenza, sarà facile trovare lui sulla grande piazza di Pegaso.

fatti interessanti circa la costellazione di Pegaso

Tutte le stelle della costellazione di Pegaso sono legate ai cavalli. Il loro nome deriva dall'arabo. Così Enif tradotto significa "naso", Sheat – "leva" Markab – "sella" o "trasporto" Algenib – "equino stomaco". La luce più brillante (Enif, guaina e Markab) formano la Grande Piazza di Pegaso. Infatti, secondo lui, questa costellazione può trovare nessuno.

Constellation Pegasus ha una specificità distintiva: manca la stella Pegasi Delta. Fino al 1928, questa stella, situato tra Andromeda e Pegaso, il cavallo alato apparteneva. Per poi ha cominciato a riferirsi a Andromeda, Pegaso divenne così Delta Alpha Andromedae.

Un fatto interessante è che c'è una fonte sotto la doccia di meteoriti costellazione Pegasids, così come diverse galassie, compresa NGC 73331. Questa galassia a spirale Seyfert, che spesso utilizzano l'immagine al fine di presentare il punto di vista della nostra Galassia.

Miti e leggende di Pegasus

Non c'è una leggenda della costellazione di Pegaso. Nella mitologia greca, Pegasus – un cavallo alato bianco come la neve, nato di Poseidone e Medusa. Dopo la sua nascita, è diventato veramente servire Zeus, costantemente portandogli lampi e tuoni. Anche cavalli alati usati comuni mortali, quali doni agli dei. Queste belle e potenti animali servire i loro padroni fino alla loro morte.

Secondo un'altra versione del Pegasus emerso dal sangue di Medusa uccisa da Perseo.

Un'altra leggenda della costellazione di Pegaso ci dice che camminando nel Helicon, il cavallo alato ha colpito lo zoccolo di roccia. E da questa roccia vi era una fonte di Ippocrene (in traduzione – "la fonte del cavallo"). Coloro che hanno bevuto l'acqua da questa fonte, ottenendo ispirazione. Durante questo Pegasus soprannominato "Moose il cavallo."

Secondo un altro mito, gli dei hanno dato Pegaso eroe greco Bellerofonte. Egli, essendo in grado di cavalcare Pegasus, sono saliti su di esso in aria e frecce ha vinto una chimera – un terribile mostro con la testa di leone, il corpo di capra e la coda di un drago.

Per il fatto che Pegasus effettuato il servizio fedele, gli dei lo sollevate alle costellazioni, lasciando sempre l'immagine di un cavallo alato sul cielo.