799 Shares 1287 views

fattore di Van't Hoff

soluzioni isotoniche – un gruppo speciale di soluzioni, che sono caratterizzati dalla pressione osmotica. È così importante, che si caratterizzano per liquidi nel corpo, come ad esempio: plasma sanguigno, lacrime, linfa, e così via. Tutti questi liquidi sono pressione postoyannoem nella regione di 7,4 atm. Pertanto, se iniettato nel corpo da introdurre, la pressione osmotica del liquido sarà rotto, come verrà interrotta equilibrio simile.


Per preparare tale soluzione, è necessario fare alcuni calcoli. Il modo più popolare di carico non è semplicemente il van't Hoff fattore isotonica. Con esso, si può calcolare isotonica concentrazione della soluzione della sostanza diluita, che non è l'elettrolita. La pressione osmotica, la quantità di soluzione, e la sua dipendenza dalla temperatura sono in particolare che esprimeva Clapeyron. Viene utilizzato rispetto alle soluzioni diluite, come secondo la legge di van't Hoff, sostanze disciolte nel liquido si comporteranno nello stesso modo come i gas e perché ad essi applicate tutte le cosiddette leggi dei gas.

fattore di Van't Hoff – questo è niente, come parametro, che caratterizza il comportamento della materia in qualsiasi soluzione. Parlando della equivalente numerico del fattore di van't Hoff uguale al rapporto delle proprietà collegiali valore numerico possedute dalla soluzione alla stessa nonelectrolyte struttura, e la stessa concentrazione, mentre tutti gli altri parametri rimangono invariati.

Il significato fisico di coefficiente isotonica chiaro dalla definizione di ciascun parametro Collegiata. Tutti dipendono dalla concentrazione della sostanza in soluzione particella. Nonelectrolytes non impegnarsi nella reazione di dissociazione, tuttavia, ogni singola molecola della sostanza sarà per particella. Elettroliti, nel processo di solvatazione sono totalmente o parzialmente disintegra in ioni, formando così diverse particelle. Risulta che le proprietà colligative dipenderà dal numero di particelle in esso contenuti diversi tipi, cioè ioni. Pertanto, il coefficiente isotonica sarà una miscela di diverse soluzioni di ciascun tipo di particella. Se consideriamo la soluzione di candeggina, si può vedere che si compone di tre tipi di particelle: cationi di ipoclorito di calcio, così come cloruro – anioni. coefficiente isotonica indicherà che la soluzione elettrolitica è più particelle non in soluzione non elettrolitica. Coefficiente dipenderà se una sostanza è diviso in ioni – non è altro che la proprietà di dissociazione.

Poiché elettroliti forti sono completamente esposti processi di dissociazione, è giustificato attendersi che il fattore van't Hoff in questo caso è pari al numero di ioni contenuti nella molecola. Tuttavia, in realtà, il valore del coefficiente è sempre inferiore al valore, calcolato utilizzando l'Eq. Questa posizione si fonda nel 1923 da Debye e Hiickel. Hanno formulato la teoria di elettroliti forti: gli ioni non saranno ostacoli per spostare, come formerà sfera di solvatazione. Inoltre, comunque una impegnarsi reciprocamente, portando infine alla formazione di un tale gruppo di essere spostato in una direzione dalla soluzione. Questo è il cosiddetto coppie di associazione e di ioni ionici. Tutti i processi avranno luogo nella soluzione così come se contiene poche particelle.

Interazione di ioni inizia a diminuire la temperatura aumenterà nonché diminuire la loro concentrazione. Tutto dovuto al fatto che in tal caso ridotto e la probabilità di soddisfare le diverse particelle nella soluzione.